Nostalgia: Traversata Bernina Diavolezza-Morteratsch Banhof ovvero traversata dei ghiacciai


Published by turistalpi Pro , 4 June 2013, 14h47.

Region: World » Switzerland » Grisons » Berninagebiet
Date of the hike: 9 August 2005
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   Bernina-Gruppe   Palü-Gruppe 
Time: 10:00
Height gain: 1100 m 3608 ft.
Height loss: 1100 m 3608 ft.
Route:Bernina Diavolezza-laj Diavolezza-Berghaus Diavolezza-Vadret da Pers-Isla Persa-Vadret Morteratsch-capanna Boval-Mortertasch Banhof

Si nostalgia: quando rifarò una gita simile e quando ritornerò in Engadina stante le note difficoltà viarie e lo stato della neve e della meteo?Con mio fratello Alberto  e gli amici Ivana,Anna,Giancarlo e Davide organizziamo la classica traversata dei ghiacciai dell'Engadina  già da me fatta diverse volte e che con il bel tempo stabile come oggi è molto consigliabile. Partiamo a piedi da Bernina Diavolezza, giungiamo al Berghaus Diavolezza e dopo una discesa su sentiero arriviamo sul Vadret da Pers e qui comincia lo spettacolo. Il ghiacciaio ben transitabile in completa sicurezza (non sono necessari nemmeno i ramponi) è fuoriero di emozioni e spettacoli vieppiù interessanti ed istruttivi: crepacci,torrenti e piccoli laghetti glaciali, contrasti di colori e.....panorami mozzafiato. Stupendo e molto gratificante! Dopo il Vadret da Pers arriviamo con breve risalita alla cosiddetta Isla Persa che è in pratica una specie di collina sassosa emergente in mezzo ai due ghiacciai. Dopo una discesa perveniamo al bel laghetto  con fantastica vista e dove ovviamente facciamo la nostra sosta pranzo: con una giornata così è da paradiso! Tempo bello e temperatura direi anche calda! Ripartiamo scendendo sul Vadret Morteratsch che attraversiamo praticamente in piano superando vari crepacci che non danno fastidio e  che sono molto interessanti ed istruttivi sulla conformazione del ghiacciaio. Al termine del ghiacciaio una ulteriore risalita dapprima su brecciai e poi su normale sentiero ci porta alla bella capanna Boval (sosta merenda). A questo punto però dobbiamo andare di buona lena per prendere il trenino che ci riporta a Bernina Diavolezza. L'estensione della gita, il sole cocente e le varie libagioni ottenebrano un poco le forze di alcuni di noi e quindi per evitare lunghe attese per il trenino Davide ed io ci prendiamo carico di una folle corsa in discesa per giungere in tempo alla stazione. Per pochi minuti ce la facciamo e poi dal parcheggio con le auto andiamo a prendere i restanti amici....La gita è una delle più belle e variate che abbia mai fatto e  sopratutto l'ambiente e la giornata erano da urlo....Sono lieto di aver notato negli amici grande soddisfazione e contentezza....

Hike partners: turistalpi


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»