Etna - Monte Frumento delle Concazze, Monti Sartorius


Published by Andrea! Pro , 4 March 2016, 20h53. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Sicilia
Date of the hike:21 February 2016
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1000 m 3280 ft.
Route:13,9 km a/r
Access to start point:Rifugio Citelli.

Poge
Dopo un'altra ottima cena come unici ospiti del Rifugio Citelli, eccoci al nostro ultimo giorno in queste terre. Abbiamo il rientro a Catania nel pomeriggio e quindi dobbiamo scegliere un itinerario "gestibile" in mattinata o poco più: si potrebbe salire ai Pizzi Deneri.
Su una cartina appesa al rifugio scopriamo l'esistenza di un sentiero che sale con numerosi zig-zag il versante est di questo monte e decidiamo di seguirlo, così da scendere eventualmente per il percorso programmato a casa.

Presa qualche scarna informazione dal papà del gestore, partiamo scortati da Chico, il bel cane del rifugio. Con un taglio "a muzzo", evitiamo un pezzo di asfalto e ci inoltriamo sul Sentiero Natura dei Monti Sartorius. Un po' per intuito, un po' per culo becchiamo subito l'invisibile bivio del sentiero e iniziamo comodamente a seguirlo. Questo diventa più evidente mentre si sale e più in alto se ne intuisce chiaramente l'andamento.

Sarebbe tutto perfetto (compreso il cielo blu) se non fosse per il solito amico vento che oggi sembra soffiare come ieri ma con l'aggravante che per il momento siamo ad una quota inferiore ... non osiamo immaginare come potrebbe essere a 2850. Capiamo presto che non riusciremmo a sopportare un'altra giornata come ieri, con il rischio di "buttar via" l'ultima escursione sull'Etna. Breve summit, cane compreso, e di comune accordo decidiamo per cambiare meta, cercando di unire altre idee "secondarie" rimaste in sospeso.

Come prima cosa ci dirigiamo verso il Monte Frumento delle Concazze, così almeno una cima l'avremo fatta e la mia scimmia si metterà il cuore in pace. Con un traverso raggiungiamo una bellissima valletta nera che risaliamo fin quasi al culmine per poi iniziare a rimontare i ripidi pendii del Monte Frumento. Qui il vento alle spalle picchia duro e bisogna scegliere la traiettoria di salita migliore per evitare il più possibile di camminare controvento. A volte anche il cane, nonostante le quattro zampe e il baricentro più basso, viene spostato dalle raffiche. L'arrivo in vetta è una vera e propria toccata e fuga, nel senso letterale del termine, non aspetto neanche Raffaele a pochi passi da me e scendo subito dalle ragazze rimaste un centinaio di metri più sotto.

Ritornati sui nostri passi, non seguiamo integralmente il percorso della salita ma facciamo alcune deviazioni (per altro molto semplici e intuibili su terreno sabbioso) fino a ritornare sul Sentiero Natura. Da qui ci dirigiamo per fare il giro del Monte Baracca, passando anche dal Rifugio Baracca (chiuso) giusto per vederlo.

Attraversiamo un bosco straordinario di pini della specie Pinus nigra laricius, in netto contrasto con il deserto delle quote più alte. Mentre camminiamo tranquilli su questo percorso siamo quasi contenti di aver cambiato meta per poter godere di questo spettacolo.

"Fatto vento ... facciamo vent'uno" ci inoltriamo anche nel tour dei Monti Sartorius, antichi e suggestivi crateri. Anche qui ci rendiamo conto che ci saremmo persi un posto bellissimo se il vento non avesse cambiato i programmi per noi. Gironzoliamo sul bordo dei crateri con il bel panorama sulla costa della Calabria ben visibile e poi a malincuore scendiamo e ritorniamo al Citelli, consci che è giunta l'ora di ripartire.


RocRaf74 e angy
Un bellissimo cielo blu per il nostro ultimo giro nel parco dell'Etna! Poge ci propone la salita a Pizzi Deneri a 2.800 m, dove sorge l'Osservatorio Vulcanologico. Purtroppo il vento soffia molto forte anche oggi e non ci consente di salire in quota. Ci gustiamo pertanto una bella escursione non lontano dal nostro rifugio. Il paesaggio che attraversiamo è molto bello! Camminiamo tra antichi coni vulcanici e ammiriamo alberi impressionanti: Pini larici di straordinaria grandezza. E poi siamo in allegra compagnia del nostro nuovo amico a quattro zampe! 
Grazie Andrea e Manu per queste belle giornate che non dimenticheremo! Arrivederci Sicilia.

Hike partners: angy, Andrea!, RocRaf74


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

jkuks says: Bravi
Sent 4 March 2016, 21h22
Complimenti per la vacanza e le relative escursioni. Documenti fotografici e descrizioni eccellenti. E che vento!!! Buon rientro.

Andrea! Pro says: RE:Bravi
Sent 4 March 2016, 23h39
Grazie.
Purtroppo il rientro è già avvenuto da un po'.... e c'è già la voglia di ripartire ....
A.


Post a comment»