COVID-19: Current situation

rifugio Bellano m.1309 - monte Legnoncino m.1714


Published by Alberto , 29 May 2010, 14h41.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:22 May 2010
Hiking grading: T1 - Valley hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 2:00
Height gain: 504 m 1653 ft.
Height loss: 504 m 1653 ft.
Route:Artesso m.1210 -rifugio Bellano m.1309 -Roccoli Lorla m.1450 -strada militare del Legnoncino -S. Sfirio m.1700 -monte Legnoncino m.1714
Access to start point:Milano -Lecco -uscita Dervio -Vestreno -Sueglio -Loco Toco -Roccolo di Artesso  
Accommodation:rifugio Bellano (previ richiesta delle chiavi) - rifugio Roccoli Lorla
Maps:carta 1: 35.000 comunità montana della valsassina -valvarrone -val d'Esino e rivera

Decido di spostare la gita al Baldo il giorno sucessivo,così mi avvio al monte Legnoncino: questo promontorio,offre uno dei meravigliosi spettacoli sul lago di Como. Però,non salgo dalla zona dei Roccoli Lorla,ma effettuo una traversata perché mi interessano i manufatti inerenti alla prima guerra mondiale. Per chi come me ama questa tipologia di escursioni,sa bene che vanno prese con calma per osservare anfratti e quant'altro vi fosse nei paraggi: e la zona del Legnoncino ne è assai prospera di tali strutture,dato che doveva difendere le postazioni più a monte del massiccio del Legnone. Quindi,giunto ad Artesso,luogo ameno e di tranquillità,immerso nel verde con boschi bellissimi,mi avvio verso il rifugio Bellano. Poi per un sentiero,una volta ampia mulattiera,proseguo in falso piano,osservando le trincee e in alcuni casi,ristrutturate (non avventuratevi senza una torcia,alcune gallerie sono particolarmente lunghe),cosa intelligente,alquanto rara. Giunto dopo un'oretta ai roccoli,prendo la scorciatoia per tagliare la lunga strada del Legnoncino e giunto in vetta,lo spettacolo che si mostra e di grande fascino: eravamo solo in 3,uno stava leggendo un libro e l'altro si stava sbizzarrendo con tanto di cavalleto,a fare foto a iose. Dopo qualche scambio di parole,mi avio alla vicina chiesetta di S. Sfirio,che a causa (se così si può dire) dello scavo sotterraneo per l'osservatorio (chiuso per ragioni di sicurezza) della prima guerra mondiale,questa chiesa sta per sprofondare sotto,all'interno di esso. Immagino che le istituzioni locali sappiano ciò che sta accadendo: se si decidessero a mettere in sicurezza tale zona e di rinforzare tale interno dell'osservatorio,si otterrebbe la salvezza della chiesetta (che ha qualche secolo) e la possibilità di visitare l'interno del manufatto del 15/18. La vedo molto difficile,peccato che certi pezzi di storia vadano a ramengo a causa dell'indifferenza dei “potenti”,potenti sì,ma ben lontani dall'essere intelligenti nel capire quanto valore ha la storia. Una volta ritornato all'auto,mi sono diretto alla vista delle cannoniere,perlustrando l'interno delle viscere della terra,dove cunicoli di ridotte dimensioni,collegavano le varie postazioni,alcune oramai adibite a box privati.


Hike partners: Alberto


Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (1)


Post a comment

gonzo says:
Sent 31 May 2010, 12h28
ammappate quanta neve sul Grignone


Post a comment»