COVID-19: Current situation

Dal Turchino a Punta Martin (1001 m)


Published by peter86 , 22 December 2011, 19h09.

Region: World » Italy » Liguria
Date of the hike:22 December 2011
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 4:15
Height gain: 600 m 1968 ft.
Route:Passo del Turchino (588 m) - Colle di Prato d'Ermo (710 m) - Colle del Veleno (660 m) - Colle Gandolfi (936 m) - Monte Penello (995 m) - Punta Martin (1001 m)
Access to start point:Da Milano autostrada per Genova Voltri, uscire a Masone e seguire per il Turchino. All'imbocco del tunnel svoltare a destra su stretta stradina e parcheggiare al Passo, dove si notano i cartelli dell'Alta Via. Posto per un'auto sola, altrimenti bisogna parcheggiare giù, subito dopo il tunnel.
Maps:Pegli, Prà, Piani di Praglia e Capanne di Marcarolo

L'idea per oggi era di fare la prima uscita stagionale con gli sci da fondo o con le ciaspole, ma le previsioni di forti raffiche di vento sulle Alpi mi fanno cambiare frettolosamente programma!
Opto quindi per un giro sull'Alta Via dei Monti Liguri, su una delle cime più note ai Genovesi, la Punta Martin: rocciosa vetta dall'aspetto severo che nasconde invece un lato più facilmente accessibile.

Arrivati al vero Passo del Turchino (sopra il tunnel, che invece è posto a quota 532 mt) scorgiamo subito i cartelli dell'Alta Via e parcheggiamo in un minuscolo spiazzo a bordo strada.
La temperatura è piuttosto rigida e tira un bel venticello, per cui partiamo imbottiti come fossimo in alta quota!
Nella prima parte il percorso si svolge su una facile mulattiera, piuttosto noiosa e tutta in ombra, che attraversa un bosco di castagni e compie diversi saliscendi.
Finalmente al Colle del Veleno, o Giovo Piatto. (0 h 45), raggiungiamo la cresta e veniamo baciati dal sole che in un attimo ci scalda.
Il bosco lascia ora spazio ad ampi prati e la vista sulla sottostante Valle Stura e sulle colline circostanti inizia a farsi interessante.
Seguiamo ora la cresta e, dopo un breve tratto ripido, raggiungiamo un vasto pianoro davvero spettacolare: i prati secchi, e pieni di blocchi rocciosi conferiscono all'ambiente un aspetto da film western, e contrastano con il verde dei radi pini.
Alla nostra destra compare il mare, mentre alle nostre spalle riconosco le imponenti sagome del Monte Reixa e del Bric del Dente.
In lontananza iniziano a scorgersi anche le prime vette alpine, la prima a fare capolino è il Monviso!
La nostra meta invece è lì di fianco a noi, vicinissima in linea d'aria, ma ancora lontana perchè per raggiungerla bisogna fare un lungo giro!
Estasiati dal panorama proseguiamo, compiendo ora un bel traverso ai margini della pineta. Con un ultimo, si fa per dire, strappo, raggiungiamo il Colle Gandolfi (1 h 55), da cui si apre un altro panorama da urlo, sull'entroterra genovese con le sue vallate e montagne e sul Levante ligure, da Genova al Monte di Portofino.
Abbandoniamo ora l'Alta Via, per seguire la stradina sterrata che porta in breve alla pianeggiante vetta del Monte Penello, dove ci sono un bivacco e diversi resti di antiche costruzioni. Tocchiamo la vetta e prendiamo il sentiero che, percorrendo la larga cresta, ci porta alla base del cucuzzolo della Punta Martin.
Gli ultimi metri sono piuttosto ripidi e presentano qualche brevissimo passaggio tra facilissime roccette.
Con grande soddisfazione raggiungiamo la croce di vetta (2 h 20)
Da qui possiamo constatare quanto sia ripido il sentiero che risale da sud ovest, dal Santuario dell'Acquasanta, e quanto siano esposti e verticali gli altri versanti di questa cima, non a caso molto famosa tra gli alpinisti genovesi!
C'è un bel libro di vetta, ma purtroppo manca la penna... incredibile!
Consumiamo il pranzo godendoci la meravigliosa vista: oltre il grigiore della Pianura Padana si vede una bella fetta dell'arco alpino, dal Monviso fino al Cervino e al Rosa. Che meraviglia!!
Anche dal lato del mare il panorama è straordinario: da un lato Capo Noli con le Alpi Marittime sullo sfondo, dall'altro il Golfo Paradiso e il Monte di Portofino!

Per tornare seguiamo lo stesso percorso dell'andata (4 h 15)

Bella escursione davvero appagante e per nulla impegnativa. Ammirare le Alpi da quaggiù è sempre uno spettacolo eccezionale!
Solo il tratto di mulattiera dal Turchino al Veleno è piuttosto monotono e noioso.
Perfetta la segnaletica, questo tratto di Alta Via è indicato alla perfezione con numerosi segnavia bianco-rossi con la scritta AV e con i due bolli azzurri.




Hike partners: peter86, Ricc


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T3
T3
T2
6 Jan 13
Punta Martin 1001 m · cristina
T2
9 Apr 12
Punta Martin 1001 m · cristina
T2 F
4 Jan 15
Punta Martin 1001 m · cristina

Post a comment»