Punta Martin - Cresta Federici


Publiziert von Poge Pro , 3. Dezember 2017 um 18:13.

Region: Welt » Italien » Ligurien
Tour Datum:26 November 2017
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Hochtouren Schwierigkeit: WS-
Klettern Schwierigkeit: III (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Aufstieg: 1850 m
Strecke:21,5 km a/r
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Genova Voltri.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Genova Pegli.

Nel cercare un giro da proporre ad un amico mi balza in testa l'idea di portarlo in una zona per lui nuova e che abbia anche un pizzico di originalità ... qualcosa un po' diverso dal solito ... e visto che la Cresta Federici era nella mia lista dei "WIP - Walk In Progress" (Copyright Poge) e che quando ero stato la prima volta sulla Punta Martin per la sua Cresta Sud-Ovest l'ambiente mi aveva parecchio stupito ... decido che questa può essere un'ottima meta per una gran bella giornata.

Alla normale escursione/arrampicata però voglio aggiungere anche un paio di cosette che mi ero messo in testa: la prima è quella di percorrere il tratto attrezzato del Sentiero Frassati (che durante la mia prima visita avevo dovuto evitare perchè il cane che era con noi si era rifiutato di scendere); la seconda è quella di partire da Genova città (perchè da Acquasanta ... ero già partito ;))

La combinazione dei tre fattori abilmente mescolati ... Cresta Federici, Sentiero Frassati, Genova ... mi fanno tirar fuori una succulenta proposta ... se poi aggiungiamo "l'aggravante" della bellissima giornata ... ciò ci porterà a compiere un gran bel tour.

Ancora un po' straniti parcheggiamo in città, a Genova Voltri, il mare è proprio lì a due passi. Ma basteranno pochi minuti di cammino per ritrovarsi subito in un ambiente che non è certo quello tipico della città, siamo già nel bosco! Poi incontreremo ancora qualche casa ed un tratto di stradina asfaltata ma la città è già simbolicamente lontana.

Arriviamo alla Colla di Pra e ci dirigiamo verso la Baiarda e poi imbocchiamo ... non al primo colpo ... il sentiero per la Colletta di Termi dove deviamo sul sentiero che sale sulla bella dorsale che ci porterà in cima alla Punta Pietralunga. Il vento teso sembra quasi scuotere la montagna tanto fa rumore e ruggisce: nei tratti allo scoperto dobbiamo stare attenti a non farci sballottolare per terra. Transitati dalla Cappellina della Baiarda prendiamo il Sentiero Carlo Poggio (... no, non è mio parente ...) che con un semicerchio ci porterà ad intercettare la Cresta Federici.

Seguiamo la traccia verso destra che in pochi minuti ci conduce all'attacco vero e proprio. Il tempo di "diventare" alpinisti e partiamo. La via da seguire non è sempre univoca ma seguendo qualche sbiadito bollo azzurro, ma soprattutto i numerosi anelloni e spit, si riesce tranquillamente a capire dove passa il tracciato. Partiamo slegati e affrontiamo il primo torrione che dovrebbe essere un II+. Sarà che è il primo passaggio e bisogna "scaldarsi", sarà che è abbastanza verticale ma la sensazione è che questo passaggio sia qualcosina in più di un II. Ad ogni modo verso la sommità, tramite cengette erbose si guadagna la sommità del Corno Stella.

La Cresta prosegue alternando tratti di arrampicata di I/II grado con tratti dove si cammina fino ad arrivare ad una paretina dove si supera un passaggio di III+. Questo è l'unico passaggio dove ci siamo legati, finito il quale abbiamo nuovamente riposto la corda nello zaino e proseguito in "libera". Come prima si alternano tratti di roccia a tratti di erba dove si cammina e, volendo, alcuni torrioni si possono anche by-passare su canalini erbosi ... ma noi siamo qui per divertirci e quindi non ci facciamo sfuggire la possibilità di mettere le mani sulla roccia.

Sarà che ci siamo scaldati, sarà che i vari tratti di roccia sono brevi, sarà ... ma passiamo il secondo passaggio di III senza rendercene conto ... eravamo "pronti" a tirare fuori nuovamente la corda ma non è servita. Così ci ritroviamo a fine Cresta, in cima a Punta Martin, soddisfatti per questa salita e contenti di esserci mossi bene divertendoci.

Il vento che ci aveva risparmiato lungo la Cresta torna impetuoso sulla vetta. Dopo la sosta inizia il Poge-Tour con la discesa lungo la Cresta Sud-Ovest ... sempre molto bella ... fino al Bivio Gazeu da dove riprendiamo la salita lungo il Sentiero Frassati/Carlo Poggio. Nei pressi del Masso del Ferrante imbocchiamo il Sentiero Frassati e ci innalziamo sotto le pareti della Punta Pietralunga e della Torre Baiarda, in un ambiente davvero suggestivo.

Senza particolari difficoltà affrontiamo il tratto attrezzato e sbuchiamo nuovamente al Colle della Baiarda, non prima di aver fatto una breve deviazione sulla sommità della Torre Baiarda. Al Colle ci prendiamo una bella pausa per decidere il da farsi. Da qui si potrebbe prendere il sentiero che ci condurebbe più direttamente a Cian de Figge ma ... ma ... la giornata è talmente bella che, nonostante il mio socio sia un pochino stanco ... decidiamo di allungare il giro raggiungendo la Cima di Fontanabuona lungo un'ampia e panoramica dorsale. Il colpo d'occhio sulla costa ligure è davvero bello e nonostante la stanchezza siamo contenti di questa deviazione.

Finalmente iniziamo la discesa vera e propria che si prospetta ancora molto lunga ma l'ambiente e la luce del crepuscolo che si riflette sul mare (e su Genova) la rendono davvero unica e noi ce la godiamo fino in fondo ... fino ad arrivare a Genova Pegli e attendere pazientemente l'autobus che ci riporterà a Voltri.

Tourengänger: Poge

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3
29 Apr 17
Punta Martin · Gabri
T3
23 Mär 15
Ritorno a Punta Martin! · grandemago
T3
T3 L
T2 L
4 Jan 15
Punta Martin 1001 m · cristina

Kommentare (9)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 3. Dezember 2017 um 20:46
il solito esagerato! bravo Andy

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 3. Dezember 2017 um 20:50
E' bello scoprire (e ovviamente fare) itinerari "classici" ma da versanti e vie insolite.
Grazie.
A.

blepori Pro hat gesagt:
Gesendet am 4. Dezember 2017 um 04:58
Ammazza bel giro davvero! E che panorami ciao Benedetto

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 4. Dezember 2017 um 16:34
Grazie.
La zona merita ... dal mio punto di vista ... bell'ambiente e bei percorsi.
Ciao.
A.

Angelo & Ele hat gesagt: STUPENDO: arrampicare con vista mare...
Gesendet am 4. Dezember 2017 um 09:06
Bello e Bravi...

Anche a me, da tempo, la cresta Federici è nei miei tanti.. troppi progetti... ma partendo da Acquasanta... :-)

Come è la roccia...?

Salutoni...

Angelo

Poge Pro hat gesagt: RE:STUPENDO: arrampicare con vista mare...
Gesendet am 4. Dezember 2017 um 13:09
La roccia è buona ... infatti vista la discontinuità verrebbe quasi da dire che il caschetto non serve ... poi ovviamente per un "non si sa mai" lo si deve usare.

Per il resto uno come te la fa totalmente in libera ... ma se proprio ... basta una corda da 15 metri e 4/5 rinvii.
A.

Angelo & Ele hat gesagt: RE:STUPENDO: arrampicare con vista mare...
Gesendet am 4. Dezember 2017 um 14:10
Grazie mille per l' utile informazione...
Anche se questa cresta Federici non è proprio vicina, mi piacerebbe un giorno provarla e, se sarò da solo, sarà bello sapere che la roccia sarà "onesta" con me...
Ariciao...

Poge Pro hat gesagt: RE:STUPENDO: arrampicare con vista mare...
Gesendet am 4. Dezember 2017 um 16:36
Dai, non è poi così lontana ...
A.

Angelo & Ele hat gesagt: RE:STUPENDO: arrampicare con vista mare...
Gesendet am 4. Dezember 2017 um 17:09
Diciamo che non è vicina e non è lontana...
Certo è che, a volte, in auto è più stressante andare in Alto Lario che a Genova... :-)


Kommentar hinzufügen»