Monte Gambarogno ... Paglione e Covreto


Published by GIBI , 26 July 2015, 23h49.

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike:25 July 2015
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Monte Gambarogno   I 
Time: 5:45
Height gain: 1400 m 4592 ft.
Height loss: 1400 m 4592 ft.
Route:Alpe di Neggia, Monte Gambarogno, Sassi Gialli, Rifugio Sant'Anna, Monte Paglione, Monte Covreto, Piano della Rogna, Rifugio Alpetto di Caviano, Alpe Tempelina, Monte Paglione, Rifugio Sant'Anna, Pasturone, Alpe di Neggia.
Access to start point:Dalla Svizzera dal piano di Magadino proseguire verso la Dogana di Dirinella fino a San Nazzaro dove in centro paese c'è la deviazione per la strada che porta a Corte di Neggia oppure dall'Italia dal Varesotto / Valle Veddasca passando da Indemini.
Accommodation:Rifugio Alpetto di Caviano, Rifugio Sant'Anna, Rifugio Alpe Cedullo
Maps:Strade di pietra n° 2 Luinese, Gambarogno, Malcantone, Val Travaglia, Vedeggio, Valganna in scala 1 : 30000

Quella odierna è in pratica la continuazione dell'escursione dello scorso 27 giugno tra la Val Veddasca e il Gambarogno quando per l'ora e il caldo giunto all'Alpe di Neggia avevo rinunciato alla salita del Gambarogno, Paglione e Covreto e avevo invece optato per una strategica ritirata verso Indemini e Piero.

Quindi il giro di oggi con partenza alle 12.30 prende il via proprio dall'Alpe di Neggia da dove rapidamente e senza alcuna difficoltà si sale in vetta al Monte Gambarogno, da qui continuo tutto per cresta passando da Magnora fino a raggiungere gli strapiombanti Sassi Gialli, sicuramente con un po' di attenzione si può scendere anche da qui però poco più indietro all'altezza di un omino di pietra ci si inoltra nel bosco e si trova il sentiero a tratti segnato che porta a Sant'Anna, questo che solitamente è un luogo tranquillo oggi invece è decisamente animato dai volontari intenti all'allestimento della bouvette per la festa che si svolgerà il giorno dopo, comunque breve pausa e riprendo a salire verso il Monte Paglione e il Monte Covreto per poi ridiscendere verso il lato del Lago Maggiore e raggiungere il sempre piacevole Rifugio Alpetto di Caviano dove trovo il responsabile del rifugio ... Naldo come sempre simpatico e cordiale.

Guardando la cartina appesa in rifugio mi viene poi l'idea che invece di tornare per l'itinerario di andata di tagliare invece dal rifugio verso l'Alpe Tempelina e da lì ritornare in cima al Paglione risparmiano un po' di strada, così dopo un oretta di riposo mi rincammino per tracce di sentiero che spesso scompaiono nella boscaglia fino a scomparire del tutto e così mi ritrovo a strapiombo disperso nella Reddasca, a questo punto le possibilità che mi si prospettano sono tre ... tornare all'Alpetto ... tentare di risalire in modo diretto verso il Paglione ... o scendere per ritrovare il sentiero o ... un sentiero ed è quello che faccio, l'umidità nel bosco è alle stelle scendo con attenzione tra il fogliame e finalmente trovo una presa dell'acquedotto con un sentierino che prendo ma anche questo ben presto sparisce e sono già sceso a quota 1000 !!! ... risalgo quindi alla presa dell'acquedotto e qui mi accorgo che appena sotto al ruscello sembra passi un altro sentierino attraverso quindi il ruscello e il sentierino continua fino a spuntare finalmente su quello ufficiale e segnato che dai Monti di Sant'Abbondio porta al Paglione.

A questo punto per risparmiarmi qualche minuto di strada ho invece già perso ben più di un ora a ravanare per il bosco ma soprattutto sono distrutto dal caldo e dalla fatica e la risalita dei circa 500 mt. di dislivello fino al Paglione sono un vero calvario, a quota 1300 in effetti spunta un sentiero sulla destra che probabilmente è quello che arriva dall'Alpe Tempelina ma ci sarà il tempo magari in un altra stagione di approfondire la cosa, mi trascino quindi sino in vetta al Paglione ridiscendo a Sant'Anna dove i volontari vista l'ora sono già impegnati nella cena continuo verso Indemini e al bivio di Pasturone prendo il sentiero che risalendo al suo termine spunta finalmente all'Alpe di Neggia.

Più stanco che soddisfatto e in preda ai crampi tanto da dover aspettare che cessino prima di mettermi al volante prendo atto che per questa settimana ne ho abbastanza ... domani riposo assoluto !

Giorgio



NB ... Tempi indicati soste escluse :

Alpe di Neggia - Rifugio Alpetto di Caviano > 2h 17'
cosi suddivisi :
Alpe di Neggia - Monte Gambarogno > 30'
Monte Gambarogno - Sassi Gialli - Rifugio Sant'Anna > 52'
Rifugio Sant'Anna - Monte Paglione > 18'
Monte Paglione - Monte Covreto > 14'
Monte Covreto - Rifugio Alpetto di Caviano > 23'

Rif. Alpetto di Caviano - Monte Paglione - Rif. Sant'Anna - Pasturone - Alpe di Neggia > 3h 31'

Hike partners: GIBI


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (4)


Post a comment

danicomo says:
Sent 27 July 2015, 15h01
Bella ma....un massacro....

GIBI says: RE:
Sent 27 July 2015, 15h32
Puoi dirlo forte Daniele ... e pensare che fino a metà mi ero anche decisamente divertito in cresta !

ciao Giorgio

gbal says:
Sent 28 July 2015, 18h41
Peccato i crampi Giorgio sennò ci scappava anche una corsetta al Tamaro!
Bravo......mi resta francamente difficile immaginarti in "riposo assoluto"!

GIBI says: RE:
Sent 29 July 2015, 14h12
come diceva un mio omonimo e anche illustre " quasi " concittadino : immagina ... puoi !

ciao Giulio


Post a comment»