Trekking Cevedale, corso su ghiacciaio


Publiziert von Amadeus , 14. September 2016 um 15:42.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 7 September 2016
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: ZS
Wegpunkte:
Geo-Tags: I   Gruppo Monte Cevedale 
Zeitbedarf: 5 Tage
Strecke:Rifugio Forni, Rifugio Pizzini, Rifugio Casati(Campo Base), Cevedale, Cima Solda, Cima tre cannoni

Che dire, ho aspettato due mesi questo evento, dopo il mio rinvio della sessione dei luglio, a causa della sciatalgia che mi aveva colpito a maggio, ho atteso con preoccupazione questo 7 Settembre, facendo di tutto per non avere ricadute.
Così eccomi il 7.9 ore 11 al parcheggio dei Forni in attesa dei miei sconosciuti compagni di cordata e della guida con cui avremmo fatto "squadra" per 5 giorni.
Dopo le presentazioni, eccoci pronti alla lunga salita che ci porterà al rifugio Casati, campo base del nostro Trek, siamo quattro uomini : io, Roberto, Massimo, Andrea; e due donne : Betty ed Olga, con noi la guida Giovanni Poli.
Arriviamo al Casati verso le 16, preso posizione nella stanza iniziamo una introduzione teorica sui nodi e sul materiale, poi cena, qui si mangia verso le 18.30-19.00; dopo cena programma per l'indomani : Cima Cevedale.
Urca! vabbè che siamo abbastanza preparati(chi più, chi meno) ma subito così? "domani farà bello, dobbiamo sfruttare la giornata" è il commento di Giovanni.
Al mattino partenza alle 7.30 circa, tralascio la parte teorica e le indicazioni che man mano Giovanni ci indicava, e descrivo così questa affascinante, per me, salita alla cima più alta da me toccata.
La luce del mattino ci avvolge filtrando attraverso banchi di nubi, che arrivati ai piedi del "muro" finale si diradano lasciando intravedere una giornata limpida; saliamo in un'unica cordata, piccozza a monte, bastoncino a valle, siamo sulla cresta, alla nostra sinistra il ZufallSpitze, a destra inizia una corta cresta non molto affilata ma abbastanza da farci attenzione poi dopo circa 200 mt siamo sulla cima.
Spettacolo!
Scendiamo e torniamo al rifugio, pranzo e piccolo riposo poi una serie di attività teoriche pratiche di approfondimento su cordate tra crepacci.
Il terzo giorno saliamo alla Cima Solda un 3376 largo e con una salita di circa 40 minuti, passiamo antiche trincee e scavalliamo la cima scendendo nella vedretta sottostante dove iniziamo una serie di attività pratiche sui modi di fermarsi con la piccozza in caso di caduta, da soli ed in cordata da due.
Il quarto giorno ci tocca un lungo traverso verso la cima tre cannoni, così chiamata per la presenza di tre cannoni, residuo della grande guerra, raggiungiamo la cima, foto di rito, poi proseguiamo in tre cordate, ora l'aspetto del ghiacciaio si fà più serio per la presenza di innumerevoli crepacci anche profondi.
Quì applichiamo tutti gli insegnamenti di Giovanni, sul riconoscimento di crepacci occulti il loro aggiramento e apprendiamo le prime nozioni sul soccorso e recupero di persona caduta.
Bellissima escursione in un ambiente fantastico.
Al pomeriggio attività pratiche su recupero, tramite paranco semplice e doppio.
Domenica termina questa bellissima 5 giorni, Giovanni propone il rientro via forcella fra il Monte Pasquale e il Cevedale, poi la valle Rosole il rifugio Branca e il parcheggio; io preferisco rientrare per la via dell'andata : voglio scendere piano da questo bellissimo ambiente e godermi, in silenzio, la vista spettacolare delle cime ed il rumore dei miei scarponi che mi portano leggeri verso casa. 

Tourengänger: Amadeus

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (15)


Kommentar hinzufügen

numbers hat gesagt: Complimenti
Gesendet am 14. September 2016 um 17:12
Gran bella esperienza.

Mario

Amadeus hat gesagt: RE:Complimenti
Gesendet am 14. September 2016 um 19:41
Vero, credo per ora unica x me. Ciao

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2016 um 19:25
Bello aver ancora voglia di imparare....
Bravo.

Amadeus hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. September 2016 um 19:42
Grazie, infatti non si finisce mai di imparare....ciao

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2016 um 20:32
Davvero magnifico, caro Alex. Bravissimo.

Amadeus hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. September 2016 um 21:54
Grazie caro, é una via a cui tenevo....

grandemago hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2016 um 21:08
E bravo Alex .... sulla mia cima "di famiglia"!
E' così che si fa ... non questo mordi e fuggi tanto in voga!

Ciao
Aldo

Amadeus hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. September 2016 um 21:56
Grazie, si ho visto che i Cevedale E' la vostra icona. La montagna va vissuta, anche interiormente...

Menek hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2016 um 21:13
Quoto Mario, bravo Alex... i posti poi sono unici!
Menek

Amadeus hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. September 2016 um 21:57
Grazie, frà....

gbal hat gesagt:
Gesendet am 15. September 2016 um 19:29
Adesso ne hai da insegnarmi!
Bravo fratello, ottima idea e ottima esecuzione.
Ciao

Amadeus hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. September 2016 um 19:40
Be' firse su ghiaccio, ma su roccia, fratello mio chi te batte!? :))))

cristina hat gesagt:
Gesendet am 16. September 2016 um 14:44
Accidenti che crepi!

Amadeus hat gesagt:
Gesendet am 16. September 2016 um 14:55
Già specialmente a valle della tre cannoni, il ghiacciaio precipita in Val Martello, paesaggio strepitoso....

Poge Pro hat gesagt:
Gesendet am 19. September 2016 um 09:01
Bell'idea, interessante.
A.


Kommentar hinzufügen»