COVID-19: Current situation

Monte Todum e Pizzo Pernice


Published by ivanbutti , 26 March 2019, 13h38. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike: 9 March 2019
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1263 m 4143 ft.
Height loss: 1275 m 4182 ft.
Route:14,57 km come waypoints

ivanbutti Questa settimana andiamo in Piemonte per un tour ad anello già noto a Gabri. Partenza da Cossogno seguendo i cartelli del Km verticale, che in realtà sale molto graduale verso il Todum, impennandosi un pò solo nel finale. Poco dopo la partenza facciamo l'incontro con il simpatico cane Ettore, che sarà la nostra mascotte di giornata. Per tutta la salita ci precede, fermandosi di tanto in tanto sul sentiero per farsi coccolare. La cosa incredibile è che pare sappia di preciso dove stiamo andando, visto che davanti a noi non sbaglia nessuno dei numerosi bivi incontrati. Saliamo tranquilli sul bel sentiero panoramico; non è il lago più bello del mondo, ma il cammino merita certamente, anche se c'è un pò di foschia. La prima meta di giornata è il Todum, dopo una breve sosta proseguiamo per il Pernice; qui troviamo un pò di neve, più che altro fastidiosa per chi ha le scarpe basse come il sottoscritto. In cima al Pernice cominciano le discussioni per decidere come proseguire e dove fare la sosta pranzo; alla fine prevale la linea dell'Elefante e mia di non mangiare sulla neve, così scendiamo verso l'Alpe Cavallotti. In questo tratto perdiamo di vista Ettore, e la cosa ci dispiace un pò, ormai contavamo di fare con lui tutto il giro. All'Alpe Cavallotti troviamo un bel tavolo con sedie dove pranzare al sole in pieno relax, meno male perchè così il pentolone di fagioli finisce di sobbollire ... Pranzo con la chicca di un ottimo Stollen artigianale gentilmente portato da Mario e condito con un Recioto offerto da Max, poi svacco totale. Io e l'Elefante facciamo un riposino nel prato, gli altri (almeno credo) si appisolano sul tavolo. Vengo svegliato da brontolii indistinti tipo taglio di bosco, e al risveglio troviamo la piacevole sorpresa di riavere con noi Ettore, che ha seguito in discesa altri escursionisti ma poi, evidentemente riconoscendoci, decide di stare con noi. Inizia così l'ultimo tratto di discesa, dove abbiamo però ancora un piacevole incontro con un local nella sua baita appena sopra Miazzina; il gentile alpigiano ci offre un bel vino bianco e così, ulteriormente corroborati, proseguiamo il cammino. Dopo qualche dubbio sul sentiero prendiamo quello giusto che ci permette di passare dall'Agriturismo sopra Cossogno dove restituiamo Ettore, che adesso è piuttosto stanco per tutte le corse eseguite in giornata, ai proprietari. Come avevamo immaginato è un cane che gira spesso nei boschi, ed ogni tanto lo devono andare a riprendere nei paesi limitrofi; salutato il nostro simpatico compagno di giornata percorriamo l'ultimo breve tratto che ci riporta all'auto. Escursione davvero di notevole soddisfazione, allietata anche da simpatici ed imprevisti incontri.

numbers
Ogni tanto sconfiniamo. Tradiamo il nostro lago e le care montagne di casa.
Così da andare alla scoperta di qualche zona x noi meno battuta. E di qualche lago alternativo…..
Qualche volta ci sta. Anche per rafforzare la convinzione che il Nostro sia “the most beautiful…..”
Giro piacevole, ben segnato, molto panoramico, ci permette di scoprire diversi alpeggi con panorami ampi sul lago e sulle montagne circostanti. Gran bel bosco iniziale “morbido”, bella sosta banana sulle comode panchine con vista del  Todum, cresta verso il Pizzo con immersione progressiva e piacevole nel manto nevoso piu’ consistente del previsto. Impagabile la lauta sosta pranzo “comoda” (vedi foto) all’alpe Cavallotti,
dove qualcuno decolla con il parapendio, noi ci "libriamo" invece con la conseguente pennica……nonostante i “taglialegna”………
Grazie agli amici x l’ottima, al solito, compagnia. Belli gli incontri di giornata.
Soddisfatto.
Alla prossima.

Un rilassante giro ad anello in Valgrande partendo da Cossogno
su bei sentieri "morbidi" , su cime molto panoramiche sul Lago e 
sulla Valgrande e non solo.
Sono con i "fanatici" del Lago di Como e la giornata
non  limpidissima non aiuta a esaltare l'ottimo
panorama che il giro offre.
Il bianco rende comunque l'ambiente ancora più bello 
e appagante la facile cresta innevata verso il Pizzo Pernice.
Oggi con noi anche Ettore, uno spirito libero che ci ha scelti come compagni di viaggio!.
In alcuni momenti mi pare di rivivere attimi della escursione su queste cime con la Reginetta!
La sosta pranzo è molto comoda,allegra,alcolica e rilassante.
Due "boscaioli" con motosega la "allietano" !!!!!
Dopo il "risveglio" scendiamo a chiudere l'anello passando prima per 
la bellissima "casa" di Ettore.
Un grazie agli amici e Ettore per la piacevole giornata in montagna;
un dolce saluto alla Reginetta.

proralba...proposta diversa dalle ben note e vicine zone...da un pò girava nell'aria la voglia di far qualcosa da queste parti (..just to change.... Pizzoni di Laveno e similari...) sicché è ben accetta tale new entry di Ivan, in realtà già nota a Gabri, per Il Todum e Pernice...  checché il lago non sia Illo...ma a maggior ragione ..
..dall'aprir lo sguardo..si acquisisce ancor  più consapevolezza della Bellezza Unicità...ed Eleganza Solo Sua...di Illo..Il Lago...  :) :)..
Personalmente l'avvicinarmi in zona Val Grande m'intriga..nonché il Todum...già per mera assonanza mi riporta ad un Pedum...da tempo nelle idee da realizzare......
Il giro è molto bello, belli i percorsi, bello il bosco, belli gli alpeggi, belle le prospettive panoramiche sul lago, checché non Illo.., giro sempre dagli ampi orizzonti sia nel salire, sia ovviamente lungo la cresta finale che dal Todum porta al Pernice (con anche il quid in più di un duplice scenario, innevato e non).  Anche il rientro alla fine, completando l'anello, resta per buoni tratti vista lago ed  all'alpe Cavallotti ci consente il top del relax ronfaggio.... (falegnami permettendo..... ;)), il tutto coadiuvato dagli ottimi liquidi  e Stollen natalizio  (che un cicinin s'ispira all'unico..the original...noster Panetùn).
Gran bella giornata, ottima compagnia ..as usual...! Grazie ragazzi.
New entry tra noi ...Ettore!!! Come non affezionarsi!!
Molto contenta.

Hike partners: ivanbutti, Massimo, Gabri, numbers, proralba


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (9)


Post a comment

rochi says:
Sent 26 March 2019, 13h47
Ehi, amici lariani, ce l'avevate il passaporto e il permesso di soggiorno per venire a visitare questo mediocre lago?
Ahahah, evviva il campanilismo!
Ciao.
R.

ivanbutti says: RE:
Sent 26 March 2019, 13h57
A Napoli dicono che Ogne scarrafone è bell' a mamma soja, cosa devi farci.
x noi il "nostro" è il meglio, comunque vedere i laghi prealpini è comunque e sempre un belvedere.

Ciao e buone escursioni, Ivan

rochi says: RE:
Sent 26 March 2019, 16h30
Condivido pienamente dato che spesso anche io valico clandestinamente sulle montagne del Lario.
Ciao.
R.

Sent 26 March 2019, 20h49
Ettore..il nuovo acquisto del Gabri
belloooo

ivanbutti says: RE:
Sent 29 March 2019, 22h10
Ciao Luciano, resta fedele alla Suni.
Ciao, Ivan

Sent 27 March 2019, 07h43
Occorre vedere altri laghi per consolidare l'idea che il "nostro" lago sia veramente stupendo...
Bella camminata: Bravi!

Angelo

ivanbutti says: RE:
Sent 29 March 2019, 22h09
Eh si, senza confronto non vale!.
Ciao Ivan

GIBI says:
Sent 28 March 2019, 19h18
Bel giro sicuramente da copiare ... e nel caso vi chiederò dove " noleggiare " il buon Ettore !

ciao Giorgio

ivanbutti says: RE:
Sent 29 March 2019, 22h11
Ciao Giorgio e grazie, e tante belle escursioni anche a te.
Ciao, Ivan


Post a comment»