Zucco di Sileggio 1373mt.


Published by Luca_P , 30 March 2011, 13h15. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:26 March 2011
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Via ferrata grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:00
Height gain: 1200 m 3936 ft.
Height loss: 1200 m 3936 ft.
Route:Sonvico 390mt.- Santa Maria 661mt.- Zucco Sileggio 1373mt.- B.tta di Verdascia 1251mt.- Alpe Era 850mt.- Sentiero del Fiume- Somana
Access to start point:Dalla Strada Statale 36, uscita Abbadia Lariana, proseguire fino a Mandello Lario dove a inizio paese c'è un indicazione a destra per Somana, dopodichè seguire sempre per Somana e per ultimo frazione di Sonvico.

Vista da Luca_P
 
Purtroppo dopo questa gita, rientrato a casa alla sera, mi è arrivata la tragica notizia di Flo che mi ha gettato nello sconforto ed ha fatto passare in secondo piano questa relazione. Sono stato nel dubbio se pubblicarla o meno ed ho deciso di procedere, certo che anche anche Lui avrebbe preferito così...

Dire che non abbiamo preso spunto dalla relazione di grandemago sarebbe un falsità, anche se potremmo sempre dire che noi l'avevamo già in cantiere da tempo e che quindi è lui che ha avuto la nostra stessa idea realizzandola prima...
A parte le battute, devo ammettere che è stata una escursione molto piacevole "arricchita" da tratti per così dire alpinistici (ferrata e parti attrezzate) e/o comunque da Escursionisti Esperti Attrezzati: nel complesso quindi molto varia e divertente.
Oltre tutto la meteo oggi è stata forse meglio del previsto, certo non una giornata eccezionale ma sicuramente di tempo buono.
Appuntamento con heliS a Bione alle 7 e poi su verso Mandello, Somana (attenzione alle segnalazioni stradali che a un certo punto spariscono) e per ultimo frazione di Sonvico a 390mt. dove abbiamo lasciato l'auto.
La salita l'abbiamo fatto lungo il segnavie nr.15 per la chiesa di Santa Maria 661mt. dove poco dopo abbiamo svoltato a sinistra sul sentiero nr.17b in direzione della ferrata che abbiamo percorso fino allo Zucco di Tura a 1045mt. (attenzione che un bivio per il 17b è presente anche molto prima della chiesa di Santa Maria e conduce direttamente allo Zucco di Tura tralasciando una parte della ferrata).
Lungo questo tratto abbiamo fatto conoscenza con un simpatico ragazzo che, pur essendo locale e pur conoscendo sasso dopo sasso questa zona, ci ha chiesto se poteva aggregarsi a noi per non essere solo sulla ferrata.
Abbiamo accettato e così in tre dallo Zucco di Tura abbiamo proseguito in leggera discesa dopodichè ancora in salita siamo transitati dall'impercettibile Zucco di Morterolo 1158mt. e siamo giunti fin sotto la parete sud-ovest dello Zucco di Sileggio.
Lì due scale, poste in successione una dopo l'altra, ci hanno permesso di superare con cautela ed attenzione questa parete praticamente verticale e ci hanno condotto sull'ultima rampa erbosa dello Zucco di Sileggio ove in pochi minuti di facile salita abbiamo raggiunto l'altissima croce sommitale a 1373mt.
Lì ci siamo concessi una meritata pausa per riposarci e rifocillarci con qualcosa ed abbiamo salutato il nostro amico di Mandello che è sceso quasi subito.
Dopo aver scattato le consuete foto di vetta e scambiato quattro parole con altri due escursionisti della val Brembana giunti anch'essi dalla ferrata, siamo scesi in pochi minuti lungo il segnavie 17a alla bocchetta di Verdascia, passando dal bivacco Sforza.
Poi giù verso destra all'Alpe Era alta dove appena dopo abbiamo preso il sentiero nr.17 verso destra, quindi al successivo bivio segnalato abbiamo svoltato verso sinistra, sul nr.15 e siamo giunti all'Alpe Era 850mt. 
Qui altra sosta ristoratrice in un bellissimo contesto e per finire rientro a Sonvico attraverso il sentiero del fiume parzialmente attrezzato e con innumerevoli guadi da fare, veramente molto divertente e suggestivo.
E' stata veramente una bella giornata che conferma il fatto che i posti belli sono anche a due passi da casa, basta saperli trovare.
Grazie Montagna e grazie ad heliS per la compagnia.

Vista da heliS

La montagna è per me stata sempre una medicina, una scelta di vita, un soffio di sopravvivenza quando le cose si mettevano (e si mettono) davvero male.

Ecco perché ho scelto di terminare la relazione preparata da Luca. Flo amava la montagna ed è un altro modo per ricordarlo.

Non me la sento di scrivere una delle mie “solite” relazioni, non adesso. Verranno momenti in cui la testa ragionerà meglio e le idee saranno più chiare.

Luca ha d'altra parte raccontato molto bene la parte tecnica della salita.

Non posso che ringraziarlo per la compagnia, per il supporto, per la relazione … per l'amicizia :)

 

Non credere, piccolo uomo, di essere chi sa chi, perché prima che tu nascessi io già c'ero e quando tu non esisterai più io ancora ci sarò (La Montagna)


Hike partners: heliS, Luca_P


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 5389.gpx Santa Maria, Zucco di Sileggio, Alpe Era, Sentiero del Fiume

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3+ PD-
T2
T3
24 Mar 12
Anello al Zucco di Sileggio · camo62
T3
20 Mar 12
Zucco Sileggio mt 1373 · turistalpi
T3+ F

Comments (2)


Post a comment

cristina says: MONTAGNA
Sent 31 March 2011, 14h07
Carissima, concordo pienamente con il tuo concetto di vivere la montagna. Ne ho avuto piena conferma qualche anno fa. Ora non è più solo una passione ma una necessità.
Ciao. Cristina

heliS says: RE:MONTAGNA
Sent 31 March 2011, 20h01
:)
Grazie
S.


Post a comment»