Gita autun-invernale al Lago di Mognòla (2'003 m.s.m.)


Publiziert von ale84 , 20. Oktober 2009 um 20:28.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:17 Oktober 2009
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Campo Tencia   CH-TI 
Zeitbedarf: 4:00
Aufstieg: 670 m
Strecke:[LUNGHEZZA 5.7km] Vacarisc di Fuori (1496 m.s.m.) – Corte dell’Ovi (1617 m.s.m.) – Corte Mognòla (1842 m.s.m.) – Lago di Mognòla (2003 m.s.m.) – Corte del Lago (2047 m.s.m.) – Corte della Sassina (2048 m.s.m.) – Canà (2079 m.s.m.) – Corte del Sasso (1977 m.s.m.) – Corte di Mezzo (1839 m.s.m.) – Vacarisc di Fuori (1496 m.s.m.)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Locarno si sale in Valle Maggia e seguendo la strada cantonale si raggiunge Bignasco. Da qui si sale a destra in Val Lavizzara, seguendo le indicazioni per Fusio si raggiunge il paese. Superato il nucleo di Fusio si incontra una strada sterrata sulla destra che sale fino a Vacarisc di Fuori. (Locarno-Fusio: 50km - ca. 1 ora 15min. d'auto)

Questa meta è stata scelta con l’intenzione di vedere e fotografare i tanto attesi colori autunnali (zona con molti larici), la meteo della giornata ci ha però riservato una bianca e fresca sorpresa…la prima NEVE! Di conseguenza le foto non sono uscite come ci aspettavamo ma la visione del Lago di Mognòla contornato da una candida cornice è stata suggestiva e particolare. La neve è caduta per quasi tutto il tempo della nostra gita, a volte leggera e portata dal vento, in altri momenti in maniera copiosa e più consistente. 
Per fortuna non c’era il previsto tempestoso vento gelido da nord altrimenti avremmo rischiato l’assideramento!
Alla partenza stavolta eravamo in quattro: io, Mauro, Marcello e Chico, altri due “malati di montagna” come i sottoscritti! :-)

Percorso effettuato:
L’itinerario da noi seguito è ben segnalato e non si corre il rischio di sbagliare, lungo l’intero percorso si incontrano dei pannelli esplicativi (9 stazioni) scritti nelle tre lingue nazionali che riportano interessanti informazioni sui vari alpeggi, la vegetazione, il Lago di Mognòla, l’acquedotto, ecc.. Il percorso oltre ad essere molto bello è quindi anche didattico, la montagna ha sempre qualcosa da insegnare. 
Per farla breve questo è stato il sentiero da noi percorso, un circuito che è possibile fare nei due sensi, noi l’abbiamo seguito in modo antiorario:

Vacarisc di Fuori (1496 m.s.m.) – Corte dell’Ovi (1617 m.s.m.) – Corte Mognòla (1842 m.s.m.) – Lago di Mognòla (2003 m.s.m.) – Corte del Lago (2047 m.s.m.) – Corte della Sassina (2048 m.s.m.) – Canà (2079 m.s.m.) – Corte del Sasso (1977 m.s.m.) – Corte di Mezzo (1839 m.s.m.) – Vacarisc di Fuori (1496 m.s.m.)

Il sentiero che da Vacarisc di Fuori sale al Lago di Mognòla passa attraverso un bel bosco di larici come pure il tratto che da Corte di Mezzo riporta al luogo di partenza.
A Corte Mognòla si trovano diversi cascinali, su uno di questi vi è appeso un cartello con la dicitura “Cascina della memoria”. Lo stabile è aperto e al suo interno è stata allestita una piccola mostra con informazioni riguardanti la vita di un tempo sugli alpi.
Vale la pena entrare a dare un’occhiata prima di riprendere la salita verso il lago.
L’unica altra costruzione trovata aperta è stata quella a Corte del Lago nella quale siamo entrati a curiosare, si tratta di un vecchia baita/rifugio con numerosi spifferi ma può sempre offrire riparo in caso d’emergenza. Sul versante opposto del lago c’è un'altra piccola cascina di recente costruzione purtroppo chiusa.
Di notevole interesse è l’acquedotto in pietra che da Canà scende fino a Corte del Sasso, il sentiero lo costeggia per quasi tutta la sua lunghezza permettendo di ammirarne la lavorazione. L’acquedotto che era stato sotterrato negli anni passati è poi stato recuperato dall'APAV ed è ora visibile da chiunque abbia voglia di mettersi in cammino per questa facile escursione. 
Da Corte del Sasso c’è un bel panorama in direzione delle diga del Lago Sambuco, oggi un po’compromesso da nuvole e tormente di neve.
Il sentiero non presenta alcuna difficoltà (T2), chiaramente con la neve per terra abbiamo dovuto prestare attenzione a non scivolare sui sassi, soprattutto durante la discesa. 
Per la salita fino al lago abbiamo impiegato circa 1h30minuti (soste comprese), il tempo di discesa non l'ho calcolato ma posso dire che l'intero giro è tranquillamente fattibile in circa 4 ore.
Nonostante il tempo la gita è stata bella, paesaggio particolare con i larici giallo/verdi su sfondo bianco. Abbiamo già assaporato un po'di inverno ma speriamo nelle prossime settimane di goderci ancora l'autunno ed i suoi colori e speriamo soprattuto di dover ripescare le racchette il più tardi possibile!
Grazie ancora a Marcello e Chico per l'ottima compagnia e la bella giornata trascorsa insieme!

Per ulteriori informazioni su questa gita vedi: Ariafina: Lago di Mognòla

Altre foto di questa gita le trovate al sito personale di Marcello: www.pumalumin.com nella sezione "Escursioni e Fotografie" --> "Escursioni estive 2009"


Tourengänger: ale84, Mauro78

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 1396.xol Tragitto Mognola

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»