Monte Pin 2419 m


Published by cristina , 28 February 2012, 13h53. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Trentino-South Tirol
Date of the hike:26 February 2012
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Route:Bevia-Stavel-Malga Borca di Sotto-Malga Borca di Sopra (ruderi)-Monte Pin-Malga Binasia di Sopra-Malga Binasia di Sotto-Malga Borca di Sotto-Stavel-Bevia
Access to start point:Dalla Valle di Non, attraversare Cles e al ponte di Mostizzolo proseguire diritti seguendo indicazioni Maddalene e Rumo-Bresimo
Maps:Carta Parco delle Maddalene

Quest’anno il Monte Pin ci vede prima del previsto. Ieri andando alla Vegaia avevamo visto che il suo lato sud era ben pulito e anche la cresta prometteva bene per cui lasciamo a casa le ciaspole e vediamo cosa ci riserva questa bellissima montagna.
 
Lasciamo la macchina alla chiesetta di Bresimo, frazione Bevia. La salita da questo lato non dà mai respiro, sempre ripida e oggi troviamo anche la triste sorpresa che il primo tratto di sentiero è stato allargato per non si sa quale motivo visto che poi termina all’improvviso. Spero non sia solo l’inizio della distruzione di un bellissimo bosco!
 
Mentre arranchiamo faticosamente nel bosco, si alza un bel venticello. Sul versante opposto sembra si stia scatenando una bufera, nebbie e nuvole coprono le cime, a malincuore vediamo il percorso di cresta sfumare, e questa è la seconda volta nel giro di pochi mesi che la cresta ci scappa…
 
Arriviamo alla Malga Borca di Sotto dove stanno ultimando i lavori di ristrutturazione, poco sopra c’è o meglio c’era la Malga Borca di Sopra, ormai solo ruderi. Il tempo sul versante opposto sembra peggiorare, ma che diamine sta succedendo! Per fortuna da questa parte siamo ancora al sole ma il vento è sempre più forte, speriamo non giri.
 
Arriviamo al bivio per la cima a dx e Malga Binasia a sx. Dobbiamo assolutamente coprirci, ora il lungo traverso è tutto esposto al vento e fatichiamo a stare in piedi, intanto la buriana si sta spostando verso il Brenta…brava brava vai verso i pistaroli e lascia stare noi poveri escursionisti!
 
Finalmente in cima. Anche sul versante nord la neve è poca, a memoria mi sa che ce n’era di più a dicembre. La cresta è pulita ma con quest’aria è impensabile percorrerla per cui torniamo al bivio e scendiamo a Malga Binasia. Incrociamo tre escursionisti che urlando per farsi sentire ci chiedono se visto che stiamo andando alla malga non gli facciamo il favore di alimentare la stufa in modo da trovare un po’ di caldo al loro ritorno, ok ci proveremo!
 
Giunti alla malga decidiamo di rimanere all’esterno, le panche sono al riparo dal vento e il sole scalda magnificamente, mentre nel bivacco nonostante la stufa in funzione fa ancora freddino.
 
Di tempo ne abbiamo oggi per cui ci godiamo il sole e il panorama, la stufa comincia a dare i suoi frutti così quando torneranno i trentini troveranno un bel tepore. Appena li vediamo spuntare tiriamo su armi e bagagli e partiamo. Sulla strada di accesso alla malga troviamo l’unica neve della giornata, al primo tornante prendiamo la nuova strada che collega Malga Binasia a Malga Borca di Sotto e chiudiamo il giro riprendendo il sentiero fatto in salita.
 
Ma chi ha voglia di tornare a Milano….è sempre dura dopo un week end tornare in ufficio, ma quando il week end si passa qui lo diventa ancora di più!
 
DATI GPS
Dislivello 1662 m – km 17,77
 

Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3
23 Oct 12
Cresta Monte Pin 2420 m · cristina
T3
9 Dec 15
Monte Pin 2420 m · cristina
T3
11 Dec 16
Monte Pin 2420 m · cristina
T3+
9 Dec 11
Monte Pin 2419 m · cristina
T2
2 Jun 11
Monte Pin 2420 m · cristina

Post a comment»