Laghetto di Trescolmen - senza Martini ma con tanto ghiaccio


Publiziert von giorgio59m , 27. November 2012 um 09:06. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Misox
Tour Datum:25 November 2012
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Arbeola-Molera   CH-GR 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 800 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada per il Gottardo, uscire a Bellinzona Nord e seguire per il S.Bernardino. A Roveredo uscire e seguire le indicazioni per Calanca. Salire fino a raggiungere la Val Calanca e proseguire lungo la strada, passando per i vari paesi Arvigo, poi Selma, Bodio, Cauco, S.Domenica, Augio, Rossa. A Rossa la strada prosegue su un ponte verso destra e si ferma in paese, bisogna invece proseguire diritti, a fianco il torrente, indicazioni sentieri per Valbella. Salire a Valbella (attenzione strada stretta), fino alla fine del paese dove la strada è sbarrata, c'e' un ampio parcheggio. Pochi metri prima del parcheggio palina con sentiero che scende verso il torrente Calancasca.

“Holidays on Ice” in Val Largè

 

Questa volta il meteo ci ha regalato una inaspettata domenica di sole, anche se ne abbiamo visto poco ...

Sereno, Piovoso, poi solo nuvoloso, un week-end incerto, ma alla fine perfetto.

Andiamo in esplorazione in Val Calanca, ci siamo già stati, ma solo passandoci in alto, andando alla Boffalora o al Piz di Russ e all’ Alp de Fora, ma sempre partendo dalla Mesolcina e “scavallando” in Calanca.

Percorriamo quindi per la prima volta questa bella vallata in auto, passando da Arvigo, poi Selma, Bodio, Cauco, S.Domenica, Augio, Rossa.

Qui la strada sembra fermarsi, ma seguendo la stretta via asfaltata che continua a costeggiare il fiume (la Calancasca), si raggiunge un ultimo borgo Valbella, dove una sbarra chiude il passaggio in corrispondenza di uno spiazzo per il parcheggio.

Ci sono +2°, la neve in queste valli è presente già molto in basso, si capisce chiaramente che d’inverno di sole ne vedono proprio poco.

Ma la banda dei matti non indugia, e ci prepariamo per la salita all’ Alpe e Lago di Trescolmen.

Il laghetto è inserito nel cofanetto dei laghetti del Ticino (tutti consultabili in rete e scaricabili in pdf), una perla da visitare (magari non in questa stagione).

Visto il frescolino non troviamo nessuno in giro, neppure nella stretta strada che sale a Valbella.

Mentre ci prepariamo non possiamo non ammirare questa bella vallata, magica e silenziosa, con le vette che la chiudono in alto, dove il sole comincia ad illuminarle.

Dal parcheggio la via è subito ben indicata, la palina indica 2:30 per l’alpe, ma qualche imprevisto ci obbligherà a tempi più lunghi.

Subito si scendono circa 40mt di dislivello per raggiungere il ponte sul torrente Calancasca, che si presenta trasparente e pulito.

Oltre il ponte le prime avvisaglie di quello che sarà il percorso, neve residua (già così in basso?) e ghiaccio.

Iniziamo la salita, è un susseguirsi di traversi e salite con zig-zag, mai troppo ripide, in 1 ora raggiungiamo Cascinot, un alpeggio certamente ancora in uso, il sentiero fino a qui sempre visibile e marcato (sia in giallo-rosso che nuovi bolli bianco-rosso-bianco). La neve a chiazze ma mai fastidiosa.

Con sempre grande piacere avvistiamo 4 camosci sul lato opposto della valle.

Da qui in poi la storia cambia, sentiero poco visibile, vecchi bolli ci portano alle spalle dell’ alpe, verso monte, per poi capire che il sentiero continua costeggiando il torrente.

Poco oltre Cascinot, arriviamo nella zona dove il sentiero sparisce per una frana sul lato sinistro del torrente (destro orografico), e la neve comincia a diventare molto consistente 25-30cm e ghiacciata.

Il sentiero sparisce nella frana, conviene costeggiare il torrente e riprenderlo più avanti, sempre sullo stesso lato, dove continua.

Procediamo con qualche difficoltà, ci sono dei tratti gelati, pietre viscide e neve ghiacciata.

A quota 1815mt il primo guado, si passa sul lato opposto del fiume, bolli rarissimi, o piuttosto ben nascosti da una grossa coltre nevosa.

L’attraversamento del torrente è semplice, ma da fare con attenzione i sassi sono “sapone” in superficie, e qualcuno tasta con mano e posteriore la temperatura dell’ acqua.

Sempre con difficoltà nel trovare la giusta via continua la nostra progressione verso l’inizio della vallata, dove il Pizzo di Trescolmen è ben illuminato dal sole, mentre la Val Largè sicuramente non vede e non vedrà sole per parecchi mesi.

Raggiunta Q1920 il secondo guado, molto più semplice perché c’è molta meno acqua.

Il torrente Ria de Campalesc ha origine dal Lago di Trescolmen che è indubbiamente gelato.

Ultima faticosa salita, ed entriamo nel grande anfiteatro che ospita l’ Alpe di Trescolmen, resta una sola costruzione, malridotta ed inutilizzata (ed inutilizzabile come riparo.

Il paesaggio è spettacolare, reso ancora più magico dal cielo azzurro, qualche nuvola e la tanta neve attorno.

Le montagne che chiudono la Val Largè sono così vicine, inconfondibile il Piz de Trescolmen, poco sotto sappiamo che c’e’ la bocchetta di Trescolmen a 2161mt che porta in Mesolcina, proprio a Mesocco, verso nord la Cima de Bedoleta (dietro c’e’ il rifugio Pian Grand), il Piz de Corneira, verso sud la Cima de Gagela (poco sotto c’e’ il bivacco Ganan), il Piz del Large.

Sul lato opposto della Calanca svettano due stupendi giganti, il Piz Strega ed il Pizzo del Ramulazz, 2911 e 2015mt rispettivamente.

Alle 11:40 raggiungo l’ Alpe di Trescolmen 2020mt, i canonici 10m di ritardo rispetto agli amici che mi aspettano.

Alpe di Trescolmen 2020mt

Andiamo a vedere il lago?

Io non mi muovo di qui, qui c’e’ il sole là è tutto in ombra …

Con qualche difficoltà convinciamo il “ramarro” a muoversi verso il lago, è poco distante, in una conca proprio sotto ripide pareti rocciose.

Dall’ alpe basterebbero 5min, ma 30-50cm di neve dove si sprofonda ad ogni passo, rendono la cosa impegnativa, e di minuti ne impieghiamo quasi 10.

Il lago è una superficie ghiacciata bianco-azzurro, sembra essere abbastanza grandicello.

“Hai portato i pattini?”

“Certo !” …. “ma ho preso quelli con le rotelle”

Tutto all’ ombra, ghiaccio ovunque, bello certo, ma fa un freddo … foto ricordo e via verso un angolo al sole dove pranzare.

Ripuliamo dalle neve alcuni sassi vicino all’ Alpe, per sederci e consumare tra risate e battute il pranzo.

Le indicazioni allì Alpe indicano Valbella a 3h (e proprio non si capisce come mai il cartello a Valbella indica 2:30 per salire …), quindi decidiamo di muoverci massimo all’ una.

Poi il freddo e la fine dei viveri (e della grappa), ci convince a partire poco prima, alle 12:50.

Scendiamo molto veloci, ci sono le nostre orme da seguire quindi nessun problema a trovare la via giusta.

Arriviamo al guado, attraversiamo senza problemi, ritorno a Cascinot e proseguiamo.

Arriviamo al parcheggio alle 15:25, 2:35 con 15 di soste.

Anche se la vista del laghetto era “fredda e distaccata”, ci siamo divertiti, abbiamo conosciuto posti nuovi (ed è una cosa che cerchiamo di fare ad ogni uscita), una prima esplorazione in Calanca, che merita … molti approfondimenti, ma certamente in estate.

Torneremo a vederlo senza ghiaccio il Trescolmen, e magari con il giro ad anello che avevamo pensato sulla carta … ma irrealizzabile in questa stagione.

A tutti, ciao alla prossima.

A proposito è la mia centesima relazione su HiKr …

Auguri ai Girovagando, un grazie agli amici e compagni di piccole e grandi avventure.

 

 

 

 

 

Vista da Gimmy  - gimmy

Finalmente una domenica con i panni asciutti, dopo le ultime escursioni del tipo passeggiando sotto la pioggia, escursione veramente invernale con parecchia neve e sopratutto ghiaccio ,neve che in alcuni punti ci faceva sprofondare ad ogni passo.

E’ stato suggestivo vedere un gruppo di 4 camosci nel costone opposto al nostro e osservarli con molta calma .

Uscita come detto da Giorgio da fare in altra stagione con il giro ad anello x gustare meglio il paesaggio ed il bel laghetto .

Il momento del pranzo in mezzo alla neve non è stato il massimo sia x il freddo che x la comodità, ma noi come di consueto abbiamo riso e scherzato rendendo il tutto molto piacevole  
Grazie a Giorgio x la centesima relazione su Hikr , e logicamente x tutto il resto sia come pianificatore delle escursioni che come Girovagando mobile.
Grazie anche a Roberto e Paolo x essere due grandi amici, con cui è sempre piacevole girovagare x vette e sentieri

 

 

Vista da Paolo - brown

Bellissima giornata ,ormai non eravamo piu' abituati ad uscire col sole...
Qualcuno ha anche detto  " ma se non piove non vengo ".
Sono rimasto molto sorpreso per la quantita' di neve gia' presente al suolo che ha reso l'escursione sicuramente invernale.

Il sentiero infatti era spesso coperto dalla coltre nevosa e se non fosse stato da vecchie impronte lasciate da un precedente escursionista col cane sarebbe stato meno immediato trovare la giusta via.

Stranamente  le impronte erano di sola andata e giunti al lago non siamo stati in grado di capire l' itinerario di chi ci ha preceduto.
Il panorama e' sicuramente appagante , sfortunatamente abbiamo rinunciato la salita alla bocchetta a causa dell'eccessiva neve che imponeva l'uso delle ciaspole .
Complimenti a Giorgio per il nuovo traguardo: 100 escursioni sempre precise dettagliate e con tutti i suggerimenti utili per chi volesse simulare la stessa uscita.
Un grazie a tutto il gruppo per le sempre piacevoli esperienze condivise con sincera amicizia.
A presto

Paolo

 

Vista da Roberto - Roberto59

Ciao,
sono io quello citato due volte da Giorgio, colui che cadde nelle acque gelide, ed anche il ramarro come sono stato definito.

Detto questo, che aggiungere se non che 4 settimane esatte di assenza dalle escursioni con gli amici e dalla montagna mi avevano messo una gran voglia di un'escursione con il gruppo, sempre bello stare insieme in armonia, serenità, ma soprattutto in amicizia … vero Gimmy?
Bella valle, bella uscita, bella giornata, grazie friends per condividere questa passione insieme, to the next ciao
Roberto, Rob, Robi, Eze, Abuelo

 

 

 

 

 

 

Il solito riassuntino:

Percorso:  

9.5 Km totali, 6h:00m totali lorde senza il pranzo

 

Dislivello:  

720 di assoluto, 900 mt di relativo                   

 

Partecipanti:  Giorgio, Gimmy, Paolo, Roberto

 

 

Altre foto, diario, tracce sul nostro sito

Girovagando

www.girovagando.net       escursione # 144


Tourengänger: giorgio59m, roberto59, brown, gimmy

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (21)


Kommentar hinzufügen

Francesco hat gesagt:
Gesendet am 27. November 2012 um 10:25
Complimenti ragazzi, fantastica natura: A distanza di pochi km, io a 2000 metri ho trovato quasi tutto pelato e senza neve... Voi ??????
Mi era quasi palesata l'idea di esser con Voi,pero' penso abbiate capito, con le bionde non c'è storia.
Ho capito subito del ramarro in questione...... !!!!!
Ciao.

giorgio59m hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. November 2012 um 10:38
BEH ... scegliere la compagnia di 4 flinstones, e la dolcezza di Ewa ... direi che non c'e' un microsecondo da pensare !
Comunque la bionda l'abbiamo portata anche noi, ma in fiasco, grappa trentina al moscato ;-)
Ho visto le tue foto, è vero ad altitudine simile la situzione neve-ghiaccio era decisamente diversa, ma come mi insegni quel che conta è l'esposizione.
:-)

roberto59 hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. November 2012 um 12:51
ciao Francesco, ovvia e giustissima la scelta .....no doubt.
.....e per il resto dai meglio ramarro che tamarro o no?

Francesco hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. November 2012 um 13:22
...Esattamente !!!!!!!!
Meglio un'amico ramarro che tamarro.

roberto59 hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. November 2012 um 10:22
su questo non c'e' dubbio, manco da un po' da Olgiate quando passo ...altra beer? o meglio un punch o the' caldo?

Francesco hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. November 2012 um 11:20
...Quando vuoi, ciao.

Barba43 hat gesagt:
Gesendet am 27. November 2012 um 13:58
Bravissimi ragazzi,almeno avete sfatato il meteo sempre avverso,per Eze certo che l'acqua era calda molti anni fà.
complimentie ciao a tutti

roberto59 hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. November 2012 um 10:28
.....ciao Barba ma molti anni fa io non ero ancora nato, sai com'e' noi giovani eh eh

Simone86 hat gesagt:
Gesendet am 27. November 2012 um 17:51
Eh si in profonda Val Calanca l'inverno si fa davvero rigido, e anche le mattine d'estate a Valbella non si scherza! Comunque splendida escursione nonostante le difficoltà, bellissimo il lago anche d'inverno. Un peccato davvero per l'Alp Trescolmen abbandonato a se, sarebbe una gran cosa sistemarlo anche solo come bivacco di emergenza (i famosi Ganan e PianGrand non sono poi cosi "vicini")
ciao e buone uscite!

roberto59 hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. November 2012 um 10:27
ciao Simone grazie a te per il commento, buona montagna

giorgio59m hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. November 2012 um 10:35
Ciao! avevo appena ri-guardato la tua tregiorni sulla alta via calanca. Una bella valle che stiamo scoprendo a pezzettini (non come te ...), ma certo ne vale la pena, selvaggia e silenziosa.
Il laghetto torneremo a vederlo d'estate, magari facendo un pezzo dell' alta-via.
Grazie per le "buone uscite", ci impegneremo ... :-)

igor hat gesagt: che foto!
Gesendet am 28. November 2012 um 10:14
Bellissime foto e che posto....
Ciao igor

roberto59 hat gesagt: RE:che foto!
Gesendet am 28. November 2012 um 10:22
ciao Igor grazie detto da te che sei per cose piu' impegnative fa piacere ciao

igor hat gesagt: RE:che foto!
Gesendet am 28. November 2012 um 10:53
Mi sa che in inverno ne fate più voi di me di cose impegnative,io mi limito a fare i km....
Buone gite ciao

giorgio59m hat gesagt: RE:che foto!
Gesendet am 28. November 2012 um 10:47
Mettila in cantiere la Calanca !
Materiale "da Igor" ne trovi in abbondanza
:-)

igor hat gesagt: RE:che foto!
Gesendet am 28. November 2012 um 10:57
Mi piacerebbe,in estate ci sono diverse cime che vorrei tentare da li,
E' vero se hai bisogno materiale ho l'armadio pieno.....fra un po' la moglie me lo tira in testa....
Buone gite ciao

Simone86 hat gesagt: RE:che foto!
Gesendet am 28. November 2012 um 17:03
eheh se posso aggiungere un commento, in base appunto allo "stile" delle uscite di Igor, ce ne sono diverse che sarebbero ideali, tral'altro mai toccate da Hikr; per citarne qualcuna: Piz del Largè, Cima de Gagela, Piz de Groven e Piz de la Molera penso siano i più ostici/interessanti (a vista), e parliamo solo del versante Est della Calanca! Semmai, quando sarà, aggiorniamoci!

igor hat gesagt: RE:che foto!
Gesendet am 28. November 2012 um 17:42
Alla faccia degli esperti dobbiamo trovarci per fare una ciaspolata da quelle parti......

Laura. hat gesagt: RE:che foto!
Gesendet am 4. Dezember 2012 um 19:35
Chiamatemi!!!

gbal hat gesagt: Vedo che....
Gesendet am 28. November 2012 um 15:02
....il grande fascino della Val Calanca vi coinvolge sempre più, in tutti i modi e in ogni stagione.
Anche io ne sono stato contagiato anche se finora non ho portato a casa nulla di citabile!
Complimenti!

Laura. hat gesagt:
Gesendet am 4. Dezember 2012 um 19:36
che meraviglia... complimenti per la gita, le foto e la relzione che invoglia ad andare a curiosare...


Kommentar hinzufügen»