Cima di Sassalto (2'427 m.s.m.) - Lago di Mognola (2'003 m.s.m.)


Publiziert von ale84 , 7. Januar 2015 um 20:33.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:25 Oktober 2014
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Campo Tencia 
Aufstieg: 950 m
Strecke:[LUNGHEZZA 6.6km] Vacarisc di Fuori (1496 m) – Corte di Mezzo (1839 m) – Corte del Sasso (1977 m) - Pasture del Piattello – Laghetto del Piattello - Cima di Sassalto (2427 m) – Canà (2079 m) – Corte della Sassina (2048 m) – Lago di Mognola (2003 m) – Corte Mognola (1842 m) – Corte dell’Ovi (1617 m) – Vacarisc di Fuori (1496 m)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Locarno si sale in Valle Maggia e seguendo la strada cantonale si raggiunge Bignasco. Da qui si sale a destra in Val Lavizzara, seguendo le indicazioni per Fusio si raggiunge il paese. Superato il nucleo di Fusio si incontra una strada sterrata sulla destra che sale fino a Vacarisc di Fuori. (Locarno-Fusio: 50km - ca. 1 ora 15min. d'auto)

Le previsioni meteo promettono bene e quindi oggi andiamo in Lavizzara a caccia di colori autunnali. L’idea è quella di salire alla Cima di Sassalto per scendere in seguito al Lago di Mognola e chiudere l’anello al parcheggio di Vacarisc di Fuori.
 
Questo il percorso:
Vacarisc di Fuori (1496 m) – Corte di Mezzo (1839 m) – Corte del Sasso (1977 m) -  Pasture del Piattello – Laghetto del Piattello - Cima di Sassalto (2427 m) – Canà (2079 m) – Corte della Sassina (2048 m) – Lago di Mognola (2003 m) – Corte Mognola (1842 m) – Corte dell’Ovi (1617 m) – Vacarisc di Fuori (1496 m)
 
La gita si svolge su sentiero segnalato T2, escluso il tratto di salita da Corte del Sasso alla Cima di Sassalto e quello di discesa dalla vetta fino a Canà dove non esiste una via ufficiale.
Da Corte del Sasso bisogna risalire i pascoli puntando al minuscolo Laghetto del Piattello e proseguire poi in direzione della cima, solo gli ultimi metri sotto la vetta si fanno impegnativi, il pendio diventa ripido e in presenza di neve, come nel nostro caso, bisogna prestare particolare attenzione (T3+ ma in condizioni normali T3).
Dalla Cima di Sassalto il panorama si apre sulla Val Sambuco e l’omonimo lago artificiale, nel lato opposto della Lavizzara si srotola una catena di stupende vette poco conosciute tra le quali il Pizzo Mascarpino, il Pizzo del Piatto di Röd e il Pizzo di Röd. Sul confine con la Leventina si possono invece osservare il Poncione di Tremorgio e il Pizzo del Prévat.
A pochi metri di distanza dalla Cima di Sassalto si alza imponente il Pizzo Canà.
Mentre siamo sulla cima osserviamo la zona di Mognola e ci viene il dubbio che in questo periodo nella conca che ospita il lago non arrivi più il sole, inoltre le nuvole si stanno spingendo più a sud del previsto rovinandoci un po’il panorama!
Visto che per ora in vetta siamo baciati dal sole decidiamo di fare pic-nic e attardare la discesa, magari nel frattempo potrebbe arrivare qualche raggio anche in zona lago.
Terminata la pausa pranzo decidiamo di scendere in direttissima dal ripido canalone che si trova sotto la cima e puntare al già ben visibile pianoro paludoso di Canà.
Il canalone è esposto a sud quindi troviamo poca neve, il tratto superiore è un prato interrotto ogni tanto da qualche balzello roccioso facilmente superabile, la parte inferiore è piena di cespugli di rododendro ma decisamente meno ripida. Senza grosse difficoltà raggiungiamo Canà dove ritroviamo il sentiero ufficiale che ci porterà al lago. A Canà si può osservare l’inizio del famoso acquedotto in pietra che convoglia l’acqua a Corte del Sasso.
Noi l’avevamo già visto in occasione della nostra precedente escursione al Lago di Mognola in data 17.10.2009 (vedi relazione).
Seguendo il sentiero passiamo da Corte della Sassina e in breve ci affacciamo sul lago, il sole è arrivato anche se non illumina per intero il bacino, nel frattempo ci hanno raggiunto pure le nuvole...che sfortuna!
I larici, complice il forte vento dei giorni scorsi, hanno perso quasi tutti gli aghi e sono abbastanza spogli, la zona attorno è leggermente imbiancata dalla neve caduta nella notte e quindi per finire la visione odierna non è molto diversa da quella della volta prima!
Bel paesaggio anche se ci aspettavamo qualcosa di più vivace, abbiamo capito che la prossima volta ci verremo in estate!
Prima di scendere verso Corte Mognola e rientrare a Vacarisc di Fuori ci soffermiamo sul ponticello sopra il Ri di Mognola che fuoriesce dal lago per osservare delle piccole trote per niente timide.
Per concludere direi che è stata comunque una bella gita e la salita alla Cima di Sassalto ci ha regalato quel qualcosa in più!


Tempo impiegato:
Parcheggio a Vacarisc di Fuori - Cima di Sassalto 2h 15 minuti
Cima di Sassalto - Lago di Mognola 1h 20 minuti
Lago di Mognola - Parcheggio a Vacarisc di Fuori 50 minuti
(soste comprese)

Tourengänger: ale84, Mauro78


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 23111.xol Tragitto Cima di Sassalto - Lago Mognola

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»