La Maya d'Arolla (3042 m)


Published by Sky , 20 September 2015, 20h14.

Region: World » Switzerland » Valais » Mittelwallis
Date of the hike: 3 August 2015
Hiking grading: T5- - Challenging High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: CH-VS 

Prima salita di questa estate vallesana 2015. Sono tante le vette che ho fatto e non voglio ripetermi.. la scelta delle mete diventa anno dopo anno sempre più difficile.. Ho parecchio timore per il mio ginocchio, in discesa, quindi per incominciare cerco una meta con 1000 m di dislivello. Il minimo legale ! La scelta cade su La Maya d’Arolla. Una vetta sconosciuta, quasi senza rapporti su internet, una “prima” di HIKR.. all’apparenza poco appetibile perché su una cresta laterale della dorsale che divide la Val d’Arolla dalla val de Ferpècle (la cresta W della Pointe N des Douves Blanches).. ma a me l’idea intriga ! Fino a qualche tempo fa la credevo impossibile, ma il Brandt la dà come F.. proviamo !

Salendo in macchina lungo la Val d’Arolla, all’improvviso me la vedo davanti ! Non l’avevo mai osservata con attenzione… Che impressione ! Il canale che porta al colletto ad E della cima sembra ripidissimo.. stiamo a vedere.

Arrivato ad Arolla, seguo il nuovo sentiero per la cabane de la Tsa fino al punto in cui questo cambia direzione e prosegue verso NE, in direzione della capanna, e mi dirigo in diagonale verso il colletto. Giunto alla base constato che è tutto sabbia.. decido di stare sulla sinistra, per poter sfruttare le roccette come appiglio. Procedo, piccozza alla mano, con lentezza, un passo alla volta. Scivolare è un attimo. Finalmente sono al colletto. Guardo giù dall’altro versante. Essendo esposto a S, è più erboso. Addirittura sembra esserci un sentiero che sale. Bene, per la discesa andrò di qua.. La cresta presenta subito un ostacolo da aggirare. Guardando ora le foto mi rendo conto che, probabilmente, sarebbe stato meglio salire in cresta prima di arrivare al colletto.. Invece provo a salirlo scendendo qualche metro. Faccio qualche passaggio su roccia ed erba.. non mi fido e torno indietro.. Però, da testardo quale sono, scendo un po’ di metri più in basso e ci riprovo. Questa è la volta buona. Tagliando in diagonale, sono in cresta. Ora, dovrebbe essere facile. Più o meno. Un paio di volte devo tornare indietro, cercare un passaggio migliore, guardo un po’ giù per pensare ad una discesa alternativa (c’è anche in un punto una specie di sentiero, ma troppo ripido..), ma alla fine arrivo in vetta senza problemi !

È la mia prima vetta vallesana del 2015, un ottimo inizio con un tremila !

Foto di vetta e ripercorro la cresta. Disarrampico e arrivo al canale, sotto al colletto. Scendo dall’altra parte da dove sono salito. Non conosco questa vallata, ma più sotto c’è una presa d’acqua, ho con me il GPS e il Brandt la dà come F, non ci dovrebbero essere problemi. Faccio attenzione alle sensazioni che vengono dal mio ginocchio.. nessun segnale.. bene ! Arrivo alla presa d’acqua, una delle mille di un sistema di canalizzazione che porta l’acqua di 35 ghiacciai nel bacino della Grande Dixence. Ci dovrebbe essere un sentiero che porta a valle.. trovo qualche traccia, poi lo perdo, ma la strada è poco sotto.. Alla fine, percorro un sentiero a mezza costa, in parte abbandonato, finché, una volta persolo del tutto, scendo a valle e guado la Borgne, in secca.


Hike partners: Sky


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (1)


Post a comment

micaela says:
Sent 25 September 2015, 15h12
Provo molta ammirazione per i giri che compi nelle terre del Vallese francese che tanto amo e che tanto mi manca, Sky! Complimenti anche per le stupende fotografie.
Ciao, Micaela.


Post a comment»