COVID-19: Current situation

Capanna Scaradra 2173mt.


Published by Luca_P , 9 December 2011, 20h27. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 8 December 2011
Hiking grading: T5 - Challenging High-level Alpine hike
Snowshoe grading: WT5 - Alpine snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo di Cassimoi   Gruppo Pizzo Corói 
Time: 10:30
Height gain: 850 m 2788 ft.
Height loss: 850 m 2788 ft.
Route:Strada del Luzzone 1390mt.- Larecc (Luzzone) 1630mt.- Alpe Scaradra di Sotto 1797mt.- Capanna Scaradra 2173mt.
Access to start point:Dall'autostrada Svizzera A2 uscita Biasca, direzione Olivone dove poco oltre si segue sulla destra l'indicazione per Campo Blenio e poi sempre sulla destra seguire verso la diga del Lago di Luzzone.

Vista da Luca_P
Per la verità oggi il programma, mio e dell'amico Sky, prevedeva la salita di un bel tremila nella selvaggia Val Scaradra.
Avevamo puntato al Pizzo Cassinello o, in alternativa, al Pizzo Cassimoi, ma la quantità di neve fresca appena caduta e quindi la sua qualità ci hanno fatto desistere: oggi era umanamente impossibile raggiungere queste mete, almeno per noi due.
Ma andiamo con ordine, la giornata inizia stortina (beninteso, nulla di grave) e, a causa di un mio breve assopimento in auto non posso dare il mio contributo di navigatore (ho dormito pochissimo stanotte ma comunque... non ero alla guida...), salta l'uscita dall'autostrada di Biasca cosicchè dobbiamo arrivare fino a Faido e tornare indietro.
Arrivati appena oltre la galleria dopo il bivio per Campo Blenio, ad una quota di circa 1000mt., comincia già ad esserci neve a terra, mentre noi pensavamo di trovarla ad una quota superiore.
Giunti al bivio per Luzzone quella strada non è sgomberata dalla neve ed un muretto creato dallo spazzaneve ci crea non pochi problemi per proseguire in auto.
Ora la quantità di neve è considerevole, tant'è che arrivati a 1390mt. di altezza in corrispondenza di un piccolo abitato, penso Scalveid, la coltre a terra non ci consente di proseguire e per fortuna riusciamo a parcheggiare in una piazzola ai margini della strada.
Capiamo subito che oggi sarà veramente dura raggiungere la nostra meta ma non importa, ci proveremo e faremo comunque una bellissima escursione in un ambiente innevato spettacolare.
Tra l'altro il tempo è decisamente migliorato rispetto a ieri ed anche il forte vento resiste solo in quota mentre qui non dà fastidio più di tanto.
Ci prepariamo e appena partiti verso le 7.30 Sky non trova più il suo GPS, probabilmente l'avrà lasciato a casa perchè in giro non c'è.
La marcia è subito rallentata dalla neve al suolo anche se fino alla galleria dopo la diga si cammina ancora bene; è all'uscita di questa galleria che il cammino diventa molto più lento e faticoso.
Giunti quasi in fondo al Luzzone, in prossimità di Larecc sulla destra (segnalazioni presenti) iniziamo a salire nel bel bosco di larici, cercando la nostra via sepolta dalla neve.
Poco oltre ci ramponiamo e ci addentriamo nella selvaggia Val Scaradra, passando a fianco di una profonda forra del torrente Ri di Scaradra, fino ad arrivare all'Alpe Scaradra di Sotto 1797mt.
Dopo una breve sosta proseguiamo ormai accanto al torrente, passando sopra pietre instabili coperte dalla neve, cercando di evitare le insidiose e pericolose buche tra un masso e l'altro, completamente coperte dalla coltre bianca; qui in un passaggio Sky in una buca perde anche un rampone per fortuna subito recuperato.
Arrivati in fondo alla testata della valle percorriamo con cautela e con l'ausilio delle piccozze un ripido pendio (pendenze fino a circa 40°) con la neve che in alcuni punti ci arriva alla vita.
Quasi al termine del canale traversiamo a destra con particoalre cautela e sbuchiamo su un immenso e spettacolare pianoro al cospetto dei Pizzi Cassimoi a destra e Cassinello a sinistra.
A questo punto dopo un'altra breve sosta, calziamo le ciaspole al posto dei ramponi e ci avviamo verso le nostre mete ma capiamo subito che con queste condizioni, in due non arriveremo mai lassù.
Ad ogni passo equivale uno sforzo moltiplicato enne volte la fatica normale e si sprofonda anche con le ciaspole in una neve fresca piuttosto farinosa ma nello stesso tempo anche un po' pesante.
A quota 2250 circa la nostra avventura verso i tremila svanisce e ci accontentiamo di visitare la Capanna Scaradra 2173mt. che raggiungiamo con un immane fatica.
La discesa l'abbiamo fatta per la medesima via di salita, ammirando nell'ultimissimo tratto una spettacolare luna che ci ha evitato l'utilizzo della frontale.
I Pizzi Cassimoi e Cassinello sono solo rimandati...
Grazie Sky grazie Montagna, alla prossima!!

Vista da Sky

Luca_P ha descritto perfettamente questa giornata trascorsa assieme.

Un fallimento totale.. questa volta non imputabile né ad un errore di materiale né ad una difficoltà tecnica.. Questa volta è stata la neve a fermarmi.. una neve così tremendamente inconsistente da rendere inservibili le ciaspole.. anzi, secondo me, addirittura controproducenti ! Ogni passo era una voragine e le ciaspole sollevavano tonnellate di neve ! Una fatica tremenda.. sarebbe stupido insistere ed andare avanti, ed infatti lo capiamo subito..

Però.. l’ambiente innevato era come sempre molto bello.. il tempo stupendo.. l’esposizione a N, a cui non sono abituato, rendeva tutto più freddo, scuro, glaciale.. particolare ! Una giornata positiva !

Come ha detto Luca, Cassinello e Cassimoi sono solo rimandati a tempi (e nevi) migliori !

Grazie Luca per la compagnia, alla prossima !


Hike partners: Sky, Luca_P


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T4
7 Aug 12
Pizzo Cassimoi m.3129 · Poncione
T3+ PD-
T4-
23 Aug 11
Pizzo Cassinello m.3103 · Poncione
T4+ F
9 Sep 18
Pizzo Cassimoi e Cima d'Aquila · ivanbutti
T4+ F I

Comments (13)


Post a comment

ivanbutti says:
Sent 9 December 2011, 21h20
"oggi era umanamente impossibile raggiungere queste mete, almeno per noi due".

Se non ce la fate voi, chi ce la può fare? Forse Messner nei suoi momenti migliori.
Sempre bravi comunque.

Ciao, Ivan

Luca_P says: RE:
Sent 10 December 2011, 13h25
Grazie molte Ivan, un caro saluto Luca.

gbal says: Niente paura!
Sent 9 December 2011, 22h06
Le sensazioni di sconfitta (che sconfitta cmq non è) devono scomparire subito per lasciare campo alla speranza sorretta dalla sicurezza di farcela la prossima volta. Questo lo si legge già nel vs. scritto. Come dice Ivan, se non ce l'avete fatta voi, chi altri? So bene, per averlo provato con tapio sul Tamaro cosa vuol dire ciaspolare affondando nella neve fino al ginocchio e fare quasi più fatica che a non avere 'ste cose ai piedi. Giornata iniziata male ma finita cmq bene. Avete fatto del vs. meglio lottando assieme per lo scopo comune e questo era l'importante.
Ora pausa di riflessione, aggiustate il tiro e la prossima volta la festa sarà davvero completa!
Bravi
Giulio

Luca_P says: RE:Niente paura!
Sent 10 December 2011, 13h27
Grazie Giulio, sì archiviata questa gita, che comunque è stata positiva si pensa con ottimismo alla prossima.
Un grosso ciao Luca.

beppe says: Sempre bravi
Sent 9 December 2011, 22h26
Bravi un saluto
Beppe

Luca_P says: RE:Sempre bravi
Sent 10 December 2011, 13h27
Ciao Beppe, in gamba e salutoni anche a te.
Luca.

giorgio59m (Girovagando) says: Mission impossible?
Sent 10 December 2011, 12h08
Se ha rinunciato il "duo adrenalinic" era proprio MISSION IMPOSSIBLE !
Un BRAVI a entrambe per il coraggio e l'intelligenza ;-)

Luca_P says: RE:Mission impossible?
Sent 10 December 2011, 13h31
Ciao Giorgio sì in due era proprio Mission Impossible!
Forse se eravamo molti di più a battere la traccia... ma non so, perchè oltretutto siamo partiti piuttosto bassi e molto lontani; vabbè è andata così, non importa.
Ciao, Luca.

Ronco says: Un sogno!
Sent 10 December 2011, 20h39
E' sempre stato un mio sogno sogno! Grandissimi!
Tenteremo l'ascesa se tutto andrà bene a fine dicembre!
(l'intenzione era di attaccare il Cassimoi da che lato?)

Sky says: RE:Un sogno!
Sent 10 December 2011, 21h00
L'idea era di fare il Cassinello dalla cresta NNW, passando dal Passo Soreda..
Se vuoi provarlo, ti consiglio di accertarti che la neve sia trasformata..
In bocca al lupo !
Luca

Laura. says:
Sent 10 December 2011, 21h12
questa la ritentiamo assieme...ormai sono un'esperta di "nuotate nella neve!!!"

Luca_P says: RE:
Sent 12 December 2011, 13h14
Ciao Laura, d'accordissimo e viste le tue ultime performances sarai tu la capogita!!
Luca

Laura. says: RE:
Sent 12 December 2011, 20h02
ahahah...così come minimo finiamo su un'altra vetta!!!


Post a comment»