Heidelberger Hütte (2260 m) – EMTB


Published by siso Pro , 21 July 2018, 15h50.

Region: World » Austria » Zentrale Ostalpen » Silvretta
Date of the hike:12 July 2018
Mountain-bike grading: F - Easy
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   A   Paznaun 
Time: 3:30
Height gain: 600 m 1968 ft.
Height loss: 900 m 2952 ft.
Route:Ischgl (1355 m) – Stazione intermedia della Silvrettabahn (1683 m) – Sankt Gallus - Kapelle (1665 m) – Schwarzwasser See (1680 m) – Bodenalp (1840 m) – Gampenalp (1975 m) – Fimbaalpe (2121 m) – Heidelbergerhütte (2264 m).
Access to start point:Feldkirch – Tunnel dell’Arlberg – Autostrada A12 – Pians – Ischgl
Accommodation:Heidelbergerhütte; Berggasthof Bodenalpe.
Maps:Alpenvereinskarte 26 – Silvrettagruppe – 1:25000.

Ho perso il conto delle mie visite con gli sci a questa capanna in territorio engadinese nell’alta Val Fenga. Per la prima volta, oggi l’ho raggiunta con la e-bike, partendo dal Tirolo.

 

Inizio dell’escursione: ore 9:00 dalla stazione intermedia della Silvrettabahn

Fine dell’escursione: ore 12:35 a Ischgl

Temperatura alla partenza da Ischgl: 7°C

Temperatura alla Heidelberger Hütte, ore 10.40: 12°C

Temperatura al rientro ad Ischgl: 24°C

Pressione atmosferica ore 9.00: 1019 hPa

Velocità media del vento: 10 km/h

Sorgere del sole: 5.35

Tramonto del sole: 21.13

 

La giornata inizia con una breve trasferta di 10 km in auto, da Galtür fino ad Ischgl. Raggiunto uno dei tanti negozi di sport del centro, noleggio una e-bike e la porto sulla cabina della funivia Silvrettabahn. Grazie alla Silvretta Card non pago un centesimo. Scendo alla stazione intermedia, in zona Pardatschalpe, a 1683 m di quota. Il segnavia indica un tempo di percorrenza a piedi di 3 h. La gita inizia su una stradina con un bellissimo fondo asfaltato: è una pacchia! L’unica nota stonata è l’andirivieni di autocarri e furgoncini per un importante cantiere al Gampenalp (1975 m). Stanno costruendo un nuovo ristorante e una nuova seggiovia a sei posti (Gampen E4), che con un dislivello di 924 m costituirà un record mondiale. L’apertura è prevista fra quattro mesi, all’inizio della stagione 2018/2019, il 24 novembre.

Oltrepassata la zona del cantiere, avvolta dalla polvere e dal rumore di un elicottero in piena azione, supero una collinetta e mi trovo finalmente nella pace della Fimbertal. La strada ora è sterrata e sicuramente meno poetica rispetto a quando la percorro con gli sci. Scambio due parole con un alpigiano, salito con l’auto per controllare le proprie bovine con il binocolo. Scruta i due versanti attorno al Fimbabach e le conta per verificare che ci siano ancora tutte. L’anziana moglie lo aspetta meditabonda seduta su una panchina alla base di un masso: lo Stein der Weisen (la Pietra filosofale). È un bel quadretto, ma per discrezione non oso fotografarla. Per arrivare alla capanna ci vogliono ancora 4,7 km con 230 m di dislivello.

Non incontro più nessuno fino alla Heidelberger Hütte (2260 m), che raggiungo dopo una pedalata assistita di un’ora e mezza.

La terrazza è ancora deserta: i camminatori arriveranno più tardi.

Sul versante orientale del promontorio roccioso quotato 2303 m, Hans-Jörg sta aprendo una nuova via d’arrampicata. Gentilmente mi permette di scattare alcune foto che pubblico volentieri.
 

                               Arrampicata alla Heidelberger Hütte

La discesa verso Ischgl è molto piacevole, così come la sosta al laghetto Schwarzwasser See (1680 m), dove posso assistere alla pesca di bellissime trote e salmerini. I pescatori hanno la possibilità di cucinarli sul posto, grazie ad apposite griglie già istallate.

Una seconda sosta è d’obbligo, per fotografare il Ponte tibetano Kitzloch, lungo 117 m e alto 70 m: mi limito ad osservarlo dall’alto.

Una statua ricorda il cantante britannico Sting, che si è esibito ad Ischgl il 30.4.2001. Accanto alla statua è possibile leggere il testo della canzone “Massage in a bottle”, un suo cavallo di battaglia.

L’ultimo tratto di discesa, sopra il muraglione, è da affrontare con entrambi i freni tirati. Rientro così senza danni nel nucleo di Ischgl, che posso visitare per l’ennesima volta, oggi senza l’abituale folla gaudente che in inverno si aggira fino a tarda ora passando da un locale après-ski all’altro.

 

Per la prima volta alla Heidelberger Hütte in estate.

L’e-bike mi ha dato la possibilità di raggiungerla in tempi contenuti e senza uno sforzo eccessivo. Ho la conferma che questo mezzo aumenta le possibili scelte e amplia anche la cerchia degli utenti per una singola meta.

La Fimbertal è bella anche in estate, tuttavia, in inverno è sublime…

 

Tempo totale: 3 h 35 min

Tempo di salita: 1 h 30 min

Dislivello in salita: 600 m

Dislivello in discesa: 900

Sviluppo complessivo: 28,7 km

Difficoltà: F

Coordinate Heidelberger Hütte: 814.856 / 199.265

Copertura della rete cellulare: buona.

Libro di capanna: sì.

Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (6)


Post a comment

blepori Pro says:
Sent 22 July 2018, 15h59
bella l'idea dell'ebike, come dici se ampia la cerchia di chi può raggiungere dei luoghi di montagna sia la benvenuta! Io me la tengo di riserva per il futuro. Ciao Benedetto

tignoelino says: RE:
Sent 22 July 2018, 17h24
un runner come Te, per il momento, non ne ha bisogno.
Ciao, Benedetto.
roby

blepori Pro says: RE:
Sent 22 July 2018, 17h25
appunto, fra un mezzo secolo 'forse' mi verrà utile :)))

siso Pro says: RE:
Sent 22 July 2018, 20h55
Fai bene!
Credo che costituisca una boccata di ossigeno per le località sciistiche, che nelle stagioni "morte" sono costrette ad abbassare i prezzi all'inverosimile. Ha preso piede ovunque in modo massiccio.
Ciao!

Sent 22 July 2018, 17h22
Ci hai preso gusto, con la bici elettrica!! mi piace.
Ciao siso.
roby

siso Pro says: RE:
Sent 22 July 2018, 20h51
Provare per credere!
Ovviamente non si presta a tutti i percorsi. Comunque il mezzo non è da considerare solo per la terza età: il 90% degli utenti che ho visto erano giovani o di mezza età, comprese intere famiglie.
Ciao,
siso.


Post a comment»