COVID-19: Current situation

Grigna Meridionale 2185 da Ballabio


Published by cristina , 10 May 2018, 12h34. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 6 May 2018
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1 days
Access to start point:Milano-Lecco uscita Valsassina. Posteggio all'entrata di Ballabio sulla strada per i Piani dei Resinelli.

Dopo la maratona hikeriana di ieri siamo coscienti che le gambe non saranno al meglio delle loro possibilità ma la voglia di andare per monti è sempre tanta…una vera malattia.

Tempo fa ci avevano suggerito la salita ai Piani dei Resinelli partendo da Ballabio, il sentiero della Val Grande.

Lasciata quindi l’auto a Ballabio, saliamo a Ballabio Superiore, dove troviamo un cartello con vari sentieri con partenza da Ballabio. Sulla carta ne abbiamo solo due…invece.

Proseguiamo lungo una strada cementata fino a incontrare il bivio, uno dei tanti che incontreremo.

La strada diventa ora sentiero entrando in un bellissimo bosco. Continuiamo sul sentiero 50 fino al bivio con il 67 per i Pian dei Resinelli-Corni del Nibbio.

Svoltiamo quindi a sx, attraversiamo un ponticello di tronchi e riprendiamo la salita fino a sbucare nei prati alla base dei corni che non ho mai visto da vicino…suggestivi anche se da qui se ne vede solo uno!

Giungiamo quindi al rifugio Soldanella e poi al Porta, dove entriamo per chiedere info sulla presenza di neve.

Come immaginavamo la Cermenati è completamente pulita, probabilmente un po’ la troveremo sulla Sinigaglia e sicuramente rimane ancora nei canali.

I canali non ci interessano, quello che ci premeva era sapere la condizione della Sinigaglia per fare un anello.

Diversamente da quanto ci era stato detto sulla Cermenati non c’è molta gente. Incrociamo qualcuno che scende, raggiungiamo e superiamo un gruppetto di ragazzi e giungiamo in cima dove c’è si gente ma tutto nella norma.

Facciamo una bella sosta…Ah lo sapevate che nel Lem c’è un marziano? Il commento di un bimbo di 5 anni alla sua prima salita in Grigna.

Neve? Sembra essercene ancora una bella quantità sul versante nord, Canale della Federazione e Val Scarettone ci dicono, per il resto anche la traversata alta si sta pulendo velocemente.

Proseguiamo per la cresta Sinigaglia. Scendiamo dalla cima tramite tratti attrezzati piuttosto esposti e raggiungiamo il P.so del Gatto dove, come pensavamo, troviamo gli unici pochi metri di neve rimasti da questa parte.

Proseguiamo nella discesa con l’intenzione di tornare sulla Cermenati con il sentiero di collegamento che passa sotto i Magnaghi.

Il cartello lo troviamo poco dopo il P.so del Gatto ma, ricordando una traccia più in basso che ci sembrava anche più comoda che questa infinità di tracce sul brecciolino, riamaniamo sulla Sinigaglia.

Raggiungiamo così l’evidente traverso su erba e percorrrendolo ci portiamo sul sentiero di collegamento.

Passiamo così alla base dei Magnaghi dove svariate cordate si stanno cimentando sulle numerose vie…

Un bel traverso che, nei pressi dei Magnaghi, è qualcosina di più di un semplice sentiero, siamo pur sempre in Grigna, ci riporta sulla Cermenati e quindi al rifugio Porta dove facciamo sosta pranzo.

Scendiamo alla sterrata sottostante e proseguiamo in direzione della Traversata Bassa fino alla Baita Segantini. Non ci sono cartelli ma un evidente bollo Cai indica il sentiero 50 per Ballabio.

Scendiamo ripidamente a delle baite dove deviamo a sx per l’Alpe Cavallo.

Continuiamo la discesa, bel panorama sulla Valsassina e su entrambi i Corni del Nibbio, andandoci a riattaccare al sentiero fatto in salita.

Sulla Grignetta non c’è niente da dire, sempre affascinante.

Molto belli però anche i sentieri di Ballabio. Oltre ai due fatti da noi ce ne sono almeno un altro paio che permettono di allargare l’esplorazione dei boschi di Ballabio.


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (18)


Post a comment

numbers says: Bravi!
Sent 10 May 2018, 13h59
Variante originale


Mario

cristina says: RE:Bravi!
Sent 11 May 2018, 09h06
E ce ne sono altri di sentieri...

Sent 10 May 2018, 15h26
Che due giorni che avete fatto!!! Da paura...!!! Complimenti.
Graziano

cristina says: RE:
Sent 11 May 2018, 09h07
Quando si è malati....

GIBI says:
Sent 10 May 2018, 17h35
Non ho parole ... altri 1500 metri di dislivello dopo quello che abbiamo fatto sabato ... io domenica solo a salire le scale mi venivano i crampi !

cristina says: RE:
Sent 11 May 2018, 09h08
Beh non che fossimo informissima intendiamoci....abbiamo tenuto un ritmo da lumache, quello che ci ha aiutato è la bellezza della Grigna :-)

blepori says:
Sent 11 May 2018, 07h31
per il giro che avete fatto sabato di birra ce n'era ancora nelle gambe, forse quella che avete bevuto sabata sera dopo la hikerata! Ciao Benedetto

cristina says: RE:
Sent 11 May 2018, 09h09
Birra niente per me ma due fantastiche pizze :-))))

blepori says: RE:
Sent 11 May 2018, 09h15
tu vai a pizza e marco a birra? Mi sembra giusto..facciamo così anche noi...Ciao Benedetto

cristina says: RE:
Sent 11 May 2018, 09h16
Mi dicono sempre che costa meno vestirmi che portarmi in pizzeria :-))))

Menek says:
Sent 11 May 2018, 10h45
fortuna che le gambe erano molli...

cristina says:
Sent 11 May 2018, 11h49
Quando uno è malato..... ma ho idea che anche altri del gruppo e erano in giro domenica :-)

Poncione says:
Sent 11 May 2018, 13h37
A saperlo venivo con voi. :)))

cristina says: RE:
Sent 11 May 2018, 13h46
Dovevi anche venire a dormire da noi però :-)))

gbal says:
Sent 11 May 2018, 18h26
Il mio "maestro" di roccia faceva sempre questo sentiero mentre io salivo a Pian dei Resinelli in auto. Mi era rimasta sempre la curiosità.
Bravi, bel reportage

cristina says: RE:
Sent 14 May 2018, 09h25
Non avevamo mai preso in considerazione la salita da Ballabio, poi i gestori del Rifugio Cazzaniga ci hanno suggerito un paio di escursione nei dintorni di casa loro e devo dire che meritano...è che tante volte, dopo che nasce una strada, un impianto o altro si ha sempre il dubbio che i sentieri vengano abbandonati completamente, spesso è così ma tante volte si hanno delle piacevolissime sorprese.

Ciao Cri

gbal says: RE:
Sent 14 May 2018, 09h45
Mi sembra si chiami Val Calolden

cristina says: RE:
Sent 14 May 2018, 09h47
No la Val Calolden è quella che dai Pian dei Resinelli scende a Laorca.

Questa è chiamata Val Grande, per lo meno il sentiero che abbiamo fatto in discesa la attraversa.


Post a comment»