Poncione di Ganna (Direttissima) + Minisfreddo + Arco di Roccia


Published by Simone86 , 12 March 2012, 23h41.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:21 February 2012
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 2:45
Height gain: 600 m 1968 ft.
Route:Alpe Tedesco - Direttissima - Poncione (vetta) - cresta Poncione/Minisfreddo - Minisfretto (vetta) - Arco di roccia - deviazione aggirando il Poncione - Alpe Tedesco
Access to start point:da Varese, entrare in Valganna, seguire cartelli per Ganna, subito oltre il paese (dopo il ristorante 3 Risotti) girare a dx per l'ALPE TEDESCO. percorrere tutta la salita in macchina e posteggiare sul punto più alto, prima che riprenda la discesa.

Partenza dal piccolo parcheggio in zona Alpe Tedesco Q760 circa.
Si prende il sentiero classico per il Poncione aggirando la proprietà privata recintata.   Si scollina e poi inizia la salita su ampio sentiero. Al primo bivio si gira a destra prendendo la via per la cima del poncione.

 Dopo qualche minuto, segnalata da un marchio giallo, c'è la deviazione a destra verso la direttissima. Salendo a zig zag si arriva subito ad una grossa spaccatura tra due pareti verticali attrezzate con qualche vecchio chiodo e qualche nuovo spit. La si aggira sulla sinistra seguendo i marchi gialli e si sale per un canale di 5-6 m facile facile. Sopra c'è un tratto con scarsa pendenza, seguendo il sentiero si arriva in prossimità del passaggio chiave di questa direttissima.  In arrampicata si deve superare un bel 3-4m di roccia molto esposta seppur appoggiata e con buone prese. A fianco una targa commemorativa.. Direi che è un bel II grado.  Per chi non se la sentisse (tipo il sottoscritto) è possibile infilarsi in uno dei canalini sulla sinistra (ce ne sono 3 o 4) che sono comunque impegnativi. In essi la terra e i sassi si smottano facilmente e l'uso delle mani è indispensabile.. ma perlomeno non sono esposti. Infatti passo con qualche difficoltà attraverso uno di essi, prestando attenzione a non far cadere sassi.

Appena al di sopra c'è qualche decina di metri di sentiero facile e poi inizia la divertente arrampicata a tratti di I grado e un paio di punti di II grado non proprio banali se accompagnati da neve. In una decina di minuti al massimo si arriva alla croce di vetta Q993.  

Si prosegue verso sud in discesa lungo la bella cresta in direzione del Minisfreddo. Si scende fino a circa Q910 per poi risalire dolcemente fino ad un cartello che mostra un bivio: verso Sud c'è la piccola "paretina ferrata" del minisfreddo, verso Est invece il sentiero segue per l'arco di roccia. Faccio prima una scappatina sul Minisfreddo Q1042 (catena utile in caso di discesa con pioggia, altrimenti evitabilissima). Continuo verso sud in cerca della punta nota come San Bernardo ma non la trovo ed il tempo a disposizione stringe, il lavoro chiama!

Scendo di nuovo al bivio per cercare questo famoso arco di roccia. Proseguo in discesa lungo una dorsale verso Est che ben presto inizia a verticalizzarsi significativamente.   Dopo una decina di minuti arrivo all'arco di roccia. Sono presenti delle catene (qui già più utili) per attraversarlo e scendere al di sotto di esso. Siamo attorno a Q860-900. Da qui poi ho ripreso la strada di andata prendendo poi una deviazione prima di arrivare alla cresta per la vetta del Poncione. Tenendo  la destra, un bel sentiero gira tutt'attorno al Poncione restando più o meno sulla stessa altezza e si ricollega al sentiero di discesa del versando NE.

Da li in pochi minuti si arriva alla macchina.

--------------------------------------------------------------------------------------

Giro tranquillo e divertente per quando si hanno 3 orette libere, distanza totale: 6 Km

Hike partners: Simone86


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (8)


Post a comment

rochi says: direttissima e san bernardo
Sent 13 March 2012, 19h30
Ciao Simone,
grazie alla tua relazione potrò finalmente cimentarmi sulla direttissima. Pur essendo salito decine di volte sul Poncione (alcune delle quali relazionate qui), non avevo mai considerato questa via, perchè non avevo mai individuato l'attacco (vado anche io sempre di corsa e certi bolli mi sfuggono).
Complimenti a te per aver affrontato la via con la neve.
Per quanto riguarda il san Bernardo, esso si raggiunge in pochi minuti di facilissima cresta segnata con bolli bianco rossi dopo la fine del tratto attrezzato al Minisfreddo. C'è una statua (san Bernardo, appunto) con libro di vetta e vale la pena farci un salto per il bel panorama sul Ceresio e sull'Orsa.
Ciao, buona montagna.
Rocco.

Simone86 says: RE:direttissima e san bernardo
Sent 13 March 2012, 23h59
figurati, la direttissima è breve ma davvero divertente e sa regalare emozioni forti in due o tre punti. Si infatti il San Bernardo l'ho trovato qualche giorno dopo, non pensavo fosse cosi distaccato dal Minisfreddo. Buona montagna anche a te!

gbal says: Anche io...
Sent 15 March 2012, 15h00
....sono stupefatto. Pur conoscendo benissimo questi percorsi (credevo) e averli fatti più come allenamento di corsa che come montagna avevo sempre pensato che salire il Poncione da altre vie eccetto il classico pur se tosto sentiero fosse riservato a scalatori propriamente detti. Ora andrò senz'altro a ripetere la tua via troppo interessante e poi andrò a cercare l'arco di roccia che neanche conosco.
Grazie
Ciao

Simone86 says: RE:Anche io...
Sent 16 March 2012, 18h39
L'unico punto da "scalatore" per cosi dire è quello della targa, una volta sotto di esso iniziano i dubbi sul "mmm deviazione o non deviazione.." .. comunque un giorno salii direttamente da ovest sbucando sempre sul punto della targa ma da dietro, li è decisamente meno esposto e piu divertente da superare. Potrei creare un escursione con il file gps (a trovarlo) per chi volesse provare..

gbal says: RE:Anche io...
Sent 16 March 2012, 19h11
Ti ringrazio. Credo che ci hai dato tutto quanto occorre per rintracciare e provare l'itinerario; il fegato....vedremo di trovarne un po'. Quanto al file GPS se l'ordine di grandezza degli scostamenti tra le varie possibilità è di qualche metro (lateralmente) credo sarebbe di poca utilità. Foto e racconto aiuteranno di certo
Ciao
Giulio

Simone86 says: RE:Anche io...
Sent 23 March 2012, 13h40
ciao Giulio, ho aggiunto un paio di foto di un escursione di ottobre dove si vede meglio il punto cruciale della targa.

gbal says: RE:Anche io...
Sent 23 March 2012, 14h12
Grazie mille Simone.
Una delle due "spiega" molto bene.
Ciao
Giulio

Simone86 says: Aggiunta Foto
Sent 23 March 2012, 13h39
per chi fosse interessato ho aggiunto un paio di foto di un escursione di ottobre dove si vede meglio il punto cruciale della targa.


Post a comment»