COVID-19: Current situation

Monte Mars - Cresta dei Carisey


Published by irgi99 , 9 October 2017, 23h07.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike: 8 October 2017
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: AD
Climbing grading: IV (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:00
Height gain: 987 m 3237 ft.
Height loss: 990 m 3247 ft.
Route:10.25 km
Access to start point:Dall'autostrada A4, uscita Carisio. Oltrepassata Biella, si seguono le indicazioni per il Santuario di Oropa (SP 144), dove parte la funivia per che porta al Lago del Mucrone (prima corsa h. 8,00 / ultima corsa 17 - corsa ogni 20/30 minuti).
Accommodation:Rifugio Coda (q. 2280 m)
Maps:IGC N. 9 Biella-Ivrea Bassa Valle d´ Aosta 1:50000

A volte ci sono di quelle salite che nemmeno te sai da dove le hai tirate fuori... Magari ne hai sentito parlare, magari si trovano in una zona che vorresti conoscere meglio o magari, come in questo caso.... solo perchè ti piace il nome!!!! Beh... il nome attirava... la zona era completamente nuova... e alla fine ne è uscita fuori proprio una cresta divertente in compagnia più che ottimaaa!!!!
E soprattutto... chi se lo immaginava mai di trovare un così bel granito in quel di Biella?!? ahaha


Dall'arrivo della funivia (q. 1870 m), seguire la sterrata in direzione della Bocchetta del Lago. Un attimo prima di raggiungere il Lago del Mucrone (q. 1899 m), prendere il sentiero che sale sulla destra (segnavia C11 per il Rifugio Coda). Abbandonata la deviazione che porta al Colle Chardon e all'attacco della Via Ferrata "Ciao Miki" al Monte Mars, si raggiunge, in breve, la Bocchetta del Lago (q. 2029 m), valico posto tra il Monte Mucrone a sinistra e il Monte Mars a destra. Dal Passo, perdere una cinquantina di metri e, con alcuni sali e scendi e contornando la bella vallata, tra pietraie e qualche tratto attrezzato con corda fissa, si perviene sotto la verticale del Passo Sella. Con un'ultima breve ma ripida salita, si raggiunge anche questa panoramicissima Bocchetta (q. 2247 m). Lasciare sulla sinistra la traccia che sale al Monte Sella e che scende al Rifugio Coda, quindi, proseguire verso destra fino a guadagnare l'attacco della Cresta dei Carisey (spit q. 2260 m circa).
Risalire un saltino roccioso (III), poi, per sentiero e roccette, continuare fino ad arrivare in cima ad uno speroncino. Qui si incontra una corda fissa molto "vissuta"... pertanto, per superare il saltino roccioso, consiglio di scendere in disarrampicata facendosi calare dal compagno, il quale scenderà poi con una veloce doppia.
Per placche e belle fessure (III/III+) sempre ben protette o comunque proteggibili con friends e/o nuts, si perviene in cima alla Punta Amici (q. 2338 m). A questo punto, la cresta diventa praticamente orizzontale e molto esposta: occorre, infatti, rimanere sempre sul filo sfruttando la bellissima lama della cresta (II+).
Superate le varie placchette e lame, si raggiunge un saltino, conosciuto anche come "inginocchiatoio", passaggio superabile sia in disarrampicata (un po' scomodo - III), sia con una breve doppia (sosta per calata).
Oltrepassato anche questo ostacolo, ci si porta verso la parte finale della cresta: una serie di brevi muretti ben fessurati (III) conducono alla base del "Dado", sulla cui sommità termina anche la Cresta dei Carisey. Si tratta del punto più difficile dell'intera via (IV/IV+), che va superato sfruttando la bella fessura sulla destra (i più allenati possono tentare anche la fessura di sinistra di V, non protetta, però, da nessuno spit).
Raggiunta la sommità del Dado, proseguire inizialmente ancora per cresta (II) e poi aggirarla sulla destra seguendo una labile traccia fino ad un colletto dove si rincontra il sentiero dell'Alta Via delle Alpi Biellesi. Da qui, seguire i bolli gialli e blu che, tra facili roccette (I) e qualche tratto attrezzato, conducono alla croce di vetta del Monte Mars (q. 2600 m).

Dalla cima, scendere lungo la cresta est (opposta a quella di salita), fino a raggiungere una conca detritica posta sotto al Colle Chardon (q. 2190 m circa). Il sentiero prosegue quasi pianeggiante, fino al piccolo bacino del Lago del Monte Rosso (q. 2200 m), dal quale si scende per comodo sentiero al Lago del Mucrone prima e alla funivia poi.

TEMPI DI PERCORRENZA:
  • FUNIVIA - BOCCHETTA DEL LAGO: 30 minuti
  • BOCCHETTA DEL LAGO - PASSO SELLA: 1,20 ora
  • PASSO SELLA - ATTACCO CRESTA DEI CARISEY: 5 minuti
  • ATTACCO CRESTA DEI CARISEY - DADO: 2,50 ore
  • DADO - MONTE MARS: 45 minuti
  • MONTE MARS - FUNIVIA: 1,20 ora

con Peru, Jack e Sergio.

Hike partners: irgi99


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T4 AD+ V-
14 Sep 19
Mont Mars, Cresta dei Carisey · Alpingio
T4- IV
20 Jun 20
Monte Mars dalla Cresta dei Carisey · francesc92
T4 I
T3+
T4+ PD- II AD-

Comments (10)


Post a comment

stellino says:
Sent 10 October 2017, 07h26
molto bella e interessante, complimenti!

irgi99 says: RE:
Sent 10 October 2017, 15h22
Grazie! E' stata soprattutto molto divertente! Merita proprio!

Simone86 says:
Sent 10 October 2017, 08h26
complimenti a questa nuova generazione!

irgi99 says: RE:
Sent 10 October 2017, 15h23
Grazie! :)

igor says:
Sent 10 October 2017, 19h18
Bravi ! Ciaoooo

irgi99 says: RE:
Sent 11 October 2017, 07h07
Thanks!!!!
Irene

GIBI says:
Sent 10 October 2017, 22h39
anche io Irene preferisco decisamente il Mars rispetto allo snickers, twix, Bounty e milky way !

scherzi a parte il Mars è proprio una bella montagna, io ci ero salito ovviamente per la via normale però partendo dal Santuario di Oropa.

ciao Giorgio

irgi99 says: RE:
Sent 11 October 2017, 07h08
ahahaha beh... il mars è il + buono!!! ;)

Partendo dal Santuario è proprio una bella sgambata! Complimenti!!!!

ciao Irene

Panoramix says:
Sent 11 October 2017, 19h19
Complimenti ... anche per la scelta della giornata ... molto limpida ... e come temperatura come e' andata ? Freddo ? Vento ?

irgi99 says: RE:
Sent 12 October 2017, 07h06
Allora, appena scesi dalla funivia freddo e vento abbastanza fastidioso.... Fortunatamente appena valicata la Bocchetta del Lago, è diminuito molto e, in alcuni punti, faceva addirittura caldo! In cresta, invece, ce n'era un po' all'inizio (ma non fastidioso), poi si è calmato del tutto e si stava benissimo!


Post a comment»