Pizzo di Mezzodì m.2708


Published by Poncione , 26 August 2013, 22h43.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:19 August 2010
Hiking grading: T4- - High-level Alpine hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Madöm Gross   Gruppo Pizzo Barone 
Time: 2 days
Height gain: 1790 m 5871 ft.
Height loss: 1790 m 5871 ft.
Route:Sonogno-Cabioi-Capanna Cognora-Pizzo di Mezzodì e ritorno
Accommodation:Capanna Cognora, Capanna Sponda

(Agosto 2010)

Giorno 1
 Decido di fare un'altra notte in rifugio con cima annessa, e dopo aver valutato varie ipotesi decido di tornare in Val Vegorness, dove ero stato già una decina di giorni prima facendo il Pizzo Barone ma mancando altri obiettivi per il peggioramento meteorologico. Stavolta punto alla Capanna Cognora, da dove ho intenzione di affrontare poi il Pizzo di Mezzodì lungo un relativamente breve spezzone di VAV.
Raggiungo Sonogno coi mezzi pubblici dall'Italia, e da lì dopo aver pranzato sull'allegro fiume Vegorness mi porto verso Cabioi: poco prima di raggiungere quest'alpe però si devia a destra, seguendo le chiare indicazioni per la Capanna Cognora. Il sentiero si rivolge subito verso un torrente laterale che scende da una bella cascata, e s'impenna con una certa decisione verso la faggeta, che si risale a zigzag. Segue un breve traverso, facile ma davvero impressionante per il suo notevole salto verso valle, dopo di che si supera, facilitato da un mini-ponticello, il torrente. La salita è di quelle davvero toste e senza tregua, e il gran caldo non aiuta affatto nell'impresa... va detto che l'itinerario è talvolta esposto e richiede davvero la massima attenzione e prudenza.
Raggiungo con fatica l'Alpe Cognora, ma è ancora abbastanza presto. Decido così di proseguire verso il Passo di Piatto (VAV) giusto per fare qualcosa in più, ma nubi e nebbie s'addensano, così superato un tratto attrezzato con scalette in legno - ormai vicino al passo - decido di tornare indietro e fermarmi definitivamente in Capanna, da dove ammiro il tramonto e una splendida luna piena.

Giorno 2
  Parto verso il Pizzo Mezzodì, il tempo sembra tenere, anche se s'intrvedono già poco promettenti "pecorelle" lontane. La parte iniziale è abbastanza semplice, salendo e zigzagando tra prati e massi, poi s'affronta faticosamente una lunga pietraia che, con pendenza sempre più forte, raggiunge la selletta posta poco sotto la cima (utile l'uso delle mani proprio nella parte terminale). Da qui rimane davvero poco, anche se c'è da affrontare ancora un breve ma poco simpatico traversino assai esposto, che adduce alla bifida vetta, separata da facile cresta di rocce e sfasciumi: il panorama che si gusta dalle due cime è veramente fantastico e ripaga della fatica. Tornato sulla cima più prossima alla selletta mi accorgo che un breve canalino (che avevo notato in salita senza valutarlo) rende più semplice il ritorno. Scendo ovviamente per lo stesso itinerario VAV già affrontato e, giunto a Cognora, mi fermo a mangiare qualcosa: qui incontro proprio il custode (membro SEV) della Capanna, intento a controllare che sia tutto in ordine, col quale scambio quattro parole. Poi, mentre inizia a cadere qualche goccia, decidiamo di scendere assieme: a Cabioi si trova il suo fuoristrada, sul quale (vista la pioggia) mi farà gentilmente salire per evitarmi la lunga discesa a Sonogno.

Anche stavolta ho di che essere soddisfatto: questa Val Vegorness merita davvero, e il Pizzo Mezzodì è davvero una bellissima cima, non difficile ma tutt'altro che scontata.

Hike partners: Poncione


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

froloccone says: Val Vegorness
Sent 27 August 2013, 13h59
Bella veramente,spero di vederla quest'anno facendo il Barone!!!!

Poncione says: RE:Val Vegorness
Sent 27 August 2013, 14h39
Ti piacerà, vedrai. E' una zona davvero splendida. Nel caso andassi, fammi un fischio.
Ciao


Post a comment»