COVID-19: Current situation

SKT...Spider 2....a crazy idea....


Published by tapio , 4 April 2013, 23h45. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike: 3 April 2013
Ski grading: PD+
Waypoints:
Geo-Tags: Vigezzo   I 
Time: 1 days
Height gain: 1375 m 4510 ft.
Height loss: 1375 m 4510 ft.
Route:Patqueso (1076 m) – Alpe Crotte (995 m) – Alpe Basso (1123 m) – All’Erta (1279 m) – guado sul Rio del Castello (1290 m) senza salire ad Al Cedo – Al Geccio (1774 m) – Laghetti del Geccio (2120 m) - Pizzo Ragno (2289 m) – ritorno per la stessa via
Access to start point:Valle Vigezzo - Malesco – Val Loana – fermata bus in località Patqueso
Maps:CNS 285 Domodossola

tapio:

Ore 7, zona Sempione. Nuvole nere sia a Nord che a Sud si addensano sopra le nostre teste, soprattutto a Nord. Tira vento e nevica. Dialogo tra bigblue e tapio:

-   Cosa facciamo?

-   Non saprei… Le previsioni non erano così…

-   Usciamo dalla macchina per una nuova ricognizione…

Possenti folate e cristalli di neve negli occhi ci fanno ritornare al calduccio a meditare…

La scena precedente si ripete più e più volte per una buona mezz’ora.

A me il vento non piace per niente, e forse calco un po’ la mano su questo aspetto…

Alla fine pur con mille dubbi, che nel viaggio verso Sud si riaffacceranno costantemente, decidiamo per più miti latitudini…

La nuova idea che si materializza indipendentemente dalle nostre volontà (per Pia è sano masochismo, visto che per lei si tratta di una ripetizione, a distanza di soli due mesi, pora tùsa…) è di infilarsi verso il regno di Aracne. Io conosco abbastanza bene la zona (ma solo in estiva…), e ho una vaga idea delle fatiche che ci attendono; comunque appoggio l’idea con estremo entusiasmo, con in testa le parole di ciolly “per una quindicina di giorni è ancora fattibile”… Se lo dice lui, ci si può credere… Altre valide alternative, così, improvvisate sui due piedi non ne vengono in mente: e allora che Loana sia!

Dal punto di partenza di Patqueso si perdono allegramente un’ottantina di metri secchi sul ripido: lascio immaginare come sarà, al ritorno, questo tratto…

Con gli sci in spalla proseguiamo sulla strada forestale in costruzione, che costeggia il Rio del Basso. Le basse temperature mantengono il fango duro, ma chiunque saprebbe prevedere cosa succederà nel pomeriggio… tra ruspe, escavatrici e caterpillar… la palude sta per trasformarsi in sabbie mobili!

Oltrepassiamo l’Alpe Basso, poi l’Alpe All’Erta, saliamo nel boschetto di faggi e attorno alla quota 1450, su terreno aperto, togliamo gli sci dalle spalle e li mettiamo ai piedi: la schiena ringrazia. Evitiamo la salita verso il Rif. Al Cedo e restando più bassi andiamo a guadare il Rio del Castello nuovamente senza sci (ci guardiamo bene dall’agevolare il gran nemico zoccolato bagnando le pelli nel fiume…). Proseguiamo ora in direzione W e poi S per guadagnare il costolone che scende dalla Costa Nera. Oltrepassatolo, siamo Al Geccio. Da qui un amplissimo giro in senso orario ci conduce agli invisibili Laghetti del Geccio e, ormai in vista della cima, un lungo traverso in direzione NE e qualche inversione sulla pala sommitale scodellano il ragno crociato ai nostri piedi.

Anche il Pizzo Ragnol’altissima vetta, prospiciente su precipizi così immensi che i meno coraggiosi sono obbligati di sedersi ed abbrancarsi al terreno” (Giacomo Cavalli, 1874) è andato!!!

Bella neve primaverile trasformata, lunghissimo portage sul fondovalle, fango fino alle orecchie sulla strada in costruzione… e non dimentichiamo la risalita del pendio finale con la schiena rotta!… chiudono una giornata da ricordare.

Il Ragno scialpinistico in aprile, fino a non molto tempo fa, era assolutamente fuori dal novero delle gite che avrei messo in programma. Grazie Pia per il tuo spirito di sacrificio, per la tua tenacia dimostrata più a fatti che a parole, per la grande giornata di montagna vissuta insieme… la prossima volta però sfidiamo il vento…

 

PS Prima che ci si possa fare idee sbagliate, questa è una gita adatta a chi ama la sofferenza. Magari in stagione meno inoltrata lo è un po’ meno (meno sci in spalla), ma lo sviluppo rimane comunque ingente (lasciamo volentieri il calcolo ai geometri ed ai maniaci delle misurazioni in generale…). Anzi, in piena stagione invernale c’è anche il rischio di dover partire più in basso di Patqueso, quindi la cosa va ponderata con equilibrio…



bigblue:

Giù per su, siamo in zona Simplon.....questa cima come una seconda casa...la propongo a Fabio....la meteo più che rassicurante......andiamo!

Ebbene si, erano le 7....io e Tapio, due anime abbandonate al limite del bosco, fuori dalla car....bordate di vento e neve riportata ci danno una bella sveglia.....mah, mah...questi svizzeri “cioppano” un po' troppo.....sul suo volto, come un led, lampeggia perfettamente chiaro il suo pensiero. Che il vento qui alla partenza, ci sia sempre, è altrettanto vero.....una consuetudine che conosco bene ma che alla fine si è sempre rivelata “apparenza”...e se questa volta l' apparenza si rivelasse sostanza.....
Giocarmi così il bimbo? Nuoooo! Farmi odiare? Nuooooo!

E allora cheffare? Non ho pronto piani alternativi.


Pranayama meditation......non so e non ricordo il motivo, forse la Val Loana così gettonata nello scorso weekend....torna alla ribalta.....la ribalta del Ragno!

Eggià, caspita l' ho fatto a febbraio....a Tapio l' idea piace....probabilmente ancora in “bambola” da una notte tormentata, mi si è cancellato il bel viaggio che già ci avevo fatto!

E poi vi chiedo:....una montagna con questo nome quale altro significato può avere?

Lui, l' animalo tesse la sua tela, setosa, leggera, tenace, più aggrovigliata possibile e poi...poi aspetta le sue vittime sacrificali che incautamente ci cadono dentro....come me, ci ricadono pure.....ma si sa, per un amico, questo e altro!

 

Pia:

Nome nato dalla devozione cristiana che significa “ligio alla religione”.

Il nome era comunissimo nel Medioevo. Famosa è Pia de Tolomei che Dante mette nel Purgatorio

Significato: devota, pietosa, virtuosa...

Mah??? va bene tutto questo....potrei aggiungerci....autolesionista?....masochista?...oh yes!

A questo punto, dopo due “ragni” in doppietta anche Dante credete mi concederebbe il Paradiso?

 

Il tipo di percorso che amo, amo alla follia.....sviluppo, sviluppo, sviluppo e i miei piedi di burro squagliano e bruciano....fare due inversioni? la mia passione.... devi aspettare la vetta, anche nell' intricato bosco questa volta mi sono negate....portage!

Alla fine per chi, non come me, è amante delle terme: servizio fanghi compreso nel pacchetto vacanza...all-inclusive!


Grazie Fabio!
Se ci ho creduto la seconda.....solo perchè spinta dal tuo entusiasmo.....alla prossima ma senza "giacca"......parapendio alla Beppe-fly!.......

http://www.youtube.com/watch?v=SH_xyi_EdMc 
 

. ppppppppppppa ppppppaahttp://www.youtube.com/watch?v=SH_xyi_EdMhttp://www.youtube.com/watch?v=SH_xyi_EdMc http://www.youtube.com/watch?v=SH_xyi_EdMc 
 

parapendio alla Beppe-fly! 

 

parapendio alla Beppe-fly! 


Hike partners: tapio, bigblue


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T2 F
T3
1 Jan 15
Capodanno al Pizzo Ragno · tignoelino
T3
T4
20 May 17
Un gran bel Ragno · froloccone
T3
7 Jul 13
Pizzo Ragno · Mauronster

Comments (18)


Post a comment

veget says:
Sent 5 April 2013, 08h57
Oltre la meraviglia,per la vostra determinazione...... i vostri sorriri ......
le didascalie alle foto.......e le relazioni????? che capolavoro!!!!!!mi sembra di essere in vostra compagnia,anche negli ultimi cento metri al ritorno.......(ritirata nella steppa).
Cosa Aggiungere?????
Tanta ammirazione. Bravi!!!!!
Ciao,Ciao
Eugenio

tapio says: RE:
Sent 5 April 2013, 11h09
Caro Eugenio,
ti assicuro che (almeno per stavolta) le foto, le didascalie e la relazione sono stati molto più leggeri della gita stessa... Comunque i tuoi complimenti sono molto graditi, grazie mille: queste sono anche le tue zone, quindi, tutto molto circostanziato :-))) Grazie!
Ciao, Fabio

bigblue says: RE:
Sent 5 April 2013, 12h14
Eugenio.....sei troppo buono...anche tu un pò masochista come me? la forza di leggere anche le didascalie....cosa volere di più? Grazie! Ti assicuro che di "ragni", salvo quelli di Lecco, almeno per dieci anni non ne voglio più vedere!
Un saluto
Pia

Sent 5 April 2013, 18h10
Un bravo agli Ottimi Ravanatori!!
Potete segnarla sugli annali la salita,
al mese di aprile, al ragno coi ski.
roby

bigblue says: RE:
Sent 5 April 2013, 18h35
si, ROBY puoi ben dirlo....forse a febbraio era un filo meglio mahhhh......basta ragni.....meglio il gallo!
Grazie
Pia

tapio says: RE:
Sent 5 April 2013, 18h41
Grazie Roby,
sì hai ragione, anche sulla mia schiena rimarrà segnata questa gita... e in un modo o nell'altro non ce la dimenticheremo!
Ciao, Fabio

tignoelino says: RE:
Sent 5 April 2013, 20h34
ma, non mi sembra così pesante (Pia)
per rovinarTi la schiena!!!
ciao, Amis

tapio says: RE:
Sent 5 April 2013, 21h17
No, lei è leggera come i suoi sci...
...sono i miei che pesano quasi quanto me!!!
È la dura legge della proporzionalità diretta...
Ciao Amis

bigblue says: RE:
Sent 5 April 2013, 21h54
Tapioooo.....fino allo scorso anno, avevo anch' io i catramozzi ma ero più allenata....ora anche questi sembrano piode.....il prossimo anno la O2R vestirà Merelli....ecco quella è l' attrezzatura che in quasiasi modo la porti, non la senti!

gbal says:
Sent 5 April 2013, 19h27
Bravi ragnetti!
Anche se sono convinto che a breve leggeremo di quella vostra gita saltata per meteo (e per ora misteriosa) siete stati in gamba ad improvvisare l'alternativa. Io e Roby l'abbiamo fatto in estate e ancora me lo ricordo ma da Patqueso sapevo che era un sacco di più e poi con fanghi termali, boschi, faggete, neve, ecc. beh....quasi quasi faccio il geometra e calcolo, poi mi vergognerò nè Roby?
Grandi complimenti.

bigblue says:
Sent 5 April 2013, 20h38
Makkiseneimporta dei tempi.....non dobbiamo "mangiare" con i tempi come gli atleti che lo fanno di lavoro.....ognuno con i suoi tempi....la vetta è uguale per tutti!
Ciao Giulio....lo sò che sei un bravo geometra:-)
Rabies minga!
Pia

ciolly says: No Comment
Sent 5 April 2013, 21h06
Non ho parole...
Vedo che il salvagente Loana funziona sempre...
anche senza per forza fare prime visita a Simplon...

Complimenti per la vostra determinazione e costanza, siete unici!

Ciolly

tapio says: RE:No Comment
Sent 5 April 2013, 21h43
Grazie mille Adriano,
ad averlo saputo ci risparmiavamo volentieri il viaggetto oltre confine, e magari così avremmo trovato anche una neve leggermente migliore. Però alla fine è andata più che bene, il Ragno merita davvero!
Ciao, Fabio

bigblue says: RE:No Comment
Sent 5 April 2013, 21h51
Ciolly......colpa di meteo CH....continua a tirar cioppi....lo faranno apposta? Abbiamo poi seguito le tue tracce infilandoci nel canal:-)! A proposito devo chiederti qualcosa riguardo ad altro canale.....sono sicura tu avrai già la risposta ai miei progetti....Mago Ciolly! Il ragno nn si è mai sentito così in compagnia come in questo inverno!
Ciao Adriano!
Pia

ciolly says: RE:No Comment
Sent 5 April 2013, 22h02
HikRagno risposta!

Anche il canale che sale a dx del Cedo è collegato al Pizzo Ragno, solo l'ultimo strappo della cresta per uscire in punta richiede qualche precauzione maggiore (cornici)... (attenzione)il settore è molto soggetto a valanghe.

bigblue says: RE:No Comment
Sent 5 April 2013, 22h07
Nuooooo! altro giro, altro regalo.......ti spiegherò.....solo un conoscitore esperto come te può darmi risposta.....se poi è fattibile mi accompagni e mi aspetti.....come sai tu alieno io scamorza!
Ciao Adry!

Amedeo says: Ah però!!
Sent 5 April 2013, 21h53
Sempre più scatenati....anche la Wood Gang cominicia a sentire il fiato sul collo!!
Bravi
Amedeo

bigblue says: RE:Ah però!!
Sent 5 April 2013, 22h05
Esageratoooooooo! Ho già prenotato una "strep" da attaccare al Peppo:-) il 4x4 della WG!
Ciao Amedeo e mille grazie
Pia


Post a comment»