Attorno al Ritom- Val Leventina


Publiziert von morgan , 21. August 2013 um 21:47.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:18 August 2013
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo del Sole 
Zeitbedarf: 6:15
Aufstieg: 630 m
Abstieg: 630 m
Strecke:Piora (1851)- Lago Ritom (1850)- Rifugio Föisc (2200)- Föisc (2208)- Bocchetta di Föisc (2122)- Pian Alto - Cima N (2265)- Passo del Camoghè (2178)- Bocchetta del Camoghè (2242)- Alpe Tom (2026)- Lago di Tom (2022)- quota 2077- Cadagno di Fuori (1917)- Lago Cadagno (1921)- sentiero didattico Lago Ritom- Larici di Campo (1878)- Diga Lago Ritom- Piora
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada del Gottardo. Uscire a Quinto e proseguire in direzione del Gottardo. A Piotta svoltare a destra per Ritom. Sulla stretta strada salire ad Altanca e proseguire per la stazione di arrivo della funicolare e la diga del Lago Ritom. Il parcheggio alla base della diga è a pagamento (5 CHF, fino a 3 ore, 8CHF fino a 6, 10CHF tutto il giorno). In alternativa salire con la funicolare da Piotta (22CHF salita e discesa)

Panoramica escursione attorno ai laghi bassi della Val Piora. Regione molto frequentata perché, oltre ad offrire panoramiche spettacolari, è di facile accesso e adatta alle gite famigliari. Avevo già fatto altre escursioni in questi posti, specialmente la salita alla Cadlimo e discesa dai laghi della Miniera. Questa volta scelgo di passare anche dal Foisc, che ancora non conosco. Ne è risultata un'escursione nettamente divisa in due parti: la prima parte su sentieri solitari e selvaggi e la seconda su percorsi ultra frequentati.
Lasciamo la macchina nel parcheggio di Piora (1851) alla base della diga del Ritom e, dopo aver pagato il posteggio, partiamo sulla strada per Cadagno. La strada sale sulla diga e inizia a contornare il lago. Dopo poche decine di metri lasciamo la strada per svoltare a sinistra sul sentiero per Foisc. Il tracciato sale prima tra i larici e poi tra i pascoli offrendo panoramiche sempre più ampie sul lago. Poco prima della bocchetta di Foisc, che comunica con la val Canaria, arriviamo ad un laghetto (2108) dove svoltiamo a sinistra per Foisc. Il sentiero aggira la cima e raggiunge la terrazza del piccolo rifugio Foisc (2200) e la sovrastante cima (2208). Scendiamo inizialmente sul sentiero segnato per la funicolare poi pieghiamo a destra su una traccia pianeggiante che aggira la montagna arrivando alla Bocchetta di Foisc (2122). Non ci sono indicazioni verso il Lago di Tom, dove abbiamo intenzione di recarci.  Un'esile traccia risale il pendio erboso segnata con radi bolli arancio e un paio di bandierine svizzere. Un'altra traccia non segnata prosegue più dolcemente tagliando la costa restando sul versante del Ritom. Decidiamo di seguire la traccia più ripida. Sulle bandierine è scritta la destinazione della traccia: Alpe di Lago. Saliamo ad una bocchetta che immette al versante della val Canaria. Il percorso spiana sul Pian Alto ed inizia la discesa verso l'Alpe di Lago. Abbandoniamo questa direzione e torniamo verso la cresta spartiacque tra Canaria e Ritom e ne seguiamo la linea su cenge erbose. Raggiungiamo il punto più alto di questo tratto, la quota 2265 del Pian Alto e scendiamo al Passo del Camoghè (2178), dove confluisce l'altro sentiero che proviene dalla Bocchetta di Foisc. La traccia prosegue pianeggiante sul versante della Val Canaria aggirando la cima del Camoghè. Ci portiamo sul versante opposto e, confortati da segnali blu sui sassi, risaliamo alla Bocchetta del Camoghè (2242). Iniziamo la discesa sul sentiero segnato in biancorosso e, quando entriamo in vista del Lago di Tom, ci fermiamo per lo spuntino. Riprendiamo il cammino scendendo tra le rocce e le sabbie bianche di dolomia saccaroide che caratterizzano questa zona. Raggiungiamo l'Alpe Tom (2026), immettendoci sul percorso "turistico". Passiamo dalla spiaggia bianca del Lago di Tom (2022) e risaliamo in direzione di Cadagno. Oltrepassiamo il colle a quota 2077 e, sul sentiero affollato arriviamo alle baite di Cadagno di Fuori (1917), raggiungibile anche in auto su pista sterrata. Dopo una breve visita sulle sponde del lago di Cadagno (1921) andiamo a prendere il sentiero didattico del Ritom. Scendiamo a tornanti sulla sponda del lago dove troviamo una stradina che,superato un ponte e una galleria, procede fedelmente lungo la riva del lago. Superiamo il bivio di Larici di Campo (1878) e percorriamo il comodo sentiero della sponda sud del lago. Incontriamo vari cartelli didattici riguardanti la natura e le peculiarità di questa regione e, fra larici e mirtilli, arriviamo alla fine del sentiero alla diga del lago. Attraversiamo la corona della diga e scendiamo al parcheggio chiudendo l'anello.
Partecipanti: Dario, Rita.
Tempi di percorrenza: 1h10' al Foisc, 2h48' alla bocchetta Camoghè, 4h46' a Cadagno, 6h18' tempo totale impiegato (4h58' di cammino).
Lunghezza del percorso: 13,0km.
Meteo: bello.
Note: nella prima parte dell'escursione, fino al Lago di Tom, abbiamo incontrato un solo escursionista  (oltre ai 4 che hanno pernottato al Foisc). Nella seconda parte abbiamo incontrato un centinaio di camminatori.

Tourengänger: morgan


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»