COVID-19: Current situation

Rocciamelone (3.538m)


Published by Simone86 , 22 August 2014, 14h17. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:21 August 2014
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:00
Height gain: 1500 m 4920 ft.
Height loss: 1500 m 4920 ft.
Access to start point:Uscita autostradale SUSA, seguire le indicazioni per Rocciamelone / Rif. La Riposa e percorrere una lunga e stretta stradina asfaltata (tranne l'ultimo Km) per circa 16-18Km....fino al parcheggio
Accommodation:Rif. La Riposa - Rif. Ca D'Asti - Bivacco sulla cima

Vetta un po' lontana e scomoda da raggiungere ma da tempo in lista di attesa. Vuoi per il nome curioso quanto comico, vuoi per la significativa quota eppure meta ultrapopolata oggi decidiamo di provarci. E cosi dopo quasi 2h30' di macchina siamo pronti ad incamminarci verso questa rinomata vetta della Val di Susa. Oggi sono in compagnia di Ivano e il cane Luna.



UN PO DI STORIA...

Tralasciando la dubbia origine del simpatico nome (celti, romani, nessuno lo sa di preciso), ciò che affascina è sapere che nel medioevo era considerata la vetta più alta delle Alpi. Effettivamente, nei suoi 3000m di dislivello da Susa (che è a 500 mslm), appare proprio come un gigante e, quando si entra in Val di Susa, la sua cima appuntita pare essere totalmente inaccessibile.
La sua prima ascensione, effettuata da un crociato salvatosi dai Turchi, documentata al 1° settembre 1358, lascia a bocca aperta per quanto riguarda l'altitudine raggiunta (contando che si partiva probabilmente poco sopra Susa) e la severità della montagna. Questo personaggio ha superato (con i mezzi di allora, i sandali??) le difficoltà della parte terminale (oggi ridotte al minimo da un sentiero battuto e metri di canaponi) e ha raggiunto la vetta lasciandovi un trittico bronzeo dedicato alla Madonna che, secondo lui, l'avrebbe salvato dai Turchi. Osservando la roccia, la verticalità. la quota, le temperature, non rimane che fare i complimenti a questo Carrel del medioevo!
Da quell'anno (1358) sono iniziate delle cicliche peregrinazioni estive, il Rocciamelone ha acquisito una certa "sacralità" e migliaia di pellegrini nei secoli ne hanno raggiuntà la sommità con fatica.





L'escursione può iniziare da un parcheggio situato vicino al Rifugio La Riposa Q2205 oppure, se dovesse risultare pieno, si trova lungo la strada un comodo spiazzo (circa a Q2070/2090). Seguendo le onnipresenti indicazioni (e le decine di escursionisti presenti) per il Rifugio Ca' D'Asti Q2854, lo raggiungiamo con buon passo in 1h15'.

La prima parte ha già una pendenza sostenuta (come tutto il percorso della montagna...non molla mai) ma si effettua tra verdi pascoli. Dal Rifugio Ca' D'Asti invece si passa per immense pietraie con i primi sintomi di leggera esposizione, sempre minima per via del facile e largo sentiero. Raggiunta la Crocetta a Q3306 il panorama è stupendo!!  Verso il basso un'interminabile pietraia lunare, verso l'alto si erge prepotente e severa l'ultima rampa per la vetta. Se non ci fosse il sentiero sarebbe una montagna di tutt'altra difficoltà!

Dalla Crocetta alla vetta c'è la parte un po' più aerea ed esposta, sempre tra virgolette.. in realtà per chi avesse problemi è presente un canapone continuo ed il sentiero non si fa mai stretto ma.. la pendenza della parete è davvero impressionante. Il sentiero la ritaglia facilmente a zig-zag ed in breve si è sulla vetta del Rocciamelone, a Q3538m!. E' presente un bivacco/santuario solido e ben impostato, la gigantesca statua della madonna e soprattutto una vista infinita a perdita d'occhio (quando non ci sono troppe nuvole..). 3h15' per raggiungere la vetta, soste incluse. Una lunga pausa pranzo è d'obbligo.

La discesa è veloce e ci permettiamo qualche piccola deviazione frizzante  fuori sentiero. Con pausa al Rifugio Ca'D'asti raggiungiamo la macchina in circa 2h30' senza fretta.
La maggior parte dei pellegrini effettua la salita comodamente in 2 giorni perchè, effettivamente, la quota si fa parecchio sentire.

Distanza totale A/R: 10,5Km


Hike partners: Simone86, ivopal


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T3 F
T3
6 Sep 14
Rocciamelone mt 3.538 · Angelo63
T3
5 Oct 19
Rocciamelone 3538 m · cristina
T3
21 Aug 20
Rocciamelone Mt. 3538 · ralphmalph
T3
24 Jun 17
Rocciamelone · andrea62

Comments (12)


Post a comment

danicomo says:
Sent 22 August 2014, 15h50
Salita bellissima e appagante.
In completo relax.
Ricordo anche il thè caldo offerto in cima a chi arrivava.
Complimenti, bravo.
D

Simone86 says: RE:
Sent 22 August 2014, 20h12
Si decisamente un 3500 che sembra più un 2500 con una difficoltà da 2000 e un affollamento da 1500 ahaha
grazie e buone uscite

Poncione says:
Sent 22 August 2014, 16h26
Ciao Simone,
complimenti per la vetta, che ho salito anch'io anni fa', in un ambiente alpino veramente splendido... nonostante il consueto affollamento.

Ciao

Simone86 says: RE:
Sent 22 August 2014, 20h11
ah si? fantastico! immagino infatti che pochi delle nostre zone l'abbiano tentata..

Menek says:
Sent 22 August 2014, 19h07
Notevole quota e notevole giro!
Ciao

Simone86 says: RE:
Sent 22 August 2014, 20h10
Grazie! si è proprio una montagna a se',con il suo ambiente e il suo microclima particolare (e il suo traffico)

igor says: Bella montagna
Sent 22 August 2014, 19h45
Bravo Simone e socio bella vetta e bel giro almeno non hai trovato la neve

Simone86 says: RE:Bella montagna
Sent 22 August 2014, 20h09
Grazie Igor oggi una cosa "tranquilla" relativamente parlando..diciamo senza rischi

andrea62 says:
Sent 23 August 2014, 14h32
Faccio mia la prima frase del tuo resoconto. Spero di colmare questa lacuna.
Ciao.

Simone86 says: RE:
Sent 1 September 2014, 16h04
ahahah è proprio vero Andrea, bisogna mettersi ad un tavolo un giorno e decidere "ok 2h e mezza di strada + 2h e mezza al ritorno, ma la facciamo!". A mio avviso merita molto anche se in parte può risultare monotona la parte iniziale. Da Q2800 in su è favoloso!

gbal says:
Sent 23 August 2014, 18h23
Complimentoni Simo.
Una bella descrizione con i riferimenti storici e curiosi e le belle foto.
Un passo tenuto più che veloce...a quell'altezza poi. Ma forse avete corso per stare dietro a Luna?
Ciao

Simone86 says: RE:
Sent 1 September 2014, 16h06
Ciao Giulio! eh si Luna ne aveva ben più di noi eheh però il ritmo è sempre ottimale con Ivano. E' comunque una salita (come per esempio il grignone invernale) dove si macinano metri di dislivello con alta velocità, difatti la lunghezza è relativamente corta però... fatica sempre e comunque! buone uscite!


Post a comment»