Wengahorn 2849mt - una ... tranquilla ciaspolata "verticale"


Published by giorgio59m (Girovagando) , 28 April 2014, 18h18. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Grisons » Avers
Date of the hike:25 April 2014
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Snowshoe grading: WT4 - High-level snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR 
Time: 5:00
Height gain: 750 m 2460 ft.
Route:Juf pacheggio inizio del paese - Wengahorn
Access to start point:Autostrada per Bellinzona, a Bellinzona Nord seguire per il S.Bernardino, passare il tunnel ed iniziare la discesa verso Chur. Qualche chilometro dopo Sufers, deviazione a destra per Avers, Val di Lei, Ferrera. Seguire tutta la strada per i 25km di curve e tornanti fino a Juf dove termina. Parcheggio prima del paese. Da Como 170Km, 2:20 circa di auto

   
 

Come prima cosa lasciatemi dire che con piacere inseriamo la prima relazione in italiano e la prima in assoluto WT per questa cima "minore" (vista nel contesto delle cime della zona), nessun merito, niente di eccezionale, solo l'averci provato e creduto.

Ma torniamo da capo ...

25 Aprile festa nazionale, noi si va in Svizzera cercando forse l'ultima ciaspolata. Destinazione Juf, nella bella valle di Avers, una vallata che almeno una volta all' anno veniamo a visitare.

Il paesino, che con Trepalle, è il comune abitato più elevato in Europa, si trova a 2124mt, l' ideale per trovare neve ancora abbastanza portante.

Parcheggiamo, dopo 2:20 di auto da Como, all'ingresso del paesino, l'idea iniziale è di salire al passo Stallerberg, e per cresta allo Uf da Flue, ci siamo stati in estate, e non ricordo difficoltà particolari.

Al parcheggio vediamo il fianco sinistro della valle (destro orografico, quindi verso sud), piuttosto "spellacchiato", la neve iniza a sparire e sciogliersi, probabilmente fino al passo Stallerberg si sale senza ciaspole.

Sul lato opposto, invece neve piena, vediamo file di scialpinisti che salgono al WengaHorn.

Quindi dove andiamo? Non ci sono dubbi, se ci salgono gli sci-alpinisti ... ci possiamo provare anche noi.

La vetta la si vede bene, sta a 1849mt, a sud di Juf e a picco sul paesino.

Si trova in posizione molto panoramica, fa da spartiacque tra la Val Avers, la Val Bergalga, e la Juferalpa, da qui parte una lunga cresta che sale allo Juferhorn per proseguire a S-SE al Piz Piot e Piz Turba, o verso S al Piz Mungiroi, il Predarossa ed il Gletscherhorn (bella meta della scorsa estate).

Scendiamo verso il torrente, che si attraversa su di un ponticello in legno, per essere precisi, se decidete di salire questo versante, c'e' un parcheggio in basso, poco sopra il ponte.

Decidiamo di calzare i ramponcini, e partiamo in diretta, non seguiamo gli scialpinisti, ma imbocchiamo una direttissima.

Le pendenze da subito notevoli (e le foto non rendono l'idea), ma la neve tiene ed i ramponcini fanno il loro ottimo lavoro.

A quota 2350mt circa, calziamo le ciaspole, si sprofonda troppo, ed ora saliamo cercando le tracce degli sci-alpinisti.

Siamo solo in quattro oggi, il gruppo si sfilaccia con Paoluccio che marcia come un trattore in verticale.

Salendo sul crinale la cima non si vede se non quando si raggiungono le prime rocce,

illusione di essere ormai giunti, invece inizia la cresta finale, ancora una ventina di minuti.

Siamo partiti dal parcheggio alle 8:35, Paolo arriva all' ometto alle 11:30, io alle 12:20.

 

 

 

La cima è tutta per noi, la fortuna di condividere la vetta con gli sciatori è che si fermano poco, il loro godimento è nella discesa.

Sebbene ci siano tante nuvole, c'e' anche un bel sole, il panorama è notevole, come detto è un punto molto panoramico.

Spiccano il Piz Platta, il Surparè, il Piz Guglia, il Piz Turba, il Predarossa, la punta del Gletscherhorn, e tante vette che non identifico.

Il paesaggio è in bianco-nero, per la tanta neve ed i nuvoloni bianchi, la roccia ed i prati che affiorano e guadagnano spazio.

Pranziamo in vetta, niente prelibatezze del Barba oggi, ma davvero grandi panorami.

 


 

Alle 13:45 decidiamo di scendere, sappiamo che dobbiamo scendere con molta cautela, le pendenze sono veramente notevoli.

Invece "cercando" la neve giusta, dove si affonda "il giusto", diventa un grande divertimento.

Paolo con le sue ciaspole con il tacco che scende, viaggia praticamente in rettilineo, noi tre con leggeri zig-zag, ma piuttosto verticali.

Morale ... pensavamo di metterci più tempo e di dover cercare il percorso migliore ... ma in 1:30 siamo al parcheggio, includendo una breve sosta per le pulizie ed una bevuta ad una fontana a Juf.

Risaliamo al parcheggio, e con orgoglio guardiamo la cima appena conquistata, sulle orme degli skyalp ... ci siamo arrivati anche noi a guardare giù.

 

Giorgio

Webcam a Juf :
Verso EST
Verso OVEST

 
 
   
 

           Vista da Paolo   -    (brown)                        


Ancora ciaspole...
Quest'anno overdose di neve in tutte le salse . Mancava una salita tutta verticale con pendenze importanti ma senza pericoli.
Subito trovata , il Wengahorn proprio sopra il paesino di Juf.
E' un punto molto panoramico e frequentato da sky alp per il brivido della discesa che si puo' affrontare in un sol colpo senza soste.
Nonostante ci mancassero gli sci il divertimento non e' mancato soprattutto in discesa.
Bellissima giornata e per fortuna eravamo equipaggiati di crema solare.
Grazie a tutti per questa nuova esperienza
 

Paolo

 
 
   
 

              Vista da Gimmy-    (gimmy)

ciaspolata in verticale veramente senza respiro,si può riassumere così la ciaspolata di oggi
personalmente forse pensando fosse più breve la salita ,nel tratto finale ho accusato parecchio affaticamento ,però una volta in cima il panorama valeva veramente il biglietto
è stata veramente una bella ed anche nuova esperienza sulle ciaspole, visto che si fa solo ed esclusivamente pura salita
ottimo meteo con sole e clima gradevole
grazie agli amici per la bella giornata

Ciao alla prossima

Gimmy

  

 
 
   
 

            Vista da Luciano   -    (barba43)

 

Oggi, siamo andati in val D'Avers precisamente a Juf .
Un paesino piccolo piccolo, facendo una cima dal versante nord, molto impegnativa e molto ripida per la pendenza mozzafiato.
E' stato un viaggio abbastanza lungo in auto, ma la giornata è stato molto appagante.

Pensavamo di salire su una cima a sud, ma vedendo parecchia neve a nord, abbiamo deciso di salire il Wengahorn.
Iniziando la salita appunto con i ramponcini, io mi son messo poco dopo le ciaspole, ma la salita di fianco mi rallentava, e così ho di nuovo calzato i ramponcini.

Più in alto ho messo  le ciaspole assieme agli altri.
E' stata un'ascesa abbastanza faticosa, per la pendenza.

Per fortuna abbiamo l'apripista Paolo, che con la sua verve,ci lasciava la scia già pronta da seguire.

Arrivati in cima, mentre gli scialpinisti scendevano già, avevamo tutto per noi il cucuzzolo, con panorama immenso a 360°.
Poi dopo aver pranzato con panini..... e assaporato qualche liquido "etilico" e un po' di tintarella,abbiamo iniziato a scendere.
La discesa è stata favolosa nella neve, facevi un passo e ne scendevi per uno e mezzo, poi qualche stop per rinfrescarti prendendo neve a manate.

Arrivati all'auto avviamo bevuto il thè, per poi rientrare a casa.
Un ringraziamento all'apripista Paolo, instancabile e sempre attento.

ciao a tutti belli e brutti
 
 
 
     
 
Percorso Totale : 4,8Km totali, 6h:40 totali, 4:35m di cammino
Andata : 2,6 Km, 3:45 lorde, 30m soste
Ritorno : 2,2 Km, 1:30 lorde, 10m soste
Dislivello : 740mt di assoluto , 750 mt di relativo
Libro di vetta: NO, c'e' la gamella in vetta ma non il libro
Copertura cellulare: Buona sul percorso
Partecipanti :

Giorgio, Paolo, Gimmy,  Barba

 
 
   
 

Altre foto, diario, tracce sul nostro sito     

www.girovagando.net        escursione # 188

  

 

 
 



Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 20376.gpx Traccia WengaHorn. la traccia più diretta è la discesa

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

PD
T3
25 Aug 15
Wengahorn, 2849 m · roko
T3
16 Oct 11
Wengahorn 2848m · StefanP
T3+ I
PD

Comments (15)


Post a comment

Amedeo says:
Sent 28 April 2014, 18h51
Bravi monelli, saperlo che eravate "in pista" mi aggregavo volentieri!!
Alla prossima
Amedeo

Laura. says:
Sent 28 April 2014, 20h38
bravi e motivati come sempre.
ciao a tutti voi

Francesco says: .Ciao.
Sent 29 April 2014, 08h33
.....Eh bravi come sempre,+ liberazione di qs. !!!
In tutti i sensi,poi con il trattore sempre in forma,sembra doppato !!!

Sent 29 April 2014, 08h51
Grazie ragazzi/e è stato un bel divertimento.
ciao a voi tutti

Sent 29 April 2014, 09h30
Un grazie ed un grande saluto a tutti !

roberto59 says:
Sent 29 April 2014, 12h01
ciao raga...bella gita bravi.
Preparatevi allora dopo i ramponcini .....ramponi, un bel Basodino siete pronti.........ciao vs eze.

Sent 29 April 2014, 14h51
Io gli avevo messo in programma, un Adula in due giorni,tu che ne dici, una cenetta in rifugio,e il giorno dopo Rheinwaldhorn
ciao alpin

roberto59 says: RE:
Sent 30 April 2014, 15h53
..........sai barba che per me queste cose sempre ok........presente ciao

zar says:
Sent 29 April 2014, 17h39
....siete sempre dei GRANDI...per Basodino, Adula, Eiger, Cervino, Bianco, Rosa e colori vari, sono dei Vostri...
Ciaooooo
Luca

Sent 30 April 2014, 14h12
Più che grandi, siamo dei buoni.
ciao zar

gbal says:
Sent 29 April 2014, 19h04
Complimenti per la ciaspo-arrampicata. Certo che il vostro apripista Paolo si è ben allenato ultimamente per "tirare".
Bravi, bella compagnia, bel risultato.
Ciao

Sent 30 April 2014, 14h25
Giulio, Certo e che Paolo non si vende, senò uno leggero che prende il suo posto dove lo troviamo
ciao

bigblue says:
Sent 30 April 2014, 09h38
Ciao Giorgio,
avevo già visto ieri la vostra simpatica relazione, a volte non mi permetto di rompere con i miei commenti, ma dopo il tuo sull' Arbola, se la mia è stata un' uscita murata.....qui c'è un muro completo.....complimenti a tutti per la direttissima....ingaggioso quel muro! Oggi "vacanza" anche per lo Chef :()))...
pia

Sent 30 April 2014, 10h15
Pia ... guarda che i commenti, di chiunque, e soprattutto simpatici, sono sempre benvenuti e fanno piacere.
Poi da un "abitante" di canali e caminetti ... ancora di più :)
Lo Chef con il bel tempo lo mettiamo a riposo, non completo certo, camminare gli tocca, ma ci stendiamo al sole piuttosto che con i piedi sotto il tavolo.
(ma i compleanni non sono ancora finiti ....)

Tornando alla direttissima ... ogni tanto piace ravanare un pò anche a noi, ma che fatica e neppure metà delle tue ravanate ...

Sent 30 April 2014, 14h20
Grazie Pia, anche tu hai fatto una bella impresa non da poco,lo so perché anchio nel 2001 sul Blinneorn con mia figlia,io ci sono cascato per metà nel crepaccio terminale, poi rifatto l'anno dopo,con l'arbola, ma era d'estate, complimenti
ciao


Post a comment»