COVID-19: Current situation

Alpe GHIACCIO


Published by veget , 23 May 2017, 22h48.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:17 May 2017
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:00
Height gain: 930 m 3050 ft.
Height loss: 930 m 3050 ft.
Access to start point:Superstrada del Sempione uscita per Piedimulera. Prima del ponte sul fiume Anza girare a sinistra per Fomarco e Gulo , seguire la strada per gli alpeggi, fino al grosso parcheggio.Enel?

La scelta dell'Alpe Ghiaccio come escursione  è la preferita nei confronti di  altre tre "località" proposte.....
Dalla descrizione da parte dell'amico che la propone,non ricordo la posizione in cui si trova l'Alpe suddetto....Eppure, mi viene rammentato che  nell'occasione della nostra comune ascensione  al Pizzo Camino, nel Nov.1995,  durante la salita eravamo transitati dal Ghiaccio, mentre  per il ritorno, siamo saliti allo Cima Strighet....Rileggo oggi il dislivello e calcolo l'età!
Significa che da allora non sono  più  tornato in questa zona. (è passata una vita!!)
Per la cronaca:Sul Pizzo Camino ero salito una seconda volta nell'Ago.2002 provenendo da Campello Monti
La meteo odierna non è fantastica....... l'importante che non venga a  piovere.....Anzi, nel  pomeriggio durante la discesa,fortunatamente la situazione migliora.....
Il sentiero ben segnalato inizia poco prima del  parcheggio. Esso si snoda all'interno di un fitto bosco di castani, purtroppo le foglie cadute nell'autunno precedente, spesso nascondono la traccia....La pendenza  da considerare "decisa"..... rende il procedere lento ma continuo.... Con questo "ritmo" si superiano diversi piccoli alpeggi, alcuni dei quali   presentano parecchie "baite"  ristrutturate con buon gusto...Oltre l'alpe la Villa, si continua in un altro bosco principalmente di faggi,all'uscita del quale si arriva all' alpe Prà, dal quale s'intravvede la meta.D'ora in poi il sentiero non è più segnato,ma la traccia è ben evidente..... soprattutto perchè  le piante sono rare, e le foglie da esse cadute si sono decomposte, per cui pressochè inesistenti.....
Passo dopo passo ,si arriva al "Ghiaccio"  tranquillamente..... La costruzione che  si notava dall'Alpe sottostante , era il Bivacco (chiuso), di proprietà della Sez. Cai di Piedimulera.
Parecchie altre strutture abitative oltre questa, dimostrano il grande  utilizzo di questo"nido d'aquila" posto ad una discreta  quota, qui creato pur di trovare il  foraggio per i bovini.....principale motivo che "attraeva" uomini e animali ad un'immane fatica  per arrivare e vivere quassù,viste  le pendenze....e la scarsità di  tutto.... 
La posizione , potrebbe riservare bellissimi panorami, ma ahimè, dobbiamo accontentarci!
(Mi soffermo.... Immagino lo spettacolo visibile da questo luogo,durante  una serata di luna piena.....)

Si decide di sostare  per la pausa"ristoratrice" qui al "Ghiaccio".....Nel frattempo, le nubi iniziano a dissolversi, lasciando spazio   all'azzurro,Il quale finalmente..... si approprierà  del cielo molto  prima di arrivare al parcheggio....
Allla fine dell' escursione, la soddisfazione è comprensibilmente grande........Per aver rivisto ambienti , collegati ad indimenticabili ricodi
Ciao a Tutti
Eugenio

.


Hike partners: veget


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (11)


Post a comment

micaela says:
Sent 24 May 2017, 11h32
Sempre con gli scarponi ai piedi, sempre a (ri)scoprire luoghi (della memoria) incantevoli, sempre bella la tua penna gioiosa (talvolta nostalgica), caro Eugenio!
Ciao, Micaela.

veget says: RE:
Sent 24 May 2017, 20h09
Questo alpeggio , per me è stato bellissimo riscoprirlo, del quale sinceramente non ricordavo più l'esistenza.....
Il mio lato "nostalgico"e fortunato, col passare degli anni lo considero inevitabile.... Penso riguarderà molti altri....
Grazie Micaela
Ciao
Eu



Poncione says:
Sent 24 May 2017, 13h19
Eugenio, la tua passione non ha confini... sempre un Esempio per tutti noi.
Ciao

Sent 24 May 2017, 19h21
Dai, potevi arrivare fino a Strighett. Ciao, Eu.
roby

veget says: RE:
Sent 24 May 2017, 20h49
Mi si Roby, averci pensato, il dislivello mancante era (magari) nelle nostre forze e sarebbe stata una bella "impresa",è mancata la spinta......
Grazie della fiducia!
Ciao
Eu




tignoelino says: RE:
Sent 24 May 2017, 20h58
Era lì ad uno sputo: comunque sempre in gioco, Complimenti, Eu.
roby

veget says: RE:
Sent 24 May 2017, 21h13
Hai ragione....ma questo era già un (bel) traguardo!!
Ciao Roby
Eu

P.S.Oggi da Maglioggio, alpe la Colla sopra Aleccio.
Mi spiace.ero con persone che si sarebbero fermate,, perchè volevano tornare presto....Alla prossima...

Menek says:
Sent 25 May 2017, 10h39
ricordi su ricordi e intanto ti sei pappato quasi 1000 mt di dislivello! Bella Eu.
Menego

veget says: RE:
Sent 25 May 2017, 13h59
Ma si! È vero.....Mettere in "saccoccia" giornale di montagna,che ti riportano indietro.....guardando avanti! È sempre un privilegio.
Grazie
Buona continuazione.i
In attesa dell'Alben....
ciao Dome
Eu

gbal says:
Sent 4 June 2017, 09h34
Tanti anni fa ma è bello tornarci con tanti ricordi e vedere che si è sempre lì a domare le montagne.
Bravo Eugenio, complimenti. Peccato x il panorama ma....ci tornerai tra un'altra manciata di anni no?

veget says:
Sent 4 June 2017, 20h18
Caro Giulio,
tornare in certi luoghi di montagna, dei quali non ricordi di aver già visto....è "intrigante", perchè ti costringe ad impegnare la memoria, ha scavare.....
Ultimamente,forse per i motivi di cui sopra, inserisco spesso tra le mie.... alcuni "amarcord"....
Grazie!
Ciao

Eugenio


Post a comment»