Piz Nair mt 3056-anello da Champfer


Published by turistalpi Pro , 20 August 2016, 16h28.

Region: World » Switzerland » Grisons » Oberengadin
Date of the hike:19 August 2016
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR 
Time: 8:00
Height gain: 1300 m 4264 ft.
Height loss: 1300 m 4264 ft.
Route:come waypoint

Non ho sentito Alessandro e comunque approfitto di un giorno dalla meteo passabile tra due giorni negativi e solo vado in Engadina. Volevo quasi salire al mio Piz Ot ma lo stato nuvoloso del cielo ed il fatto che fino al mattino presto doveva aver piovuto mi hanno consigliato di fare una cosa più tranquilla e cioè il Piz Nair che quest'anno non ho ancora salito....oltretutto sono reduce ieri da uno strano mal di gola. Lascio l'auto al solito parcheggio in basso a Champfer e prendo la stradina che nel bosco porta all'inizio di Suvretta dove c'è il grande albergo Suvretta House. Salgo lungo la strada asfaltata e nei pressi del parcheggio dove solitamente lasciavo l'auto noto una segnaletica che indirizza alla stazione superiore della Signalbahn tramite via Alpina. Non avendola mai seguita proseguo in tal direzione... ma così facendo ho perso un bel po' di tempo perché praticamente la strada mi ha portato sulla via per Corviglia. Tra l'altro in un punto dove c'erano lavori in corso c'è una bella indicazione classica "Bergwander...". Entro in qualche maniera nel sentiero che......non c'è....e vedo la stazione della funivia dritto sopra la mia testa. Non c'è niente da fare che seguire ancora la parte rimanente della stradina sino a Salastrains e poi girare a sinistra e così finalmente arrivo a Signalbahn. Insomma ho perso tempo e basta. Ora non desidero altre sorprese e quindi seguo il noto percorso che via alp Giop e Chamanna mi porta al Munt de San Murezzan dove arriva un altro impianto. Però a metà sono allietato dalla presenza di diverse marmotte anche giocherellone che ovviamente mi prendono del tempo per le foto...e sì perché pur non sentendomi andavano e venivano di modo che mi era difficile centrare l'obiettivo( ed infatti qualche foto è un poco mossa). Arrivo poi faticosamente alla Chamanna dove mi fermo un poco perché stranamente sono piuttosto stanco e sudato (non c'è molto sole e di solito sudo poco... forse sono i postumi del mal di gola). Mangiato qualcosa poi però  passa tutto e l'ultimo ripido tratto di sentiero lo supero senza fatica e nemmeno fermarmi (di solito arrivato in cresta mi fermavo...). Arriva il vento (mi pareva). Arrivo in cima, mi guardo in giro, qualche rara foto e subito mi fiondo nel ristorante dal mio amico Paolo di Ischia che fa ivi il cameriere. Mangio qualcosa e parlo con lui (non ci sono tante persone a quest'ora). Ci salutiamo e poi riparto in discesa per la val Schlattain dove voglio dare un'occhiata da vicino al "rinnovato" ed ampliato laj Alv. Il sentierino di collegamento è a posto e pulito (ricordavo altre salite precedenti e forse al termine dell'inverno dove mi sembrava in via di franamento...). Piacevole e tranquilla è poi la discesa nella brulla valle fino nei pressi del lago dove prendo il largo sentiero rifatto per Corviglia.  A me il lago rifatto mi piace e molto....prima era poco più di una pozzanghera, ora è molto di più e risaltano le sue acque proprio bianche o quasi....Avanza anche la nebbia oltre al vento....Da Corviglia seguo la stradina per Suvretta ed alla stazione della funivia seguo il sentierino che direttamente mi porta alle prime case del paese. Traverso tutta Suvretta ed alla fine per la stradina di stamane giungo al parcheggio. Si la giornata pensavo fosse migliore ma visto la pioggia mattutina è andata ancora bene e poi è stata un'altra giornata d'Engadina.

Hike partners: turistalpi


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»