COVID-19: Current situation

Valle d'Aosta: ALTA VIA nr. 1


Published by francesc92 , 24 November 2020, 19h56.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike: 3 August 2014
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 9 days

Alta Via n° 1 della Valle d'Aosta, percorsa tra il 3 agosto e l'11 agosto 2014, per un totale di 9 tappe.

Tappa 1: Pont St Martin (330 m) - rif. Coda (2252 m)
Il percorso richiede il superamento di oltre 2000 m di dislivello positivo, arrivando a toccare il Mont Bechit (2320 m), a cui segue una breve discesa fino al Colle di Carisey e poi un breve strappo fino al rif. Coda.

Tappa 2: rif. Coda (2252 m) - rif. Lago della Vecchia (1872 m)
In questa seconda tappa si attraversano luoghi magnifici, inclusi nella riserva naturale del Monte Mars. E' una tappa piuttosto impegnativa in quanto i superano diverse bocchette a cui corrispondono altrettante salite e discese: Passo Sella, Colle Marmontana, Crenna dou Leui e Colle della Vecchia.

Tappa 3: rif. della Vecchia (1872 m)  - Tschemenoal (1421 m)
Dopo essere risaliti fino al Colle della Vecchia, scendiamo fino al villaggio di Niel. Da qui inizia l'unica salita importante della giornata fino al Colle Lazoney, seguito da una lunga discesa nel vallone di Loo (bellissime fioriture) fino a Gressoney St Jean (Tschemenoal).

Tappa 4: Tschemenoal (1421 m)- Resy (rif. Frachey) (2068 m)
Iniziamo subito con l'impegnativa salita fino al Colle Pinter - spettacolare visuale sul Monte Rosa-, a cui segue una piacevole discesa fino a Crest. Da qui si prosegue senza in realtà salire/scendere molto di quota fino al rif. Guide di Frachey. Tappa nel complesso non particolarmente dura.

Tappa 5: Resy (2068 m) - rif. Barmasse (2170 m)
Dopo la ripida discesa fino a Saint Jacques, imbocchiamo il sentiero che risale fino al Col de Nannaz - passando presso il rif. Grand Tournalin - , traversiamo perdendo poca quota fino al Col des Fontaines e di seguito scendiamo fino a Paquier (Valtournenche) - purtroppo il Cervino è coperto da nuvole -. L'ultima fatica della giornata è la salita fino al rif. Barmasse: davvero meraviglioso il lago di Cignana!

Tappa 6: rif. Barmasse (2170 m) - Bionaz (Hotel Valentino) (1620 m)
Tappa molto lunga e impegnativa, che richiede il superamento di diverse bocchette (in ordine: Finestra d'Ersa, Finestra di Tsan, Col Chaleby e Col de Vessonaz). e anche l'attraversamento di una pietraia - nel tratto precedente alla Finestra di Tsan -. La parte finale del percorso è la lunga discesa dal Col de Vessonaz, seguita da breve risalita, fino a Closè -per il tratto Closè-Bionaz approfittiamo di un passaggio. Ho apprezzato molto l'isolamento dei luoghi attraversati in questa porzione di alta via.

Tappa 7: Bionaz (1620 m) - rif. Champillon (2435 m)
Salita da Oyace fino al Col Brison, di seguito discesa fino al borgo di Ollomont e poi altra lunga salita fino al rif. Champillon - ecco che appare davanti a noi la Grand Combin - .

Tappa 8: rif. Champillon (2435 m) - rif. Frassati (2551 m)
Giornata nuvolosa ma per fortuna non piovosa! A seguito della breve salita che conduce al Col Champillon, scendiamo attraversando parecchi alpeggi fino a giungere a Saint Rhemy. Continuiamo in falsopiano fino al punto in cui comincia la risalita del Vallone di Merdeux. La salita si conclude all'accogliente rifugio Frassati.

Tappa 9: rif. Frassati (2551 m) - rif. Maison Vieille (1956 m)
Tappa conclusiva dell'alta via n°1: inizia con salita in ambiente maestoso fino al Col Malatra. Con la discesa nel vallone di Malatra ci appare davanti a noi il Massiccio del Monte Bianco. Giunti al rif. Bonatti, dopo una pausa ristoratrice, traversiamo fino al rif. Bertone. Da qui discesa fino a Courmayeur e salita finale fino al rif. Maison Vieille, dove pernottiamo.

Francesco

Hike partners: francesc92


Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»