Monte Faroma e Monte Morion


Published by Andrea! Pro , 11 October 2016, 08h14.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike: 2 October 2016
Hiking grading: T4+ - High-level Alpine hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1810 m 5937 ft.
Route:21,7 km a/r
Access to start point:Lignan, Valle di Saint Barthelémy (Val d'Aosta).

Dall'est all'ovest inseguendo il bel tempo ... oggi decisamente meglio di ieri anche se il vento non è mancato.

In auto si arriva fino all'osservatorio astronomico per poi imboccare il sentiero per il Bivacco Clermont e il Col de Vessona. Si guadagna quota pian piano per affrontare poi uno strappo fino a poco prima dell'alpeggio di Champ-Ramin. Da qui il sentiero ufficiale porterebbe verso il Col de Chaleby per poi deviare verso il bivacco compiendo un ampio semi-cerchio, noi preferiamo fare una nostra variante su terreno libero e ripido per raggiungere direttamente il confortevole bivacco dove facciamo una bella sosta.

Raggiungiamo il soprastante Col de Vessona e iniziamo l'ascesa vera e propria per il Monte Faroma. La prima parte si sviluppa su una facile e suggestiva pietraia dopodichè si inizia a traversare, fortunatamente sul versante a sud, su roccette non difficili. Un buon numero di ometti guida lungo la via migliore.
Si giunge sull'anticima dove si nota il forte contrasto tra il versante a nord, con qualche centimetro di neve e quello a sud completamente asciutto. Scesi di venti/trenta metri si continua a traversare alzandosi poco per volta per poi affrontare un ultimo canalino di pietre e pietrisco fino a giungere nuovamente in cresta che si segue fino in vetta.

Poco sotto la croce non tira aria e possiamo concederci una pausa ammirando il panorama sul versante opposto della Valle. Ritorniamo sui nostri passi fin nei pressi del Bivacco, da cui non ripassiamo, rimanendo sul sentiero dell'Alta Via 1.
Superate un paio di vallette il sentiero scende fino a lambire uno stagno (località che forse si chiama Pian Piscina) e poi con una comoda salita raggiunge il Col de Chaleby.

Riesco (riusciamo) a non farci tentare dalla non proprio vicina Becca di Fontaney, giusto perchè è una possibile meta scialpinistica e la teniamo buona per una prossima visita in questa valle quindi scendiamo in direzione del pianoro sottostante dove abbandoniamo l'Alta Via 1 per deviare verso il Colle di Salvè. Da qui, come da programma, saliamo sul Mont Morion seguendo il bel sentiero che non presenta difficoltà se non quelle date dal vento teso che ci investe.

Fatto ritorno al Colle di Salvè non ci resta che ridiscendere con calma a Lignan, facendo attenzione a non perdere il sentiero nei pressi dell'alpe di Tza di Fontaney.


Hike partners: Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

jkuks says:
Sent 11 October 2016, 19h02
Bellissimi paesaggi autunnali...

Andrea! Pro says: RE:
Sent 12 October 2016, 19h17
Si, ma temperature quasi invernali!
A.


Post a comment»