Monte Moregallo, salita da Preguda e discesa da Sambrosera


Published by paoloski , 5 May 2011, 23h59.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 1 May 2011
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 3:00
Height gain: 1000 m 3280 ft.
Height loss: 1000 m 3280 ft.
Access to start point:Da Varese si raggiunge Como e si seguono le indicazioni per Lecco, dopo Pusiano si prende la superstrada per Lecco ma si esce subito a Civate e si seguono le indicazioni per Valmadrera, si prende per via Preguda e si seguono le indicazioni per la frazione di Piazza Rossè dove si parcheggia. Qui si trovano le indicazioni per il Sasso di Preguda ed il Monte Moregallo..
Access to end point:Giro circolare
Maps:CNS 297 Como

La prima uscita degli Incontri di Avvicinamento alla Montagna serve per conoscere i partecipanti e per creare un primo affiatamento fra loro, quest'anno decidiamo di portarli al Moregallo salendo dal Sasso di Preguda, decisamente la via più panoramica per salirvi!
Alle 6,50 arrivo al ritrovo in piazza Gigli a Varese e, sorpresa: sono il primo degli accompagnatori mentre buona parte degli allievi sono già sul posto! Decisamente un corso che promette bene.
In breve arriva tutto il resto della compagnia ed alle 7,15 partiamo, 14 allievi ed 8 accompagnatori, alla volta di Valmadrera, dopo un bel girovagare per le strade del paese finalmente, alle 9,15 abbiamo tutti gli scarponi ai piedi e riusciamo a partire. L'avvio è a palla, non ho capito chi stava in testa ma decisamente non è il modo di partire, specie alla prima uscita, infatti in coda un'allieva comincia ad andare in affanno e ci fermiamo con lei , tanto al Sasso di Preguda ci si ferma e ci si aspetta : chi ha velleità corsaiole attenderà di più.
Nonostante la sosta dopo tre quarti d'ora siamo alla cappella di Sant'Isidoro addossata al famoso Sasso di Preguda (da Prea Aguda: pietra acuta). Il grande masso erratico, di granito ghiandone, ha una forma piramidale e su un suo fianco una lapide spiega come venne descritto dall'abate Stoppani nel suo famoso libro "Il Bel Paese".
Dopo uno spuntino, uno sguardo al panorama, una visita alla cappella e varie foto ripartiamo, questa volta il passo, pur essendo sostenuto è più umano. Abbiamo tempo di ammirare i fiori che spuntano numerosi: la dafne odorosa, la frassinella, la genziana di Koch, le aquilegie  e numerosi coleotteri dall'incredibile color blu petrolio intenti a far scomparire le deiezioni ovo-caprine presenti.
Un ultimo ripido strappo ed arriviamo alla bocchetta dove ci fermiamo per ricompattare il gruppo, anche gli ultimi arrivano comunque nel giro di qualche minuto, ripartiamo in discesa per raggiungere la Bocchetta di Sambrosera e da qui la cima del Moregallo.
Sono le 12,15 e tutti si mettono a mangiare, il panorama verrà ammirato dopo pranzo!
A libagioni concluse infatti ci gustiamo la vista delle cime circostanti e della Brianza e ci intratteniamo con un piccolo gregge di pecore.
Le nuvole però si stanno addensando sul Resegone e sulla Grignetta, spiace interrompere le penichelle postprandiali di molti allievi ed accompagnatori ma è meglio levare le tende!
Partiamo e decidiamo di non rifare la strada percorsa in salita ma dalla Bocchetta di Sambrosera ci abbassiamo fino all'omonima fonte, la discesa è ripida e malagevole ma gli allievi sembrano non farci caso, alla fonte comunque ci si ferma per riempire le borraccie e ritemprarsi un po'.
Alle 15 siamo di nuovo alle auto da dove spuntano i consueti generi di conforto liquidi e solidi.
C'è anche l'idea di far sosta a Suello, sulla via del ritorno, per gustarsi un gelato ma giunti in loco, la coda terrificante davanti alla gelateria ci fa desistere. Sarà per un'altra volta.

Bella gita: al Moregallo ero già salito in un paio di occasioni, una volta da Sambrosera ed un'altra dalla Crestina OSA, senz'altro però la salita da Preguda, che non conoscevo,  permette di apprezzare un panorama decisamente migliore.
Anche la prima impressione del corso di quest'anno è positiva: 1000 metri come prima uscita e su sentieri abbastanza impegnativi non sono uno scherzo ma anche gli aliievi meno avvezzi ad escursioni montane si sono dimostrati capaci e motivati.
Domenica prossima uscita di orientamento e topografia.     

Hike partners: paoloski


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»