COVID-19: Current situation

Baita Pesciola m.2005: una due giorni in uno dei bei rifugio delle Orobie valtellinesi


Published by Alberto , 4 September 2014, 15h15. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:23 August 2014
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 2:30
Height gain: 943 m 3093 ft.
Route:parcheggio centrale Armisa m.1061 - baite Masone di sotto m.1140 - località Foppe m.1400 - Baite Moretti m.1460 - Alpe Campèi m.1647 - Baita Pesciola m.2004 DESCRIZIONE: Parcheggiata l'auto nel parcheggio a monte della centrale dell'Armisa m.1061,(cartello indicatore che da ore 2: non reale,la guida da ore 2,30) si prosegue lungo la sterrata con alcuni tornanti,che permette di salire all'assolata conca dei prati della Foppa (1400 m),dove si apre un imponente panorama sulla cerchia di montagne che la circonda. Senza inoltrarsi nella valle,si sale verso sinistra (cartello indicatore per la baita Pesciola) sfruttando il tracciato di una sterrata (visibile anche se coperta dalla neve) si perviene alle baite Moretti m.1459. Più in alto,raggiunte le baite alpe Campèi m.1647: prima di superarle a sinistra vi è una fontana e a monte il nuovo acquedotto che si deve raggiungere,poi si prende a sinistra e si seguono le indicazioni,sentiero erto. km. 5,890 e 115 minuti effettivi di marcia
Access to start point:Strada S.S. 36 dello Spluga: da Milano seguire per Lecco,Sondrio. Passato Sondrio,sulla sp 38 dello Stelvio,dopo aver superato la segnaletica di Piateda,s'incontrano i cartelli con segnaletica per Briotti-Arigna. Si scende ad attraversare il ponte per poi risalire,si supera la località Sazzo (ottimo ristorante con cucina aperta a tutte le ore) si prosegue lasciando perdere le varie biforcazioni. Giunti al tornante con cartello Briotti,proseguire diritto su sterrata (in caso di neve viene pulita dagli addetti della centrale: in ogni caso le catene da neve è meglio averle) fino al parcheggio a monte della centrale idroelettrica dell'Armisa
Accommodation:Baita Pesciola (richiedere le chiavi)
Maps:carta Kompass 1:50.000 Bernina - Sondrio

Vista da Alberto: Le previsioni non danno tempo bello per sabato,quindi è meglio optare per qualcosa di raggiungibile con tempistiche non troppo lunghe e con percorso che non crei troppi problemi (non per forza bisogna andare in montagna quando piove,ma non ha nemmeno senso fare 1400 metri di dislivello e 4 ore di marcia per raggiungere un rifugio) eventualmente dando la possibilità a chi vuol proseguire di farsi una bella scarpinata: questo è il mio modo di praticare l'escursionismo quando in un gruppo vi sono escursionisti più o meno allenati o portati a fare certe cose.

 

Dare la possibilità a tutti di arrivare al principale obbiettivo (e senza farsi male) poi se le condizioni meteo e fisiche lo permettono,ogni uno di noi è libero di scegliere.

Mauro è propenso per la Pesciola ma alla fine cede all'insistenza di Mimmo che vuole andar al Falc (con il tempo che fa sabato alla Falc non è l'ideale visto il dislivello e la lunghezza dei tracciati: ovviamente causa pioggia non sono andati) mentre Andrea e i il Bradipone partono per la Valtellina.

Durante il viaggio vi erano tratti di strada bagnati e altri asciutti ma all'arrivo al parcheggio....comincia a piovere e anche bene.

 

Partiamo alle ore 9,00 sotto l'insistente pioggia in ore 2 e 5,890 km. raggiungiamo alle 11,00 la Baita Pesciola m.2004 dove entriamo (ovviamente ero già d'accordo per il ritiro delle chiavi) per preparaci un soggiorno al calduccio: dai 12° gradi in un oretta portiamo la temperatura a 20° per poter pranzare con risotto condito di tonno,salvia e pancetta rosolata,mentre verso le 13,00 la meteo sta migliorando decisamente.

Alle 14,00 accompagno Andrea per un po di strada fino a quota 1700 dove mi fermo per raccogliere i mirtilli,mentre Andrea porterà a casa un porcino raccolto durante la salita.

Fatta la raccolta di mirtilli dovevo risalire poco più di 300 metri,mi sembrava di non arrivare mai!

Poi mi rimetto all'opera per preparare la cena,leggera,solo con patate rosolate che vanno per la maggiore,finito di cenare comincio a lavare i mirtilli e distenderli su uno strofinaccio,mentre verso le 21,20 un temporale si scatena, per circa 30 minuti poi vin l'ora di andare a riposare....un caldone: sotto la temperatura era salita a 25° sopra pareva di fare la sauna....capanna a 5***** dove non manca l'attrezzatura per la polenta e per fare una bella pizzoccherata oltre a tutto il resto.

 

Il giorno seguente la giornata si prospetta ottima dal punto di vista meteo,almeno all'inizio,quindi avviso Gianluigi sul percorso che deve fare per salire quassù,dove accompagnerà Claudio,Fabio e Marica (conosciuti allo Spitzhorli).

Passa il tempo e non arrivano,che strano,poi giungono due sky runner che mi avvisano di un gruppetto che sta salendo dall'altro tracciato e visto come se la prendono comoda ci metteranno un poco oltre al fatto che quel tracciato è più lungo di circa 40 minuti anche se più panoramico rispetto a quello breve.

Ma finalmente eccoli giungere soddisfatti alla Pesciola dove ci prepariamo per il pranzo: oggi il sugo lo ha portato Claudio e bisogna ammettere che è stato eccellente,mentre nel frattempo giunge una giovane coppia (se non ricordo male Francesca e Alberto) che invitiamo a prepararsi un piatto di pasta dato che il sugo era molto abbondante,mentre passiamo alle braciole che Gianluigi ha sapientemente cucinato dandogli il tocco finale con la pesteda che il Bradipo si è ricordato di portare,dando un tocco particolare al prelibato menù.

 

Poi un altro passante coglie l'occasione per vedere la baita e mi chiede informazioni di come reperire le chiavi: questo luogo è frequentato,ma la baita non sempre è facile avere la fortuna di vederla aperta,quindi apprezzarne il suo fascino.

Gianela dopo aver provato delle bacche,non era informa e tenta un pisolino,poi vien l'ora di ripartire e tenta di fare parapendio ma rinuncia a causa delle difficoltà del terreno che in caso non prenda quota e dovesse cadere,i troppi sassi sono un pericolo.

 

Anche questa meta è stata proposta con la scelta di salire di sabato o di domenica o per fare una 2 giorni in base alla meteo e ai propri impegni,fin che posso riuscire a dare più possibilità di scelta ne sarò felice,ma nel frattempo ringrazio gli amici per la loro compagnia e per ciò che mettono a disposizione.

 

 

Ciao a tutti e alla prossima!


Hike partners: Alberto, gianluigi


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

PD+
28 Jan 18
Punta Pesciola - 2344 m · irgi99
WT3
27 Feb 21
Punta Pesciola 2344 · beppe
T3 WT3
PD+
16 Feb 21
Punta Pesciola - 2354 m · irgi99
PD

Post a comment»