100 metri dal Pizzo Sole (2773 m) in cresta


Published by saimon , 5 January 2017, 14h20. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 2 January 2017
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: PD+
Snowshoe grading: WT3 - Demanding snowshoe hike
Ski grading: PD+
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Molare   Gruppo Pizzo del Sole 
Time: 4:00
Height gain: 1159 m 3802 ft.
Height loss: 1160 m 3805 ft.
Route:Percorso: Posteggio Infocentro Casaccia (1809 m) – Lareccio (1909 m) - Rondadöira (1975 m) – Lago dei Canali (2180 m) - Bassa di Sou (2443 m) - Le Pipe (2667 m) - quasi Pizzo Sole (2773 m)
Access to start point:Autostrada A2 uscita Biasca, prendere strada cantonale direzione Passo del Lucomagno, posteggiare all'Infocentro Casaccia.

Saimon:

Giornata fredda ma stupenda.

Sento il giorno prima il mio grande amico Igor e gli dico che voglio andare a fare un'uscita tranquilla, gli propongo qualche cima e lui subito mi spara il Pizzo Sole, ci penso un'attimo e dico, ma si dai, magari questa volta ce la faccio siccome non sono solo come l'ultima volta che ho fatto le Pipe.

Ci mettiamo d'accordo sull'orario e il giorno dopo anche se un po' tardi si parte, io sarei partito almeno alle 7.30 da casa mia perchè conoscendo il lungo percorso poi si fa subito tardi e il rientro una volta sulla cima è lungo.

Una volta su, noto subito la temperatura nella mia auto, infatto siamo nettamente sotto zero.

Inizio dell’escursione alle 09:15
Fine dell’escursione a 100 metri dalla cima ore 13:00
Temperatura alla partenza: -4.5°C
Temperatura sulla cima: -12.5°C con gelido vento da nord-ovest
Rientro alle ore 16:00
Temperatura al rientro: -3.5°C

Igor aveva già freddo e non voleva ammalarsi di nuovo, era un bel freddo secco. Partiamo di buon passo e iniziamo l'escursione per l'ennesima volta ancora senza racchette.

Passiamo la piana di Campo Solario e Igor alle prime cascine decide di montare le racchette anche perchè sul dosso pesano.

Proseguiamo quindi con racchette ai piedi su neve molto ghiacciata e cartonata.

Arriviamo nella piana del Lago dei Canali e iniziamo sali e scendi tra maestose dune di neve, paradisiaco, davanti a noi il Pizzo Colombe con i Campanit, una meraglia, m'affascinano sempre queste cime.

A sinistra dico a Igor guarda su la Signora Cima, aspetta proprio noi.

Arriviamo dapprima al omino di vetta sulla Bassa di Söu e iniziamo la salita alle Pipe, seguiamo il tragitto di cresta, forse pure il meno complicato, arriviamo poi nel piccolo falso piano che ci conduce all'ultimo strappo prima delle Pipe, dove poi si scende qualche metro per prendere la cresta che conduce al Pizzo Sole.

Bé non ci siamo riusciti, io mi sono fermato a più di metà della cresta davanti alle rocce e non ce la facevo più, mentre Igor decide di proseguire con uno sprovveduto che abbiamo incontrato prima, che non era per niente equipaggiato, ma alla fine era di fretta e lascio descrivere al mio caro amico Igor il come mai non sono potuti proseguire.

Vabbé a te la parola, sono contento "man" che mi hai accompagnato in questa magnifica escursione, dopo tanto tempo che non riuscivamo più a combinare, speriamo di farte una qualcun'altra assieme, magari con Big Ueli.

alla prossima con un'altra magnifica escursione.

Igor:

Oggi vado finalmente con l'amico Saimon,a provare il Pizzo del Sole,ci troviamo a casa sua e poi saliamo con la sua auto fini al luccomagno,dove parcheggiamo e partiamo per l'escursione.

Fa molto freddo,mi bardo per bene e partiamo con gli zaini belli carichi,ho portato anche la corda e vari materiali di assicurazione.

Simon conosce bene la zona,queste sono le sue zone,chi meglio di lui le conosce ??? grande man...

Seguo Saimon che fa da apripista e ci inoltriamo nella valle,dove magnifica montagne fanno da contorno,il freddo pungente non smette un attimo e pure ci si mette pure il vento gelido da contorno favoloso !!!

Tra vari sali e scendi e lunghi traversi ci troviamo alla quota 2400m segnata da un ormone segnavia,dopo il quale ci inerpichiamo sulla cresta che conduce alla pipe, nel frattempo dietro di noi sbucano 2 ragazzi che sono saliti dalla Levantina e avevano già fatto 2 cime...

Decidiamo di salire tutti insieme cosi c'é la raccontiamo un po' su, i 2 ragazzi vogliono andare anche loro al pizzo del sole ma non sono equipaggiati con i dovuti materiali, gli dico più volte di fare attenzione che in montagna un errore si paga caro, forse anche loro non si sono resi conto che questo pizzo con la neve non é cosi mansueto come in estate...

Iniziamo a salire la cresta del Pizzo del sole che all'inizio e abbastanza targhetta,ma più si vanta e più si fa stretta e sul suo percorso si trovano anche pezzi da arrampicare, giunti alla prima difficoltà arrampicatoria Saimon decide di fermarsi,effettivamente lo posso capire i pendii a lato della cresta sono molto ripidi,dal lato leventinese se passi giu' sei morto sicuro e dal lato Bleniese va giu' molto ripido.

Un ragazzo Jacopo si é fermato già prima non avendo il materiale non poteva continuare, mentre il suo amico ha proseguito circa 20 metri davanti a me é si é fermato non avendo neanche lui i ramponi e la piccozza.

Decido visto che ho corda e materiali vari di dire al ragazzo se vuole tentare la vetta con me che lo assicuro,mi faccio dare la picca da Saimon e la do al ragazzo, iniziamo a scalare la cresta....

Creo una bella sosta e spiego al ragazzo come assicurarmi, proseguo scalando le roccie e sul filo di cresta che in alcuni punti é molto sottile, un vero brivido ! provare per credere !

Creo un altra sosta e assicuro il ragazzo che mi raggiunge,ora c'é il pezzo secondo me più adrenalinico,la cresta si impenna ulteriormente,ma c'é solo una bella lingua che si impenna di neve della lunghezza di circa 60 metri,me ne accorgerò solo dopo quando la corda finirà a meta pendio.....

Parto, il ragazzo mi assicura, mi tengo con le mani  al bordo della lingua di neve tenendo il corpo nelle direzione del dirupo che da sulla valle di Blenio come se stessi scalando il bordo di una placca rocciosa per farvi capire, la neve e talmente dura in alcuni punti che i ramponi non entrano neppure se non solo di un centimetro ! comunque se cadessi mi farei un bel pendolo di 30 metri ! mi assicuro bene con la picca e proseguo quando sento il ragazzo che mi dice che la corda é finita !!!!

Cerco più che posso di sfondare la neve più in basso del filo di cresta dove riseco in qualche modo a fare una base per i piedi,creo una sicura con la piccozza e dico al ragazzo di venire che lo tendo.....

Giustamente il ragazzo mi dice che non se  la sente:

.- No io mi fermo non me la sento
.- dai vieni ti tengo poi mi assicuri in parete e andiamo in vetta mancano 20 minuti...
.- Mi dispiace veramente io mi fermo qui.....

Dispiace anche a me, ma il ragazzo (scusa non mi ricordo mai il tuo nome) ha ragione, senza ramponi é un suicidio e avrebbe tirato giu' pure me e ci saremo fatto male, a malincuore decido di ritornare con molta cautela sui miei passi raggiungendo il mio socio di scalata odierna...

Faccio molte sicure e ci andiamo a ricongiungere a Saimon e Jacopo ci ci aspettano alle Pipe,parliamo un attimo e ci salutiamo e poi ci inerpichiamo giu' per il pendio e andiamo verso l'auto.

Giornata fantastica, grazie mille Saimon e alla prossima !


Nota sul Pizzo del Sole ed altro :

Questo pizzo con la neve non é affatto da sottovalutare,la cresta e molto ripudia e su suoi lati presenta impervi pendii,sul lato leventinese definirei mortali ! su quello Bleniese molto ripido e meglio non scivolare !

Ora ho toccato con mani e piedi sono giunto alla conclusione che con una bella corda da 60m e forse mi compro pure delle viti da ghiaccio si può fare tutto in sicurezza sempre che non cada neve e riapra le roccie.

Poi c'é la parte da arrampicare ma qui si possono creare un sacco di sicurezze e questo non mi da preoccupazione....

Inoltre volevo dire ai 2 ragazzi me mi leggono di fare molta attenzione perché non si a fare una montagna come il pizzo del Sole senza attrezzatura adeguata (ramponi, piccozza) almeno questi e inoltre saper usare la piccozza,ho visto il mio compagno di avventura che non sapeva nemmeno usarla ! Lo dico per voi perché la montagna non é il parco giochi di Lugano,e se cadevi qui oggi ci lasciavi le penne,

Per favore quando andate a fare certe cose munitevi di attrezzatura e al limite fatevi spiegare da qualcuno come si usa la piccozza e i ramponi,veramente perché ci potete lasciare la vita e non mi sembra il caso....

Comunque (e scusa se non mi ricordo il nome) grazie mille che mi hai accompagnato nella scalata parziale della cresta del Pizzo del Sole, chi sa che non ci rivediamo,intanto grazie mille !!!!

Hike partners: igor, saimon


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3+ I
T4+ F I
3 Sep 16
Pizzo del Sole - 2773 m · irgi99
T4+
WT3
9 Dec 16
Le Pipe · Giaco
T3+ PD+ WT3 PD+
18 Dec 16
Le Pipe (2667 m) · saimon

Post a comment»