Traversata Como-Lecco in MTB


Published by Massimo , 20 May 2012, 17h31.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:19 May 2012
Mountain-bike grading: PD - Moderate
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:00
Height gain: 850 m 2788 ft.
Height loss: 850 m 2788 ft.
Route:Como - Albate - Valbasca - Montorfano - Monte Orfano - Orsenigo - Albavilla - Alserio - Erba -Proserpio - Canzo - Lago del Segrino - Pusiano - Annone Brianza - Oggiono loc. Rossa - Galbiate - Garlate - Lecco
Access to start point:Molteno - Como San Giovanni in treno sulla tratta Lecco-Como
Access to end point:Olgiate Molgora - Lecco in treno sulla tratta Milano stazione Garibaldi - Lecco

PREMESSA:                                                                                                                                                        L’area che si estende a sud del lago di Como, laddove la pianura va ad incontrare le montagne del Triangolo Lariano, è caratterizzata dalla presenza dei famosi ‘Laghi briantei’. Una serie di cinque piccoli specchi d’acqua circondati da terreni ondulati e brevi pendii che arricchiscono il territorio grazie alla loro rigogliosa vegetazione e ai suggestivi paesaggi che sono in grado di offrire rappresentando delle vere e proprie perle naturali nel cuore della Brianza. Li incontriamo da est a ovest: il lago di Montorfano, il lago di Alserio, di Pusiano, del Segrino e di Annone e, a sud di Lecco, il lago di Garlate, formato dal fiume Adda. Tutti sono perfettamente accessibili nel modo più naturale, a piedi, in bicicletta e perfino a cavallo. Si possono raggiungere piccole spiagge, aree pic-nic oppure solcare in barca le acque calme e pescose per godere appieno dell’amenità di questi luoghi.
 
DESCRIZIONE:
L’idea era quella di salire da Abbadia ai Resinelli la domenica per vedere l’arrivo della tappa del giro d’Italia ma come consuetudine negli ultimi mesi le previsioni meteo non lasciano scampo; pioggia a catinelle; cambio programma e opto per un’uscita ciclistica; presi accordi con Mauro per il sabato che da l’OK per l’uscita in bici nonostante l’allenamento quasi nullo.
L’itinerario prescelto è la traversata dal ramo occidentale del Lario: Como a quello orientale: Lecco toccando le sponde di ben 8 laghi: Como – Montorfano – Alserio – Segrino – Pusiano – Annone – Olginate – Garlate e di nuovo quello di Como; itinerario che dal titolo sembrerebbe insignificante se non addirittura brutto ma se fatto su sterrati e stradine secondarie in mezzo ai boschi è molto bello e offre parecchi spunti  interessanti per invogliare a percorrerlo ; il tutto facilitato dalla mia buona conoscenza della zona avendo risieduto nella provincia di Como per quasi 30 anni e essendo residente attualmente in provincia di Lecco.
Ritrovo a casa mia per le 7.30, dopo un caffè inforchiamo le bici e partiamo accompagnati da una  temperatura molto frizzante direzione Molteno dove dopo 7 Km di pedalata senza difficoltà altimetriche ci attende per le 8.16 il treno che ci porterà a Como alla stazione San Giovanni..
Alle 9.00 puntualissimi siamo a Como, giro turistico per la città, foto di rito, altro caffè questa volta corretto sambuca e via che si parte; dopo aver imboccato la vecchia napoleona saliamo verso piazza Camerlata dove nell’ultimo tratto un PIRLA con targa svizzera sfiora Mauro e con lo specchietto lato passeggero urta il mio braccio sx ( quello sano ) rischiando di buttarmi a terra e senza neanche accertarsi se mi aveva creato danno se n’è andato via spedito; raggiunta Camerlata altro tratto schifoso con traffico fino ad Albate dove inizia la parte interessante del percorso; prendiamo il percorso vita della Valbasca che ci condurrà a Lipomo e successivamente a Montorfano dove tocchiamo le sponde del secondo lago di giornata; qui prendiamo una decisione che si rivelerà infausta; decidiamo di risalire le pendici del Monte Orfano m.554 punto più elevato di giornata, salita abbastanza irta ma senza grosse difficoltà tecniche, discesa: un calvario. Dopo circa 500m. c’è una biforcazione del sentiero senza segnalazioni, noi naturalmente prendiamo quello sbagliato che dopo 15’ fatti quasi tutti con bici in spalla e con i rovi impietosi che ci sfregiavano gambe e braccia finisce nel nulla; torniamo sui nostri passi e riprendiamo la via maestra che fortunatamente è quasi tutta pedalabile. Planati sul centro di Montorfano prendiamo per Orsenigo dove dopo aver attraversato la statale Como-Bergamo ci immergiamo nei campi e nei boschi ed attraverso molti pezzi di sterrato e stradine secondarie toccando anche il comune di Albavilla nelle frazioni di Saruggia e Carcano raggiungiamo Alserio e il suo lago. Pausa barretta, foto e ritorniamo in sella toccando le sponde sud del lago poste sotto la collina di Monguzzo; dopo aver costeggiato tutta la parte sud del lago entriamo nel comune di Merone dove ci aspettano purtroppo 3-4 Km sulla statale Vallassina, arrivati all’intersezione  con la statale Como-Lecco attraversiamo il ponte e invertendo la rotta di 180° costeggiamo il fiume Lambro per 2-3 Km dapprima su asfalto e poi su sentiero fino a raggiungere il punto dove le acque del fiume si gettano nel lago di Pusiano. Ritorniamo ad Erba riuscendo ad evitare il traffico passando per stradine secondarie, tocchiamo le frazioni di Arcellasco e San Bernardino dove inizia un tratto in ciotolato  di circa 1 Km molto ripido che ci conduce appena sotto l’abitato di Proserpio che raggiungiamo dopo un altro tratto di salita, svolta a dx direzione trattoria Inarca e percorrendo su strada sterrata la cresta che divide le acque del lago del Segrino  dalla provinciale Arosio-Canzo detta Ravella tocchiamo l’abitato di Canzo, ancora qualche Km e siamo sulle rive del Lago del Segrino, transitiamo dalla parte interna sulla ciclabile e a Longone al Segrino ci aspetta una breve pausa pranzo.
Dopo poco più di mezz’ora ripartiamo e da Eupilio  transitando dal cimitero della frazione di Carella andiamo ad intersecarci alla ciotolata che dal cento di Pusiano sale fino al santuario della Madonna della Neve, la percorriamo in discesa raggiungendo le rive del lago di Pusiano; breve tratto di un paio di Km sulla statale Como-Lecco e svoltando a dx puntiamo l’abitato di Annone Brianza raggiungendo le sponde dell’omonimo lago; da qui parte una bellissima pista ciclabile che nonostante costeggi il lago di Annone presenta diversi sali e scendi; dopo 6-7 Km di ciclabile passiamo per Rossa frazione del comune di Oggiono e iniziamo l’ultimo tratto di salita di giornata, un paio di Km asfaltati belli tosti che ci condurranno sotto le pendici del Monte Barro a Galbiate, discesona fino a Garlate e ripercorrendo in senso inverso la ciclabile dell’Adda arriviamo alla nostra meta di arrivo: Lecco dopo aver costeggiato le rive del lago di Garlate. Dal lungolago di Lecco raggiungiamo la stazione ferroviaria passando per il centro invaso dagli amanti dello shopping del sabato pomeriggio; il treno che va a Milano stazione Garibaldi con fermata Olgiate Molgora partirà alle 18.07; sono le 17.35 facciamo in tempo a farci una rinfrescante birra; incredibilmente come due deficienti riusciamo quasi a perdere il treno meno male che partirà con 3/4 minuti di ritardo altrimenti  ….ciao-ciao. Scesi dal treno ci aspettano gli ultimi 6 Km di pedalata con 2,5 Km di salita che risulteranno essere interminabili; finalmente per le 19.10 siamo di ritorno a casa mia abbastanza stravolti.
 
RIEPILOGO:
SVILUPPO PERCORSO: 72 Km + 13 di trasferimento alle stazioni
FONDO STRADALE: 65% asfalto / 25% sterrato / 5% cementato / 5% ciotolato
TEMPO EFFETTIVO: 6h30’ + 1h x trasferimento
DISLIVELLO: 800-900m compresi i diversi saliscendi incontrati sul percorso 

Hike partners: Massimo


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (19)


Post a comment

heliS says: No carbon
Sent 20 May 2012, 17h45
Anche voi nel club :)
Complimenti per la pedalata ... non è che avete la traccia GPS? Qualche tratto vorrei farlo anch'io ... ma ancora non conosco la zona .... :/
S.

Massimo says: RE:No carbon
Sent 20 May 2012, 23h59
Grazie x i complimenti Silvia,
mi spiace niente traccia GPS, io sono per il grandemago-pensiero.
Comunque se vuoi delle info non crearti nessun problema chiedi e cercherò di esserti utile il più possibile.

Ciao
Max

beppe says: BRAVI
Sent 20 May 2012, 18h33
Complimenti veramente un bel giro e belle foto .
a presto
Beppe

Massimo says: RE:BRAVI
Sent 21 May 2012, 00h01
Grazie Beppe,
vedo con piacere che sabato sei riuscito a fare l'escursione.

Ciao
Max

massimo61 says:
Sent 20 May 2012, 18h45
Bravo Massimo vedo che hai portato a termine il tuo progetto
Ciao Max 61

Massimo says: RE:
Sent 21 May 2012, 00h03
Grazie Massimo,
ma non mi fermo qui, mi stanno frullando per la testa altre idee.
Questa settimana mi sa che ci va male, però magari giovedi????
Ci sentiamo

Ciao
Max

massimo61 says: RE:
Sent 21 May 2012, 12h43
ok per giovedi confermato ci sentiamo per l' orario e la meta
Ciao Max 61

diego says: raduno mtb
Sent 20 May 2012, 20h41
Ehi biker,
segnalo la data del 26/8, per il 1° S.Jorio Bike Day.. info CaiDongo.it
Ti aspetto..

Daniele66 says: MTB
Sent 20 May 2012, 21h07
Bravi avete avuto pruprio una bella idea
e una buona gamba ciao Daniele66

Massimo says: RE:MTB
Sent 21 May 2012, 00h08
Grazie Daniele,
il nostro territorio offre un sacco di spunti per pedalare in mezzo alla natura fuori dal caos,
bisogna solo studiarsi con cura i percorsi.

Ciao
Max

Massimo says: RE:raduno mtb
Sent 21 May 2012, 00h06
Ciao Diego,
bella iniziativa, se sarò libero da impegni ci sarò di sicuro, però senza Paolo.... il pazzoide mi fa partire in bici da Cantù

Max

pm1996 says:
Sent 20 May 2012, 23h03
Bravi Mauro e Max...bel giro...

Massimo says: RE:
Sent 21 May 2012, 00h09
Grazie Paolo,
al prossimo ti vogliamo presente

Ciao
Max

lebowski says:
Sent 22 May 2012, 12h19
Grande Max, non ti ferma più nessuno...

ciao

Massimo says: RE:
Sent 23 May 2012, 11h06
Grazie Luca,
ricordo che la Lodi-Po ci aspetta, ma forse è meglio aspettare l'autunno.
Che ne pensi?

Ciao
Max

lebowski says: RE:
Sent 26 May 2012, 10h38
Sì, con questi passaggi caldo-freddo improvvisi oramai ci troveremmo a pedalare con 30 gradi, vada per l'autunno.

Ciao

Massimo says: RE:
Sent 26 May 2012, 21h30
Ok, nel frattempo puoi fare un accurata scelta per il cascinale, elemento importante dell'escursione

Alberto says:
Sent 24 May 2012, 10h36
... ciao Max,complimenti a tutti e due e ancora altre lunghe pedalate,ciao

Massimo says: RE:
Sent 24 May 2012, 23h11
Mentre tu avevi appena smesso di fare salire il PIL nazionale noi ce la scialavamo per la brianza.

Grazie gratta
Ciao
Max


Post a comment»