Windgällenhütte AACZ 2032m


Published by Floriano , 3 December 2009, 17h23. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Uri
Date of the hike:28 November 2009
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Snowshoe grading: WT3 - Demanding snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-UR 
Height gain: 1157 m 3795 ft.
Height loss: 1723 m 5651 ft.
Route:Bergstation Golzern 1395m - Seerven 1423m - Q1586 - Shisseneggen 1877m - Windgällenhütte AACZ 2032m - Lochplanggen - Q2395
Ritorno: Lochplanggen - Windgällenhütte AACZ - Stäfel 1927 - Shisseneggen 1877m - Q1586 - Würzen 1559m - Golzerensee 1409m - Seerven 1423m - Silblen 1236m - Q108 0 - Platten -Talstation Golzernbahn
Access to start point:A2 uscita Amsteg
Strada per Bristen
Parcheggio di lato alla Talstation Golzernbahn Golzern-Seilbahn
Access to end point:Talstation Golzernbahn
Accommodation: Windgällenhütte AACZ 2032m
Maps:CNS 256 Disentis/Muster - 1:50000 - CNS 246 Klausenpass - 1:50000

Visto che a causa del mio lavoro praticamente per tutto il mese di dicembre non mi posso muovere propongo a d Ewa di finire la stagione in bellezza con un weekend in capanna.
Purtroppo le previsioni non sono le migliori dalle nostre parti ma a N della Svizzera sono accettabili: mi ricordo di una relazione recente di ZuZu sulla Kröntenhütte che mi era piaciuta, pianifico per un paio di giorni il percorso ma venerdì pomeriggio riesco a contattare la guardiana, parla solo tedesco, mi dice per un paio di volte "Verboten,Verboten!" ... e adesso?
Sono le cinque del pomeriggio e devo rifare tutto il lavoro: mi viene in mente che vicino c'è la Maderanertal dove eravamo stati prima di Pasqua e che ci era piaciuta moltissimo: so anche che ci sono un paio di capanne così riesco a telefonare al guardiano della Windgällenhütte AACZ 2032m: molto gentilmente, in inglese, mi dice che non c'è nessun problema, possiamo andare su tranquillamente e che le previsioni meteo sono favorevoli (cosa importantissima per noi dopo la recente brutta esperienza!).

Così sabato mattina, con una giornata splendida, partiamo verso il Canton Uri,  verso le 11,00 siamo a Bristen e, da perfetti turisti, prendiamo la cabinovia che ci fa evitare un dislivello di circa 700m: dalla Bergstation Golzern 1395m inizia il nostro cammino.

Gli zaini sono pesanti: ciaspole, viveri ... vino ...

Non potevamo trovare di meglio: il paesaggio curato, le casette in legno, le cime imbiancate intorno fra cui spicca il Bristen 3073m (una cima che da due anni ci proponiamo di fare) e poi il Golzerensee in parte ghiacciato con il sole che si riflette dentro, la Maderanertal che salendo man pian piano si apre sempre più fino a mostrare la sua lunghezza totale arrivando a Q1877: qui il sentiero si divide, sulla sinistra vediamo arroccata su un pianoro la Capanna e percorriamo l'ultimo tratto su neve portante.

In Capanna una gradevole sorpresa: il guardiano è venuto fin su per controllare se tutto è a posto, ci chiede se abbiamo da mangiare altrimenti ci avrebbe preparato qualcosa e rifiuta il mio aiuto nel portare la legna nel piccolo ma comodissimo locale invernale.

Ci facciamo un lauto spuntino sulla panca al sole, andiamo a prendere l'acqua con secchio e pentola ad una fontanella poco distante e poi, visto che sono solo le due e mezza, decidiamo di mettere le ciaspole e tentare di salire verso lo Schwarz Stöckli 2614m che ci sembra abbastanza accessibile.
Per il primo tratto seguiamo il sentiero, poi lo abbandoniamo per puntare decisamente a W dove vediamo tracce di passaggi recenti, raggiungiamo un primo ometto verso Q2150, dobbiamo stare attenti a innumerevoli piccole forre nel terreno (io mi incastro ad un certo punto fino al ginocchio), la pendenza aumenta sempre più, saliamo facendoci i gradini fino ad arrivare a Q2395.

Gli ultimi cinquanta metri di salita sono stati faticosi, le ciaspole nuove tendono a staccarsi, dobbiamo ancora capire cosa sbagliamo, si sono fatte le quattro passate ... "Io mi fermo!" ...Ewa vorrebbe ancora salire: "Ormai siamo sulla cresta" ... fa ancora una ventina di metri ... poi con mia grande soddisfazione decide anche lei di fermarsi.

Lo spettacolo che abbiamo davanti è appagante e vale la pena goderselo: la Capanna che prende gli ultimi raggi di sole, il Piz Git 3161che assume una colorazione rosa sormontato dalla luna, la Maderanertal che si allunga verso l'Hufifirn sovrastato dal Todi 3614m, il tempo favoloso ... i minuti passano e dobbiamo deciderci a tornare.
In Capanna troviamo una coppia di Berna, Bettina e Patrick, coincidenza anche loro in un primo tempo volevano andare alla Kröntenhütte ma avevano cambiato programma, così passiamo la serata in compagnia, aperitivo con affettato e formaggio dell'alpe  e poi grande mangiata di spezzatino con patate preparato... indovinate da chi!
Temperatura esterna -2°, interna 21°, giriamo in maglietta!

Durante la notte si alza il favonio ma non sembra offuscare la stellata che ci regala il cielo nè compromettere il tempo...
La mattina dopo ci svegliamo con le nuvole a bassa quota, fiocchi di neve e vento forte: l'altra coppia aveva in mente di fare con i ramponi il Chli Windgällen e nonostante il tempo parte di buon ora per provarci, noi decidiamo di prendercela comoda, in fin dei conti è l'ultima escursione dell'anno, perchè stressarci ....
Facciamo una lauta colazione: caffè e thè, pane con affettato, formaggio, marmellata ... e meno male che non avevamo altro! Cominciamo a sistemare la Capanna, i nostri zaini .. tò c'è un avanzo di spezzatino, bisogna pulire la pentola ... :-))

Alle tredici finalmente siamo pronti: lascio come ringraziamento le bandierine tibetane e partiamo con il nevischio che volteggia spolverandoci ma senza dare fastidio; andiamo prima verso Stäfel 1947m poi seguiamo più o meno la traccia di salita fino a Q1586 dove prendiamo il sentiero naturalistico che porta verso il lago. Scende ripidamente regalando squarci di panorami, nonostante la foschia, sia verso la Golzernalp che verso la Maderanertal.

Costeggiamo il lago con molta calma godendoci la pace che regna rotta solo dalle sbuffate di vento, poi risaliamo verso Serveen da dove prendiamo il sentiero che scende verso valle. Non possiamo fare a meno di notare ancora una volta la cura del paesaggio: prati curati, colli che sembrano messi apposta per spezzare la monotonia, case e chiesetta che riportano con la mente ai tempi passati, addirittura legnaie semiscavate nella terra e ricoperte con pensiline erbose che dal sentiero dell'andata non si vedevano!

Ci gustiamo pienamente la discesa e dopo una sosta sul ponte ad ascoltare il gorgoglio del del Chärstelen Bach verso le 4,30 siamo di nuovo al parcheggio.
Alla fine, nonostante il cambio della meteo, abbiamo fatto un wekend ottimo in un posto veramente bello che merita di essere visitato ulteriormente.

Per chi volesse ulteriori informazioni: Sito Maderanertal

Percorso: 14,5 km circa
Quota partenza: 1.395 m
Quota massima:2396 m
Quota arrivo: 831 m
Dislivello effettivo: 1723 m
I tempi di salita e discesa non sono rilevanti dato il particolare tipo "turistico" di escursione


Hike partners: Floriano, Ewuska


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T5 II
T6- PD II
T6 PD+ III
T2 WT3
31 Dec 16
Schneeschuhtour Schwarz Berg · El Chasqui
T5 II
12 Jul 11
Chli Windgällen plus · platonismo

Post a comment»