Passo San Jorio ... con Floriano nel cuore


Published by Ewuska , 31 March 2011, 19h23. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:26 March 2011
Snowshoe grading: WT3 - Demanding snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Portola-San Jorio   Gruppo San Jorio-Monte Bar   CH-TI   I 
Time: 8:30
Height gain: 1160 m 3805 ft.
Height loss: 1160 m 3805 ft.
Route:Carena, Giggio, Passo San Jorio. RIT.Passo San Iorio,Giggio, Alpe Giumello, Carena.
Access to start point:Autostrada per San Gottardo,uscita Bellinzona sud,proseguire per Giubiasco, seconda rotonda sulla dx val Morobia,continuare sempre sulla strada per 6 km fino a Carena.
Maps:C.N.S. No. 1314 – Passo San Jorio - 1:25000; CNS 286 Malcantone - 1:50000 - Carta escursionistica “Strade di Pietra” 3 – 1:30000







FRANCESCO::::  NON E’ GIUSTO!!!!
 Simili compromessi,non sono accettabili  con nessuno, neache con Te!!!!
Lascia morire chi non ha voglia di  vivere!!!
Lascia morire i sofferenti!!!!!
Floriano voleva vivere,Floriano doveva vivere!!!
Non si puo’ morire a soli 54 anni!!!!
Se la morte di Floriano è stata una tua volonta’, per me hai commesso un’errore!!!!

La gita odierna doveva essere all'insegna della tranquillita,qs. erano le mie intenzioni ma, non sempre
trovano conferma: IO, insieme ai tre Claudio partiamo da Olgiate Comasco,l'incontro con Ewuska e Amedeo è a Giubiasco,giungiamo li qualche minuto prima,scendo dall'auto e telefono ad Amedeo
" stiamo arrivando", apro la portiera  per salutare Ewa, il suo viso non splende come sempre, era spento e pieno di dolore,con un fil di voce ....." Flo è deceduto" Rimasi senza fiato,senza parole,senza neanche il coraggio di esprimere il mio dolore, un reset totale .
Giungiamo a Carena,anche Claudio la radio tace!!!
Il percorso si snoda dapprima su strada sterrata fino ai monti di Ruscada,svoltiamo verso occidente nel bosco, la neve comincia a dare fastidio, non vi sono tracce, se non i segnavia bianco\rossi, a turno io e Amedeo ci diamo il cambio a batter la traccia, dopo qualche ora indossiamo le ciaspole per poter proseguire. La prima sosta è c\o le baite di Giggio m. 1678. Ora il percorso diventa piu' aspro e duro, guardiamo la cartina" con un geologo a fianco non ci sono tentennamenti" e proseguiamo dritti sotto le pendici della ns. meta, ove giungiamo dopo 3,30 dalla partenza.
Sostiamo accanto al rifugio San Iorio, non si ha voglia ne di ridere ne di scherzare,dopo aver consumato il ns. pasto decidiamo di riprendere la strada del ritorno. Giunti  a Giggio, ci consultiamo e decidiamo di circuire l'alpe del Giumello. Su qs. tratto il percorso non è semplice,un lungo traverso ci accompagna con tutta la sua instabilita' e  con calma dopo h. 1.15°  Vi giungiamo per poi ripiegare sulla strada ricoperta di neve fino ai monti di Ruscada e alle ns. auto.




AMEDEO::::  Passo a prendere Ewuska e la trovo sconvolta......Floriano non c'è più....e la notizia mi fa riaffiorare sentimenti purtroppo già provati in passato per un amico che era ventuo qualche volta in montagna con me... ......!! Purtroppo una sola montagna fatta  con Floriano, l'Adula, ma la lettura delle sue relazioni e soprattutto alcuni incontri più o meno brevi davanti al suo negozio con discorsi sulla montagna, la politica, il lavoro, l'amore......insomma la vita con, in alcuni casi, due modi diversi di vederla, ma tra due persone sincere e schiette e con una (Floriano) molto riservata!   Un discorso interrotto  bruscamente, ingiustamente, crudelmente............mi rimane indelebile il suo ricordo ad un tavolo esterno della Capanna Adula mentre scherza davanti alle  birre (momento immortalato da Ewuska nella relazione dell'Adula).   

 tanttanta lami riami riam

Hike partners: Ewuska, Francesco, Amedeo


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»