Un po' di esplorazione nel Finalese


Published by mattia , 12 March 2020, 18h04.

Region: World » Italy » Liguria
Date of the hike: 3 March 2020
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: 5a (French Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 3 days

Dovevamo fare una vacanzina di fine sessione ma causa coronavirus la sessione non è mai finita e noi siamo partiti lo stesso. Visto che non conosciamo la parola villeggiatura e siamo diventati degli zoticoni l'obiettivo di sderenarci è stato raggiunto e di grande aiuto è stata una guida ambigua, ricca di particolari dove non servivano e di indicazioni discutibili (quali passeggini riescono ad affrontare risalti rocciosi?!?); e così tra rombi, quadrati, cerchi, pallini e lettere abbiamo perso e ripreso i sentieri, soprattutto nei giri ad anello che ti fanno ritornare sui tuoi passi (meglio studiarsi prima la relazione!!!). In questo nostro tour escursionistico-arrampicatorio siamo riusciti ad aggiungere anche più di un'esperienza di speleologia estrema dovuta alla mancanza del mio finora sempre efficientissimo (nonostante la provenienza) frontalino. Il resto del tempo non trascorso tra bric e ciappi lo abbiamo speso su strapiombi valutati come placca e viceversa nelle altissime falesie di Finale Ligure, capitale dell'outdoor come Forth William. E infatti siamo riusciti a richiamare anche un po' di pioggia scozzese. Nell'ultima finestra di bel tempo l'epifania: la placca del Bikku finalese, i miei primi passi da primo, on sight senza resting. Le serate passate al Basilico tra una pizza e un fritto misto e le notti in un b&b sempre aperto. Finiamo con la focaccia di Recco a Camogli, sull'altra riviera. Alè duro! 
Elena



Questo è lo stream of consciousness che ha accompagnato la selezione di foto che Elena ha postato su Instagram. E' la perfetta sintesi dei nostri tre giorni in Liguria.  Poche righe in cui c'è tutto. 
Carico questa relazione in questi primi giorni in cui l'imperativo giustamente è diventato quello di stare a casa, ripensando ai bei momenti trascorsi e iniziando a progettare avventure future.

Non ci siamo fatti mancare nulla in questi tre giorni di mare, se non il mare forse..accarezzato solo per qualche minuto al tramonto. 
Abbiamo esplorato diverse zone dell'entroterra finalese e assaporato la roccia così famosa delle sue falesie. 

Giorno 1:
Al mattino "Anello dell'altare della Strapatente". Non è un vero e proprio anello, una volta giunti sull'altare (una struttura megalitica) bisognerà ripercorrere i propri passi per andare a visitare la grotta della Strapatente (utile un frontalino) e quella dei Balconi.
Al pomeriggio "Anello dei frati". Questo si, un vero anello che porta a toccare alcune delle falesie storiche della zona. I tre frati, Pian marino, Alveare, Monte Sordo e la grotta dell'edera (un appunto sull'accesso a questa: seguendo le indicazioni della guida dopo aver costeggiato la parete dimenticata giungerete in prossimità di una grotta, si deve entrare in questa e utilizzando le corde in loco risalirla per una ventina di metri fino ad un piccolo passaggio con cui ci si immette nella camera superiore, è molto utile avere con sè un buon frontalino).

Giorno 2:
"Anello delle Arene Candide", percorriamo questo percorso con due deviazioni alla falesia di "Cava di Rio Fine" e di "Rocce dell'orera" dove ci dilettiamo su tiri mai troppo difficili ma molto divertenti e soprattutto per Elena (ormai esperta in placche) al di fuori della sua comfort zone.

Giorno 3:
"Anello canyon di Monte Cucco". La giornata è brutta, le previsioni che davano qualche speranza almeno per il mattino sembrano disattese ma non ci lasciamo scoraggiare e percorriamo quest'altro bell'anello che terminiamo arrampicando prima della pioggia ai settori "Primi e secondi passi" di Monte Cucco dove Elena apre anche i suoi primi tiri, chapeau!

Abbiamo utilizzato come base per i nostri giri la guida "Sentieri di Finale" che ci ha offerto ottimi spunti ma che si è rivelata in alcune parti un po' confusionaria e poco chiara. Per chiarimenti sui giri da noi percorsi non esitate a scriverci.

E ora #stiamoacasa e a presto!!

Hike partners: mattia
Communities: Hikr in italiano


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

Menek says:
Sent 12 March 2020, 22h17
Zoticoni for ever... :)

mattia says: RE:
Sent 17 March 2020, 19h34
Ahaha :)


Post a comment»