Pizzo Salmone 1560 m


Published by cristina , 15 October 2013, 14h11. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike:13 October 2013
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Cramalina 
Route:Ponte Brolla-Tegna-Verscio-Monda-Littuno-Vii-Pizzo Salmone-Vii-Chilasco-Pianezzo-Streccia-Colma-Forcola-Tegna-Ponte Brolla
Access to start point:MIlano-Chiasso. Proseguire per Locarno-Val Maggia/Centovalli. Posteggio libero a Ponte Brolla. Sulla sx della strada. A Verscio forse ce n'è uno ma era tutto occupato, tutti gli altri che abbiamo visto erano a pagamento ma soprattutto con tempo massimo di 2 ore.
Maps:Val Verzasca 1:50.000

Dopo il veloce giro di ieri in Val Biandino per vedere più o meno le condineve, oggi puntiamo alla Svizzera confidando nelle schiarite previste che non ci saranno ma neanche pioverà. Qualche goccia lungo la strada ma una volta raggiunto Verscio non viene giù più nulla anzi sembra che le schiarite stiano arrivando, pura illusione!

Dopo aver fatto avanti e indietro Ponte Brolla-Verscio alla ricerca di un posteggio libero dove possa stare l’auto per più di due ore, la lasciamo a Ponte Brolla e ci dirigiamo a Verscio lungo la strada fino al cartello segnavia per il Pizzo Salmone, nome assai curioso!

La salita lungo una bella mulattiera con scorci panoramici notevoli se solo il tempo lo permettesse, sale inesorabilmente fino a Vii. Bel borgo di case una munita di piscina, porte di calcio (ci siamo chiesti, dove giochino poiché il terreno è inclinato ovunque…) c’è pure quell’aggeggio per saltare che si vede alle giostre che, se non fosse stato bagnato e mezzo smontato, qualche saltello mi sarebbe piaciuto farlo!

Qui troviamo le prime chiazze di neve, lasciamo la mulattiera e proseguiamo su sentiero sempre ben segnato, passiamo un traversino un poco esposto che con neve non è particolarmente simpatico specialmente in discesa. Rientriamo nel bosco e seguiamo sempre la dorsale e dopo una breve discesa raggiungiamo delle casette in pietra. Il sentiero bollato prosegue accanto alle case ma noi continuiamo la salita lungo la dorsale, qualche ometto. La neve continua ad aumentare e quando ormai abbiamo quasi perso le speranze di vedere la cima eccoci sbucare sullo spoglio cucuzzolo.

La sosta è breve, giusto il tempo di fare qualche foto, smangiucchiare qualcosina e poi cominciamo a cercare i segni per proseguire verso il P.so della Garina. Camminare è molto faticoso, sprofondiamo fino alle ginocchia e dopo aver gironzolato a vuoto provando vari punti decidiamo di tornare sui nostri passi e variare la discesa più in basso.

Torniamo alle baite seguendo i bolli del sentiero ufficiale, risaliamo sulla dorsale e torniamo a Vii dove facciamo una veloce sosta pranzo, il freddo e la mancanza di sole non permettono una sosta prolungata.

A Vii troviamo dei cartelli che indicano Streccia, decidiamo di scendere da lì. Daniele ironizza sul fatto che magari quello è il sentiero più comodo per raggiungere Vii poiché salire da Verscio non è proprio una passeggiata!

Naturalmente niente di più falso, specialmente il primo tratto di discesa, ripidissimo e con traccia minima, poi diventa più umano. Passiamo gli alpeggi di Chilasco, Pianezzo fino a giungere a Streccia. Da Streccia risaliamo a Colma, punto molto panoramico con una costruzione curiosa con dipinti i Santi protettori di Tegna, Verscio e Cavigliano se non ricordo male.

Riprendiamo la discesa meno ripida di quella che temevamo, e poco prima di giungere a Tegna intercettiamo la mulattiera che sale all’Oratorio di Sant’Anna e con quella torniamo al paese e quindi al posteggio di Ponte Brolla.

Alla fine della giornata i salmoni li avevamo negli scarponi!

Dislivello 1593 m – 16,90 km.


Daniele
Primo assaggio d'inverno... non male per essere neanche a metà ottobre.
Bella salita iniziale (di quelle che rendono) in un bel bosco freddo e umido... le 10 salamandre di oggi certificano il clima.
Un po' faticoso l'ultimo tratto nella neve, alta e pesante.
Peccato per il mancato panorama dalla cima e per il mancato giro ad anello, ma dopo una prima perlustrazione infruttuosa, non conoscendo la zona, avremmo solo rischiato di ritrovarci chissadove con poche ore di luce disponibili (vista la stagione).
Comunque anche la discesa alternativa è stata simpatica... un po' meno i miei compagni d'avventura che ad ogni bivio non perdevano occasione per consigliarmi un bel giro fino ad Aurigeno (poi forse sarebbero venuti a prendermi...) oppure direttamente a Locarno tramite la Astrovia :-)
Scherzi a parte, nonostante il tempo ed i salmoni negli scarponi, è stata una bella giornata di montagna in piacevole compagnia (ma su questo punto non c'erano dubbi).

Due domande che restano in sospeso:
1) da dove viene il nome di questa montagna?
2) ma le salamandre riconoscono come propri parenti tutte le cose gialle e nere?


Hike partners: cristina, Daniele, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T2
1 May 14
Pizzo Salmone (1560 m) · Amedeo
T3
16 Oct 16
Monte Salmone · Andrea!
T2
30 Oct 16
Salmone mt 1560 da Verscio · turistalpi
T3
28 Dec 14
Un buon Salmone. · Poncione
T2
24 Apr 13
Pizzo Salmone (1559 m) · cappef

Comments (11)


Post a comment

gbal says:
Sent 15 October 2013, 19h06
Neve sorprendente questa di ottobre. Non vi ha impedito la vostra bella sgambata però.
Bravi

cristina says: RE:
Sent 16 October 2013, 10h14
Beh qualcosa siamo riusciti a fare ma mi sa che per quest'anno è finito il momento dei grandi anelli, pazienza!

E' che ogni anno il tempo che ci è concesso è sempre più breve. Se va avanti così tra un po' avremo neve tutto l'anno!

Lasciamelo dire, che palle!

Ciao Cri

bigblue says: salmone-peloso
Sent 15 October 2013, 20h36
Ci siamo chiesti anche noi la provenienza del "Salmone" e in successiva anche del Peloso che di peloso, vista la tanta tanta neve, non aveva proprio nulla :-)
Sa da indagàa su questi nomi particolari.....
Sempre in gamba......complimenti al trio
Ciao Cristina
Pia

cristina says: RE:salmone-peloso
Sent 16 October 2013, 10h12
Sai Peloso magari qualche richiamo potrebbe averlo, erba, roccette grigiastre, qualche peloso che bazzica in zona boh!

Ma Salmone che ci azzecca! Sarà mica arancione oppure gli alpigiani allevavano salmoni invece delle capre, sai gli svizzeri sono strani:-)

Del resto mi piacerebbe vederli proprio giocare su un campo da calcio su un terreno in pendenza, a Vii c'erano le porte...strani strani

Ciao Cri

bigblue says: RE:salmone-peloso
Sent 18 October 2013, 19h02
...si, il Peloso avendolo visto bianco, sotto sotto nasconderà del pelo di origine varia:-))
Il Salmone, quando ci andai, per la colorazione delle piante, proprio di un bel giallo-arancio...da qui a chiamarlo così, ci passa un treno per Cinguetti.....riusciremo a risolvere questo rebus? dormiamoci sopra!
Vero, vero.....il campo di calcio.....la Nazionale Svizzera è famosa xchè gioca bene:-()))))
Ciao
Pia

Sent 15 October 2013, 23h54
Incredibile: anche il Salmone è tra i miei preferiti e domenica l'avevo incluso tra le potenziali mete; poi invece ho ripiegato sulla capanna Albagno.
Saluti.

cristina says: RE:
Sent 16 October 2013, 09h32
Se ci fossimo incontrati anche lì sarebbe stato un caso veramente unico!

Ciao ciao Cri

patripoli says:
Sent 16 October 2013, 08h17
Ricordo l'anno scorso.....l'ultima ciaspolata.....a giugno.
Non se ne poteva più!
Ed ora rieccoci....di nuovo nel bianco....
La Liguria non è poi così lontana! Quasi quasi.....

Marco27 says: RE:Neve ???
Sent 16 October 2013, 09h10
Mi sono venuti i vermi già a dover pestare neve per questi 300 metri di domenica scorsa. Per l’inverno 2013/2014 sto meditando uno sciopero totale: niente pile nell’artva, ciaspole nel cassonetto della plastica e Liguria/quote basse per tutto l’inverno….

Sent 17 October 2013, 01h04
A proposito del nome:
secondo quanto riportato nel capitolo introduttivo "I nomi delle montagne" della guida di Giuseppe Brenna, potrebbe trattarsi d'una deformazione operata dalla cartografia, da un possibile *Sommont (Som- deriva a sua volta da SUMMUS, "Il più alto").
Ciao.

cristina says: RE:
Sent 17 October 2013, 09h20
Avevamo pensato anche ad una storpiatura o traduzione errata come spesso capita ma da Som (il più alto) a Salmone...tra l'altro è un nome proprio ridicolo per una montagna!

Ciao Cri


Post a comment»