COVID-19: Current situation

GRAN PARADISO, m 4061


Published by lumi , 25 August 2011, 11h48. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:21 August 2011
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1 days
Height gain: 2101 m 6891 ft.
Height loss: 2101 m 6891 ft.
Route:Pont (Valsavarenche) - Rifugio Vittorio Emanuele II - Vetta Gran Paradiso - ritorno
Accommodation:Rifugio Vittorio Emanuele II.

Ho passato due settimane da sogno, che non avrei mai immaginato. Sabato scorso Becca d’Oren, il battesimo del ghiacciaio, poi una settimana in una masseria da favola in Puglia, con le sue spiagge selvagge e un mare Ionico cristallino, pulito, accogliente….e poi…i miei primi 4000, il Gran Paradiso…chissà che verrà dopo? Ma non m’interessa niente…ora chiudo gli occhi e mi godo queste meraviglie…non voglio ancora svegliarmi…
 
Il Gran Paradiso, una facile vetta a 4000 m di quota completamente italiano, si avvantaggia in piena stagione estiva di un’attenzione eccessiva da parte degli alpinisti europei…perciò anche io, un’escursionista rumena assieme ai suoi amici montanari Lella, Memi e Alberto, l’abbiamo scelto oggi, in una mattina fantastica colorata d’argento da una luna spettacolare e un cielo stellato.
 
Visto che il nostro desiderio era di salire durante la giornata e dovevamo alzarci prestissimo, siamo partiti di sabato pomeriggio, con il pernottamento a 6 km dal Pont, l’inizio del sentiero verso il Rifugio Vittorie Emanuele II. Infatti, il nostro Grandemago ha pensato per noi, prenotandoci due camere al Camping Hotel Grivola (www.campinghotelgrivola.com), frazione Bien, Valsavarenche.
 
Dopo una cena abbondante, una partita a carte e qualche pensiero non detto, ma quasi-quasi inseriti mentalmente nella giornata di domani, siamo andati a fare ‘’la nanna’’ non prima di puntare la sveglia alle 4 di mattina.
 
Mi alzo prima delle 4, perchè l’emozione che sto vivendo in questi momenti è cosi misteriosamente affascinante che mi fa ritornare indietro in quelle mattine presto, quando fuori era ancora buio e da bambina mi alzavo prestissimo per scoprire i regali di Natale portati nella notte.
 
Alle 5.10 di mattina, dal parcheggio di Pont (m 1960) ci incamminiamo in fila indiana alla luce delle pile frontali di Memi e Alberto e ci dirigiamo verso la mulattiera che sale al rifugio Vittorio Emanuele II. Stiamo salendo tranquillamente nell’attesa dell’alba e c’immaginiamo lo spettacolo che potremo godere, quando saremo più in alto, alla luce dei primi raggi solari. Alle 7 siamo già al rifugio Vittorie Emanuele (m 2732), al tavolo davanti ad un caffè, senza parole, con l’espressione sul nostro volto…’’c’è la faremo???’’ ma il desiderio è forte di arrivare alla fine. Il sole si fa vedere prima sul grandioso Ciarforon (m 3640) e poi piano, piano si fa sentire anche sulle nostre spalle.
 
Dal rifugio, procediamo verso la Testa di Moncorvè, il colle posto alle spalle del rifugio in direzione nord, con attenzione, cercando di seguire gli ometti di pietra, poi saliamo tra massi e torrenti per raggiungere l’inizio del ghiacciaio del Gran Paradiso (m 3185) dove calziamo i ramponi. Superato questo tratto senza grosse difficoltà ci immettiamo nella confluenza tra il ghiacciaio del Gran Paradiso e il ghiacciaio di Laveciau.
 
Ci prendiamo la pausa banana per rinforzarci un po’ prima della colle ripido e ghiacciato chiamato la "Schiena d’asino". Troviamo tanta gente qua, che sta sia riposandosi, sia ammirando la folla di persone che sta salendo e scendendo dalla vetta del Gran Paradiso.
 
La Madonnina s’intravede….le emozioni stano crescendo. Hmmm..siamo al Colle Becca di Moncorvé (m 3875) ..questo è il tratto più impegnativo.. inizio a sentirlo anch'io, il battito del cuore è più forte, cerco di respirare profondamente….l’altitudine bussa alla porta del mio corpo e io la accolgo con ospitalità …mi disse…’’vive coscientemente, non guardare troppo al passato, né tanto nel futuro, ma vivi nel presente, goditi la bellezza di ‘’ora’’, sii ricettiva a ciò che è intorno a te’’.
 
Superato questo colle, costeggiamo la base della cresta tra la Becca di Moncorvé e quella del Gran Paradiso, la Madonnina e più visibile e fa miracoli…non c’è più tanta gente…e cosi ci portiamo sotto alla piccolissima cima dove sono spariti tutti. Siamo solo noi quattro lassù, sul comodo pietrone piatto a pochi metri dalla vetta, non è possibile!!!!!! stiamo vivendo il nostro Gran Paradiso, c’è lo godiamo solo noi!!!! Forse non è credibile…ma è stato cosi, non siamo riusciti a farci una foto di gruppo perché non c’era nessuno!!!
 
Non ho parole per spiegare l’entusiasmo, la meraviglia di fronte ai mondi che scoprivo dentro e fuori di me. My God!!!!…che emozione, ho i brividi…quasi mi scappa la p…..i, sono finalmente quassù, i miei primi 4000, questa volta è più forte dentro di me, perché questa cima mi da la serenità, quella che significa l’accettazione di tutto ciò che esiste in se (me). Non è cosi facile come sembra, di essere in grado di accettare se stessi come siamo ed assumersi la responsabilità di ciò che siamo, la varietà dei nostri pensieri, sentimenti, azioni. Sto guardando intorno e quel mondo visto da lassù mi disse, ’’datti la possibilità di sentire ciò che senti, datti il permesso di pensare quello che pensi, datti la possibilità di agire nel tuo modo di agire..’
 
Il resto è solo discesa, stancante per la neve marcia ed il sole cocente…voglio scendere un attimo da sola per sentire miei questi panorami, queste rocce, questi torrenti, mi guardo intorno e mi vengono le lacrime a pensare quante emozioni, esperienze, bellezze mi ha dato e continua a darmi questa passione. Presa da questi pensieri arrivo quasi senza accorgermi al rifugio, affollato di gente…e poi, poco dopo, un urlo di gioia, soddisfazione… baci e abbracci con i compagni di questa favola.
 
Sono le 21.50, quando finalmente sbarco dalla macchina davanti alla casa, stanca, ma estremamente felice di aver realizzato un sogno…la felicità e l’emozione di sentirmi lassù, al di la di tutto.....un’esperienza indimenticabile che mi completa e mi fa sentire più forte... 

Hike partners: bertic, Lella, lumi


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4 PD II
13 Jul 19
Gran Paradiso · Erli
T3 PD- II PD+
T2 PD II
1 Jul 19
Gran Paradiso · pika8x14
T2 PD- II
PD
20 May 17
Gran Paradiso 4061 m · ALE66

Comments (14)


Post a comment

lebowski says:
Sent 25 August 2011, 14h53
orgoglio, tenacia, soddisfazione...


ciao

Luca

lumi says: RE:
Sent 25 August 2011, 15h00
Si, è vero Luca, vedrai, li sentirai anche tu.
A presto:)
Lumi

Amedeo says: Bravissimi!!
Sent 25 August 2011, 16h29
Caspita che impresa, bravissimi.......!!
Ciao
Amedeo

Tony57 says:
Sent 25 August 2011, 16h34
Belle foto bellissimi posti e Bellisssssima Impresa

Davvero Bravi

lumi says:
Sent 25 August 2011, 16h47
Credo che il desiderio sia stato più forte delle nostre risorse:) e la soddisfazione finale impagabile.
Grazie da tutto il gruppo!
Lumi

titti says: Complimenti
Sent 25 August 2011, 17h40
Complimenti a tutto il gruppo!!
E' stata una bella impresa!!!

A presto,
Bru

lumi says: RE:Complimenti
Sent 25 August 2011, 17h53
Grazie Bru dal gruppo:) Complimenti anche a te e Pino per quello che state facendo!
A presto,
Lumi

grandemago says: Non vi ferma più nessuno!
Sent 25 August 2011, 22h27
Mi riconfermate come coach?


lumi says: RE:Non vi ferma più nessuno!
Sent 25 August 2011, 22h33
hmmmm....dipende.....del sole....della neve:):):) Potremo negoziare!!!!!

grandemago says: RE:Non vi ferma più nessuno!
Sent 25 August 2011, 22h38
Daiii......ne volete uno più giovane ehhh?

patripoli says: RE:Non vi ferma più nessuno!
Sent 26 August 2011, 08h27
Ero sicura che ce l'avreste fatta!
Grandi......

Patrizia

lumi says: RE:Non vi ferma più nessuno!
Sent 26 August 2011, 09h46
Grazie Patrizia, con un po’ d’incoscienza, tanta voluta e….le creme solare:) l’abbiamo fatta!
A presto,
Lumi

Alberto says: sacrifici...
Sent 26 August 2011, 10h02
...più che appagati: questo è un'altro aspetto della montagna,la quale richiede notevoli sacrifici ma in compenso regala tante soddisfazioni. Complimenti a tutti voi! Ciao

lumi says: RE:sacrifici...
Sent 26 August 2011, 10h51
Si, Alberto, i sacrifici che in pochi li capiscono, ma la vera passione per la montagna li richiede.
Grazie da tutto il gruppo!
Buone camminate!
Ciao,


Post a comment»