Colle Valdobbia / Ospizio Sottile -2480 mt- (da Ca' di Janzo)


Published by GAQA , 19 August 2015, 20h57.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:18 August 2015
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 5:30
Height gain: 1100 m 3608 ft.
Height loss: 1100 m 3608 ft.
Access to end point:Autostrada Genova-Gravellona A26 in direzione Genova uscita Romagnano Sesia.Proseguire per Varallo-Alagna Valsesia fino alla deviazione per Riva Valdobbia e risalire tutta la strada della Val Vogna fino a Ca' di Janzo.

1) CENNI STORICI.

L'OSPIZIO SOTTILE: presso Colle Valdobbia situato a 2480 metri fù il primo ad essere costruito nelle Alpi, il più alto di tutta la catena montuosa.
Dopo una disgrazia avvenuta nel 1820, NICOLAO SOTTILE, canonico e figlio di emigranti della Val Sermenza decise a sue spese di provvedere ad un luogo di riparo e ricovero. Questo itinerario era frequentato da mercanti, ma sopratutto da emigranti stagionali, che si portavano sui luoghi di lavoro a marzo e tornavano in patria tra novembre e dicembre. L'inclemenza del clima in quei mesi e le valanghe causarono moltissime vittime. Cosi' ANNO 1823 grazie a NICOLAO SOTTILE venne ultimata l'opera di costruzione iniziata nel lontano anno 1787 da Gian Giuseppe Liscotz di Gressoney e il capitano Giovanni Giuseppe Gianoli di Riva Valdobbia che fecero costruire sul colle una semplice stalla e una cappella.
Da allora grazie al suo benefattore, rimanendo legato agli avvenimenti della Valsesia, i viandanti transitarono per il colle con piu'sicurezza. L'Ospizio ospito' anche nei periodi estivi Principi e Regnanti e valicarono il passo anche le truppe francesi Napoleoniche e soldati austriaci in ritirata nel 1800.
La cura dell'Ospizio passo' a Giacomo Clerino, ex soldato napoleonico, per quasi venti anni esercito' il duro compito di custode, poi tragicamente deceduto sotto una valanga nel febbraio 1870. La gente di Riva Valdobbia ha affisso in suo onore una targa commemorativa visibile durante il percorso che recita la seguente frase: "Dopo oltre un secolo, Riva V. non ha dimenticato".

2) RINGRAZIAMENTI.

Doverosi riconoscimenti a dei ragazzi di Riva Valdobbia, attualmente gestori dell'Ospizio, grazie al loro lavoro di recupero iniziato 6 anni fa', un pezzo di storia di queste valli (e non solo) e' stata messa in salvo e l'Ospizio e' tornato funzionale. Ho avuto il piacere di parlare con Francesca che gestisce insieme ad un socio l'attivita', nelle sue parole: tanta volonta', passione e cuore per tutto cio' che hanno fatto e faranno per l'Ospizio, da parte mia solo ammirazione. Quest'oggi ho provato intense emozioni, varcando la soglia di questa antichissima struttura, assaporando valori e tradizioni d'epoca, catapultandomi indietro nel tempo pensando ai sacrifici umani e alle fatiche di chi era costretto a valicare il passo per sopravvivere nella speranza di arrivare a valle indenne.

3) L'ITINERAIO.

Parcheggiata l'auto a Ca'di Janzo 1354 mt, inizia l'escursione seguendo il segnavia numero 1. In un primo momento si cammina percorrendo la strada carrozzabile passando per le varie frazioni e villaggi Walser: Ca' Piacentino 1363 mt, Ca' Morca 1378 mt, Ca' Verno 1397 mt arrivando cosi' a Sant'Antonio 1381 mt frazione dove e' situato il Rifugio Val Vogna. Si prosegue per Peccia 1529 mt, accompagnati dallo scrosciare del torrente Vogna caratterizzato dalle sue verdi acque. Continuiamo attraversando poco piu'avanti il torrente Solivo su un ponte in muratura costruito dai soldati di Napoleone.

Sempre seguendo fedelmente il sentiero numero 1 passeremo per: l'Alpe Montata 1638 e dall'Alpe Larecchio 1900 mt dove é presente un masso con funzioni bivio. A questo punto sono ben visibili le varie destinazioni. L'ambiente circostante é sempre molto affascinante e lo diverrà ancora di piu' una volta arrivati nel vallone finale dove comparirà in lontananza la meta. Sembra ormai fatta ma é solo un'illusione ottica. Ancora un piccolo sforzo ed eccoci arrivati in questo luogo ricco di fascino: Ospizio Sottile presso Colle Valdobbia 2480 mt valico alpino Walser che mette in comunicazione: Gressoney St.-Jean (AO) nella Valle del Lys con Riva Valdobbia (Vc) in Valsesia.

NOTE : Escursione classificabile T2. Prestare attenzione nei punti in cui si dirama il sentiero che é comunque sempre facilmente intuibile e ben segnalato. Il giudizio all'impegno fisico é sicuramente più alto in quanto bisogna considerare 20 km circa di camminata tra andata e ritorno, superando un modesto dislivello di 1126 mt.


Hike partners: GAQA


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (16)


Post a comment

Menek says:
Sent 19 August 2015, 21h22
Bel giro, e grazie per i cenni storici.
Ciao
Menek

GAQA says:
Sent 20 August 2015, 09h06
Ciao Dome..Grazie Mille..un saluto a te e Olmo,aspettando il Blumone Day e leggere l'ennesima avventura...
Ciao Alessandro.

Poncione says:
Sent 19 August 2015, 22h17
Molto molto bello.
Grazie Alessandro, e complimenti.

GAQA says:
Sent 20 August 2015, 09h08
Ciao Emiliano....Grazie a te per aver letto e apprezzato la gita,fa molto piacere..:)
Ciao Alessandro.

Sent 19 August 2015, 22h40
Grandissimo Alessandro, vediamo che in questi ultimi tempi bazzichi spesso in Valsesia...anche noi siamo innamorati di quei posti. La val Vogna ci manca e dovremo colmare persto questa lacuna...
Complimenti.
Graziano e Nadia

GAQA says:
Sent 20 August 2015, 09h14
Ciao ragazzi ! Grazie ! Spero possa esservi utile questa relazione in prospettiva futura.Escursione meritevole! Ultimamente tra Noi (io&soci) e Voi ci stiamo dando dentro in Valsesia :) ..Per quanto mi riguarda non saprò mai se è un limite fossilizzarsi sempre sulla stessa area geografica nonostante il Parco Naturale Alta Valsesia è vasto,ma attualmente cuore e mente ci portano in queste valli.
Alla prossima...:)Ciao Alessandro.

danicomo says:
Sent 20 August 2015, 01h31
Bella e interessante, grazie, Alessandro.....

GAQA says:
Sent 20 August 2015, 09h16
Ciao Dani..con molto piacere leggo il tuo bel commento positivo,grazie mille per l'apprezzamento...buone avventure alla prossima:)
Ciao Alessandro.

andrea62 says:
Sent 20 August 2015, 09h45
Mi associo ai ringraziamenti per le note storiche.
Ciao

GAQA says:
Sent 20 August 2015, 11h08
Ciao Andrea ,grazie mille per aver apprezzato la relazione....buone avventure..
Ciao Alessandro..

cristi4n says:
Sent 20 August 2015, 11h09
Bella gita! Spero che tu ti sia ricordato di fare il pieno questa volta :))

GAQA says:
Sent 20 August 2015, 11h12
Ciao Cristian....si si !Appena arrivato al Bar/ Benzinaio di Scopa,colazione e benzina:))
Alla prossima....ciao Alessandro...

Sent 21 August 2015, 18h28
Bella e interessante davvero!!!!! Ciao e Complimenti. ALE

GAQA says:
Sent 21 August 2015, 19h30
Ciao Ale...grazie! Ho cercato in base alle informazioni che ho ricevuto di rappresentare al meglio questo luogo ricco di storia in una valle stupenda..Quando avrete messo al tappeto tutto il Ticinese passate di qua :) :) complimenti a voi per le ultime belle e toste uscite...
Buon weekend Alessandro.

Andrea! says:
Sent 24 August 2015, 17h11
Ciao, bella gita e report.
Ultimamente sono stato sul Corno Bianco e la vista dell'Ospizio in lontananza mi aveva parecchio incuriosito.
Ci passerò sicuramente in futuro (ho già in mente un giretto) e questo tuo report mi fa aumentare la voglia di visitarlo.
A.

GAQA says:
Sent 24 August 2015, 18h28
Ciao!
Leggo con molto piacere il tuo commento,detto da un grande macinatore di dislivelli e collezionista di cime con la " C maiuscola",questo tuo apprezzamento nei miei confronti vale doppio :)

L'ultima data utile per questa stagione sarà il 15 settembre,dopodiché bisognerà aspettare la riapertura l'anno prossimo.
L'Ospizio oltre a essere meta escursionistica (miei livelli),mette a disposizione supporto logistico anche per vie alpinistiche più impegnative (tuoi livelli).In ogni caso è un luogo ricco di storia e personalmente ha trasmesso belle emozioni.
Buone avventure...
Alessandro.


Post a comment»