Punta dell'Inferno


Published by Andrea! Pro , 15 February 2018, 21h07.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:11 February 2018
Ski grading: PD+
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1700 m 5576 ft.
Route:15,2 km a/r
Access to start point:Valnontey, Valle di Cogne (Val d'Aosta).

Eccoci a Valnontey mentre già numerosi gruppi di persone si preparano per andare ad attaccare le famose cascate di ghiaccio di questa valle, penso proprio prese d'assalto tra ieri e oggi ... mentre con gli sci c'è poca gente ... noi, uno sciatore solitario e un gruppetto partito da poco ... poi incontreremo altri 3 strada facendo. Sicuramente non è la tipica stagione per affrontare questo tipo di itinerari e raggiungere queste quote ma le condizioni, come già detto, sono davvero eccellenti.

La parte relativamente più dura di tutta la salita della giornata, vento e freddo a parte, è il superamento della prima fascia boschiva. Solo 300 metri di dislivelo ma su un terreno non proprio comodo tanto che ognuno affronta questo tratto con tattica diversa: il solitario salirà con i rampanti tagliando i vari tornanti del sentiero, il gruppo davanti a noi ha gli sci in spalla e i ramponi ai piedi ... noi invece proseguiamo con gli sci ai piedi, fedeli al sentiero, prestando particolare attenzione nell'attraversamento di alcuni canalini con neve dura.

Finalmente sbucati fuori dal bosco si può iniziare a prendere un ritmo più regolare, guardarsi attorno e gustarsi il ritmo della salita. Giungiamo nei pressi del Rifugio Vittorio Sella da cui è visibile la nostra meta. Il gruppo di tre persone davanti a noi sta praticamente ritracciando il percorso, parzialmente coperto dal vento che soffia fastidioso. Ben in evidenza dritto davanti a noi, una parete di roccia gialla che può fungere da bussola per l'itinerario. Volendo la si può aggirare da destra o da sinistra. Noi oggi seguendo la traccia la lasceremo alla nostra destra riuscendo così ad entrare nel tratto più ripido, che precede il Colle del Tuf, già abbastanza alti evitandoci un po' di fatica nel risalire tutto il pendio.

Sbucati al colle ci ritroviamo proprio come ci immaginavamo: un vento teso (il freddo della quota si percepisce bene sul naso) e alcuni sassi scoperti che ci obbligano a togliere gli sci per un paio di metri. Con l'ausilio dei rampanti proseguiamo ancora per una cinquantina di metri di dislivello per poi lasciare gli sci ed affrontare gli ultimi 50 metri su facili ed affioranti roccette.

Come da previsione la nostra gita finisce su quella che si potrebbe definire la cima sciistica (o Cima Sud come l'ho definita io) visto che per la vetta vera e propria, 9/10 metri più alta, bisognerebbe superare un'ardita cresta mista roccia-neve con vari spuntoni rocciosi, probabilmente non semplici neanche in estate. Ridiscesi al Colle ci buttiamo nel pendio sottostante, ripercorrendo l'itinerario di salita. La buona neve ci permette una discesa veloce e senza eccessivi sforzi almeno fino al Rifugio. Poi qualche tratto meno scorrevole ed infine il boschetto che dopo il primo traverso obbligatorio, scendiamo direttamente seguendo un corridoio di valanga tra gli alberi.

Torniamo in una piacevole e animata Valnontey ma purtroppo togliamo subito il disturbo per evitare le potenziali code di questo weekend di carnevale.

Hike partners: Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

PD WT3 PD+
PD+
22 Apr 10
Punta dell` Inferno 3393m · akka
T2 WT2
21 Apr 19
Rifugio Sella Mt. 2582 · ralphmalph
WT2
12 Apr 15
Rifugio Vittorio Sella (2582 m) · Francesco
T5- F I

Post a comment»