Gli antichi insediamenti Walser di Salecchio


Published by adrimiglio , 16 May 2012, 10h34.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:13 May 2012
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 800 m 2624 ft.
Height loss: 700 m 2296 ft.
Access to start point:Percorrere la superstrada del Sempione ed uscire allo svincolo Valle Antigorio/Formazza, continuare su s.s. 659 in direzione Formazza fino alla fraz. Passo di Premia.

Questa escursione offre la possibilità di ammirare uno dei luoghi più interessanti a livello storico e paesaggistico ossolano, infatti Salecchio Inf. e Sup. sono due colonie Walser di rara bellezza fondate nel XIII e XIV sec. abitate fino a metà degli anni ’60.
 

Dalla fraz. Passo di Premia imbocchiamo sulla sx una strada di cemento/asfalto che ci fa guadagnare quota rapidamente grazie ad una sequenza di tornanti, al cospetto dell’immensa parete di granito strapiombante sulla valle deviamo a sx su di una bella mulattiera che si snoda inizialmente sotto delle sporgenze rocciose e successivamente nei prati, arrivando così a Salecchio Inferiore (1320 m).
Qua ammiriamo le costruzioni antiche di stampo tipicamente Walser ancora in buono stato, la chiesa di Santa Maria e poco più avanti in direzione nord scorgiamo la scuola Virgilio, nelle vicinanze una bella baita adagiata sui classici funghi. Proseguendo la salita incontriamo una cappella panoramica e poco distante entriamo nella bellissima Salecchio Superiore (1510 m).
Il centro del villaggio è costituito dall’oratorio di San Giuseppe edificato nel XVII sec, attorno a se fanno bella mostra le baite ottimamente conservate, la quiete e l’atmosfera del luogo ci inducono alla lunga pausa ristoratrice e meditativa, l'unica nota stonata riguarda la chiusura del bel rifugio Zum Gora a causa della parziale chiusura stradale, probabile conseguenza dell'episodio nefasto capitato due anni fa.
Ripartiamo alla volta del successivo villaggio di Case Francoli, dominato alle spalle dell’imponente mole del Monte Giove, ricordo ancora l’effetto che mi fece la prima volta che vidi questo luogo dove rimasi letteralmente a bocca aperta, sono dell’idea che sia uno degli angoli più affascinanti delle Alpi.
Dopo le foto di rito, percorriamo il sentiero sulla dx che il leggera discesa arriva all’Alpe Vova, grazie al disgelo recente ammiriamo delle belle fioriture, altra pausa contemplativa all'oratorio di Sant'Antonio e poi discesa vertiginosa iniziale sulla sterrata che scende all'abitato di Chioso, fortunatamente sono ancora sfruttabili dei bei tratti di mulattiera ora segnalati da cartelli di buona fattura recanti la scritta “mulatera”che addolciscono sensibilmente la calata a valle.
Buona visione fotografica!

Dati GPS: Dislivello positivo 800 m
                  dislivello negativo 700 m
                  sviluppo planimetrico 11 Km

 


Hike partners: adrimiglio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 10796.gpx Salecchio

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (8)


Post a comment

gbal says:
Sent 18 May 2012, 21h43
Molto interessante la tua gita; montagna e cultura. Complimenti per le tue foto sempre belle.

adrimiglio says: RE:
Sent 21 May 2012, 17h08
Ciao Giulio
grazie 1000 per il commento, mentre percorrevo questa interessante gita mi rendevo proprio conto che le aspirazioni escursionistiche ci spingono prevalentemente a forti dislivelli e difficoltà sempre più elevate, purtroppo questo non ci fa osservare quello che abbiamo sulla "porta di casa" come mulattiere, incisioni rupestri, baite millenarie, affreschi storici etc etc... forse a volte bisognerebbe fare un passo indietro...

Adry.

gbal says: RE:
Sent 21 May 2012, 21h46
Sento che hai ragione; anche io lo penso spesso. L'unico alibi che mi trovo è che il tempo è tiranno e finisco per prediligere, chiamiamolo così, l'aspetto sportivo anzichè quello contemplativo che è, ahimè, ....un po' di corsa!

Andrea76 says: RIFUGIO "ZUM GORA" nuova gestione
Sent 28 August 2013, 21h47
Ciao a tutti, sono il nuovo gestore del Rifugio Zum Gora a Salecchio Superiore, questi sono i recapiti del rifugio per qualsiasi info: 349 2265958 o rifugiozumgora@gmail.com, siamo aperti dal 1° di Maggio a metà ottobre..vi aspettiamo numerosi...
a presto
Andrea

adrimiglio says: RE:RIFUGIO "ZUM GORA" nuova gestione
Sent 29 August 2013, 10h50
Ciao Andrea

leggo con piacere questo intervento, ho sentito parlare molto bene della vostra nuova gestione, vi faccio i miei migliori auguri, la prima volta che passo verrò a trovarvi.

Un consiglio, visto che sei iscritto al sito, iscriviti anche alla comunità italiana, e inserisci lo stesso annuncio nel forum così lo leggono subito tutti.

Adry.

Andrea76 says: RE:RIFUGIO "ZUM GORA" nuova gestione
Sent 31 August 2013, 11h36
Ciao Adry,
grazie per il consiglio, ti aspettiamo presto qui al rifugio...

Andrea

awd says: Durata?
Sent 10 August 2014, 14h07
Ciao.
Saranno passati 20 anni da quando sono stato a Salecchio, ho deciso di ritornarci seguendo questo itinerario, non sono mai stato a case francoli.
Ma qual è la durata dell'itinerario? Siamo assolutamente fuori forma, quindi andiamo piano piano :)

adrimiglio says: RE:Durata?
Sent 11 August 2014, 16h43
Ciao...non so il tuo nome
ho ricavato i tempi di cammino effettivo dalla traccia GPS, che sono i seguenti:
Passo/Salecchio inf. 1h
Salecchio inf./Salecchio sup. 40'
Salecchio sup./Case Francoli 20'
Case Francoli/Vova 20'
Vova/Chioso 1 h
Tempo totale effettivo 3,5 ore circa.
Nell'eventualità che non avete predisposto un'auto a Chioso per il rientro a Passo, considerate almeno 30' di cammino a piedi, l'escursione l'abbiamo fatta in completo relax, quindi presumo che i tempi saranno in linea con i vostri.
Non sei mai stato a Case Francoli? io lo ritengo uno degli angoli più graziosi dell'Ossola.

Spero di esserti stato d'aiuto, buona gita.

Adry


Post a comment»