COVID-19: Current situation

Traversata Alta e Bassa delle Grigne


Published by cristina , 31 May 2011, 08h41.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:29 May 2011
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1 days
Route:Pian del Resinelli-Rifugio Porta-Grignetta-Canale della Federazione-Bocchetta Giardino-Scudi-Bivacco Merlini-Grignone (Rif. Brioschi)-Bivacco Merlini-Pialeral-Traversata Bassa-Pian dei Resinelli
Access to start point:Strada Statale 36 - Uscita Valsassina dopo le gallerie prendere per Ballabio e salire ai Pian del Resinelli.

Ieri Resegone oggi Grigne!
Considerando l’alta frequentazione di queste montagne pensiamo di partire presto ma presto qui non significa nulla, alle 7,00 c’è già un bel trenino di persone che sale verso la Grignetta, a giudicare però da tutto il cordame che hanno dietro tra il primo e il secondo bivio ne perderemo parecchi, e c’è già qualcuno che scende!
Questa è la terza volta che facciamo questa traversata, ma le volte precedenti eravamo passati dal Colle Valsecchi per cui per noi il Canale della Federazione è un mistero, ne abbiamo sentite di tutti i colori e un po’ di timore ce lo incute. Dalle ultime info non dovrebbe esserci neve, ma in vetta c’è un tizio attrezzato con picca e ramponi per fare lo stesso giro per cui siamo un po’ su chi va là. Scendiamo le prime catene dietro il bivacco e passiamo un primo canale che un altro tizio, poco propenso alla chiacchiera ci aveva erroneamente indicato come quello della Federazione, noi guardandolo ci siamo detti che di lì non saremmo scesi, del resto c’era ancora molta neve, nessuna traccia, nessun bollo o indicazione cosa pressoché strana su un percorso così frequentato e poi da quello che sapevamo il canale doveva terminare alla Bocchetta Giardino cosa che quello non faceva, per cui proseguiamo sul sentiero e poco dopo troviamo il “nostro” canale, beh almeno non c’è neve! Scendiamo con cautela sia per i sassi sia per le catene, davanti a noi ci sono tre persone dietro per il momento nessuno, non ci vuole molto a percorrerlo e in breve si arriva alla Bocchetta, bello e divertente! Proseguiamo ora in discesa fino ad una conca, dove inizia un lungo traverso più o meno pianeggiante fino a raggiungere lo Scudo Tremare che si risale in un canalino attrezzato con catena, fare attenzione perché la roccia è molto friabile e scivolosa, si ritorna in cresta e si raggiunge il secondo Scudo che offre dei divertenti tratti di arrampicata, anche qui c’è una catena. Dopo questi passaggi si prosegue con un lungo traverso fino al bivacco Ugo Merlini, dove arriva il sentiero proveniente dal Pialeral e da qui con altri lunghi traversi si arriva in cima al Grignone e al mitico rifugio Brioschi. Dopo la classica foto di vetta cerchiamo un posticino lungo la cresta, dove bivaccare almeno per un’oretta. Prima di ripartire entriamo nel rifugio per un caffè e per vedere il nuovo gestore di cui abbiamo finalmente sentito parlar bene. Beh, l’accoglienza con il sorriso fa ben sperare e i piatti che abbiamo visto girare avevano una gran bella faccia, forse finalmente hanno trovato un gestore degno di questo posto magnifico! Dopo un buon caffè cominciamo la discesa, arrivare al Pialeral è la cosa più noiosa dell’intero giro, questa volta, però abbiamo fatto una variante, siamo scesi in una valle parallela. Poco dopo il bivacco si stacca un sentiero evidente, senza indicazione o bolli, in basso sulla sx si vede una sorta di ricovero sotto una fascia rocciosa, un signore dietro di noi ci conferma che anche quel sentiero arriva al Pialeral, è un po’ più ripido ma la valle è molto bella, sicuramente consigliato come discesa dalla Brioschi! Sotto il Pialeral parte la Traversata Bassa che in circa 2,20 h e circa 300 m di risalita torna ai Piani dei Resinelli. Il sentiero è comodo, ben tenuto e quasi interamente nel bosco, oggi anche bello fresco! Giunti alla malga che si vede già dal Pialeral una lunga sterrata riporta ai Piani del Resinelli. Bellissima traversata!
C’è da dire che sulle Grigne si vede proprio di tutto però…da quello attrezzato per fare l’Himalaya a quello in stile passeggiata alle 5 Terre, buona parte sono di corsa cronometro alla mano, torso nudo, braghette infilate nelle mutande per abbronzarsi al meglio, ma ci siamo anche noi, comuni escursionisti muniti di macchina fotografica e della sola voglia di stare in montagna, ammirare il paesaggio, gioire per la vista di un camoscio o di uno scorcio di paesaggio nel momento in cui le nebbie della Valsassina si aprono!
 
DATO GPS
Dislivello 1838 m – km 18,16

ALTRE FOTO QUI: http://www.montimania.it/Multimedia/Arch/2011/Traversata_Grigne/album/index.html

Hike partners: cristina


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (1)


Post a comment

grandemago says: Comuni escursionisti a chi?
Sent 31 May 2011, 19h14
A voi? Non scherziamo.....!!!

A presto ragazzi!
Aldo


Post a comment»