Punta Arpisson -3039 mt- & Tsaplana -2681 mt- (da Gimillan, Cogne).


Published by GAQA , 25 October 2018, 00h06.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:23 October 2018
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 5:00
Height gain: 1250 m 4100 ft.
Height loss: 1250 m 4100 ft.
Route:Sentieri numero: 3 - 3B - Tracce di sentiero e ometti in pietra.
Access to start point:Da Gallarate - Autostrada A26 Genova / Gravellona Toce - direzione Genova - deviazione A4 Torino - deviazione A5 Aosta - uscita Aosta centro - Sarre - S.R 47 - Cogne - Gimillan - parcheggio capiente 15 posti circa, situato al termine della strada, prima della ripida salita sempre su asfalto/sterrato, il tutto è regolamentato da un cartello divieto di transito. Al ritorno: da Cogne a Quincinetto mediante S.S 26 senza utilizzare l'autostrada.

Da Gimillan 1780 mt, frazione di Cogne, si segue il segnavia numero 3 ben visibile dal parcheggio, situato prima della ripida strada asfaltata/sterrata dove il cartello divieto di transito regola l'accesso. In questo punto sono ben segnalate le mete escursionistiche ed evidenziate dalle classiche paline gialle segnavia.

L'escursione prende forma all'interno di un meraviglioso bosco di larici già carico di sfumature autunnali. In questa prima parte bisogna porgere le dovute attenzioni essendoci vari cambi direzionali. Durante il cammino si abbandona l'itinerario numero 3, seguendo ora fedelmente il segnavia 3B che condurrà in vetta alla Tsaplana, evitando ad un successivo bivio il percorso 3D. Rimontato il tratto boschivo l'agevole percorso esce allo scoperto portandosi sul lato del vallone Grauson, collocandosi sulla spianata prativa dove è eretta una croce lignea. Oltre questo punto le pendenze aumentano, si aggira uno sperone roccioso abbassandosi a destra e, poco dopo, si è in vista dei paravalanga posizionati poco sotto la cima che senza complicazioni si raggiungerà: Tsaplana 2681 mt. Il luogo è caratterizzato da una statuetta, molto bella e suggestiva, che raffigura una Madonnina e domina la Valnontey sovrastata dal Gran Paradiso. Il panorama già da questa prima elevazione è superbo e magnifico! Qui il sentiero segnalato e battuto termina.

Si prosegue inizialmente con facilità essendoci una lunga sequenza di ometti ben posizionati che conducono a quota 2800 mt senza grossi problemi. Dopodiché il pendio diviene meno addomesticato e parecchio ripido, la progressione avviene senza un vero percorso obbligato. Percorrendo la via più logica ed intuitiva, seguo il filo di cresta a lato del pendio, mantenendo la giusta distanza di sicurezza dal salto roccioso verso valle. Con marcia faticosa, considerando anche la natura del terreno ora più friabile, si interseca la cresta che digraga dalla vetta. Qui si trova un grosso e fondamentale ometto in pietra quota 2970 mt ponendo fine al tratto più duro e ripido. Già da questa posizione il panorama si amplifica a dismisura sui grandi colossi della regione: Monte Bianco, Grandes Jorasses, Ruitor, Monte Velan, Grand Combin. Ora per completare la salita, si segue la naturale cresta, tra fasce erbose e detritiche, fino a metter piede su delle rocce accattaste dove è ben visibile un'ulteriore ometto in pietra che rappresenta la vetta della montagna: Punta Arpisson 3035 mt. Vastissimo panorama e grande soddisfazione! La discesa avviene con lo stesso tragitto utilizzato all'andata.

NOTE: Sentiero per la Tsaplana 2681 mt agevole e ben marcato classificato T2. Il proseguimento verso la Punta Arpisson 3039 mt avviene per tracce di sentiero supportate da ometti in pietra segnavia risalendo un ripido ed impegnativo pendio valutabile T3 come difficoltà. Bisogna comunque ammettere che in condizioni stabili con buona visibilità non ci sono grossi problemi d'orientamento nonostante l'assenza di un sentiero ufficiale. 

Hike partners: GAQA


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T3
T3
T2 I
31 Aug 14
Punta Arpisson · his
T3+ WT4
21 Apr 10
Punta Arpisson 3035m · akka
T3
17 Aug 15
Cogne-Rifugio Arbolle-Cogne · cristina

Comments (12)


Post a comment

numbers says: Bravo!
Sent 25 October 2018, 11h06
Hai fatto bene a cogliere una bella occasione x questa stagione.

Ciao

GAQA says: RE:Bravo!
Sent 25 October 2018, 13h23
Grazie mille Mario!
Ho sfruttato al meglio una giornata di ferie e visto il meteo favorevole ho approfittato per tornare in questa splendida regione.
Buon proseguimento per le prossime....
Alessandro

Sent 25 October 2018, 11h54
Bella cima, Ale, super panoramica!!! Ottima scelta con una giornata così serena!!!
Bravo ad averne approfittato...
Ciaoo
Graziano

GAQA says: RE:
Sent 25 October 2018, 13h31
Grazie mille.
La favorevole esposizione a Sud mi ha permesso, senza grossi grattacapo, di salire su un 3000 molto panoramico a fine ottobre. Giornata limpida e luminosa: belvedere eccezionale.
Buone gite.
Alessandro

blepori says:
Sent 26 October 2018, 07h25
bella gita davvero, questa stagione che ci lascia salire in altro fino in autunno regola dei colori fantastici. Ciao Benedetto

GAQA says:
Sent 26 October 2018, 08h01
Ciao Benedetto grazie!
Una gita di medio/alta montagna presa al "last minute", già dal weekend il meteo cambierà, ma d'altronde è giusto che sia così: dovrà pur finire questa "lunga estate".
Nella parte bassa della gita, i caldi colori autunnali contrastavano il bianco candido dei ghiacciai del GranPa, il "4000 tutto italiano" da te salito a fine luglio :):)
Buone gite per le prossime.
Alessandro.

andrea62 says:
Sent 26 October 2018, 09h26
Bene, vedo che non hai perso tempo nel fare questa escursione attorno ai "3000". Scelta esatta perché il maltempo adesso sembra arrivare.
Da quando sono salito io può darsi che abbiano messo più ometti nella "sequenza".
Ciao
Andrea

GAQA says: RE:
Sent 26 October 2018, 10h07
Ciao Andrea, ti ringrazio per il tuo report ed informazioni molto utili.
Ho trovato un ottima sequenza di ometti fino a 2800 mt circa. Fino a quel punto una gita valutabile T2/T3.
Oltre il pendio diviene parecchio ripido e la posa degli ometti scarseggiava e quindi necessitava una maggiore attenzione negli ultimi 250 mt circa di dislivello, essendo anche scosceso, per quello il T3.
Quando sono arrivato a quella specie di "conca" che fortunatamente mi ha fatto rifiatare e che hai citato anche te nella tua relazione, sono andato su dritto per dritto, restando più verso destra, poi in un modo o nell'altro sono sbucato al "grosso ometto" 2970 mt sulla cresta e, a quel punto, ho capito che era tutto giusto:)
Buon proseguimento.
Alessandro

Poncione says:
Sent 26 October 2018, 13h55
Ottima scelta anche questa, Ale: panorami anche qui fantastici.

GAQA says: RE:
Sent 26 October 2018, 14h03
Grazie mille Emi.
Mi sono lucidato gli occhi con nuovi panorami per me. Lungo viaggio di avvicinamento, ma bellissima gita.
Ci sentiamo qualche volta:)
Buone gite per le prossime.
Alessandro

Panoramix says:
Sent 28 October 2018, 20h24
... e dopo 2 giorni di nuovo in Val d' Aosta ... giusto che fossi premiato da una simile giornata immagino parecchio mite ... ottobre ha di queste giornate ... giusto sfruttarle. Ciao. MARCO

GAQA says: RE:
Sent 28 October 2018, 20h47
Ciao Marco! La vacanza mi ha stregato:)
Avevo in mente di chiudere la "stagione estiva" con qualcosa di bello e visto il meteo favorevole sono andato a colpo sicuro: un 3000 alla mia portata in ambiente fantastico. Clima mite, poco ventilata e tanti silenzi...
Alessandro


Post a comment»