Monte Lema mt 1621 anello da Miglieglia


Published by turistalpi , 21 April 2024, 16h06.

Region: World » Switzerland » Tessin » Sottoceneri
Date of the hike: 6 April 2024
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Tamaro-Lema 
Time: 8:00
Height gain: 950 m 3116 ft.
Height loss: 950 m 3116 ft.
Route:come waypoints

Bellissima giornata che con Giorgio sfruttiamo per salire un poco di quota ed andiamo a fare un giro sul monte Lema.
Partiamo da Miglieglia, traversiamo l'abitato e poi attraversati alcuni prati troviamo il percorso diretto recintato, per cui proseguiamo seguemdo la segnaletica e passando dall'agriturismo La Sosta, riprendiamo il sentiero antico che sale al monte Lema.
Salendo attraversiamo un paio di volte la carrozzabile, passiamo dal baitello soprastante e credo che nelle alcune baite ci sia un nuovo rifugetto non trovato.
Il sentiero traversa  salendo nel bosco per poi arrivare sul largo crestone sud est  del Lema.
Ora l'ambiente è aperto ed il sole si fa sentire.....Lascio andare avanti mio fratello poichè lui deve
allenarsi mentre io devo riposare e godere (qualche piccola differenza d'età purtroppo....).
Ci ritroviamo poi all'Ostello ed io arrivo dopo circa 50 minuti.
Giorgio vuole mangiare ivi ed io ovviamente sono sempre d'accordo......ma mangiare poco eh.
Infatti ci limitiamo ad una sola portata: lui pizzoccheri ed io lasagne.
Ben rilassati poi sotto un bel sole e senza vento saliamo i pochi  metri che ci dividono dalla cima su cui sostiamo ulteriormente per irposo post-pranzo.
Qui osserviamo i numerosi aero modelli di alcuni appassionati ......sono molto interessanti, penso che anche i vari modellini abbiano più o meno la stessa tecnica in piccolo degli ormai famosi droni.
Proseguiamo traversando sotto il Moncucco per poi scendere a Pian Pulpito.
Di solito io scendevo dritto a sud per il passo Forcola e poi giravo a  sinistra per pianeggiante stradino sino a Cima Pianca. Ora dopo tanti anni voglio vedere come è il sentiero che allora era ripido e molto sassoso.
Con mia sorpresa ora tale tratto è ben largo, ben liscio e forse anche meno ripido......mi è stato detto che in molte zone stanno trasformando itinerari pedestri in  itinerari ciclistici.
Be che dire? A me l'invasione dei bykers non mi piace ma trovare sentieri ben sistemati mi facilitano il procedere da anziano.....basta che non mi trovi improvvisamente davanti ad un a curva uno scalmanato ciclista oltretutto SENZA CA,MPANELLO!!.
Ho detto loro più volte che per una coesistenza pacifica e senza incidenti come sia sufficiente dotarsi di un campanello dal costo ridicolo ma dai risultati notevoli!
Ma continuo ad incontrare ciclisti senza campanello!!!
Scusate la divagazione e torniamo al nostro bel sentiero trasformato notando che per fortuna il grande fungo porcino di legno che conoscevo è ancora al suo posto ai bordi del percorso.
Sosta alle baite di Cima Pianca dove stanno ristrutturando gli edifici.
Ripartiamo seguendo la segnaletica e su tratti di sterrata  arriviamo all'alpe Paz dove normalmente ci sono nei recinti alcuni daini che però oggi non si sono visti, c'erano solo pecore.
Al bivio ben segnalato a sinistra prendiamo il sentierino che congiunge Paz a Miglieglia.
Il tratto è ben tenuto anche se con tratti fangosi per le recenti piogge.
IN circa 20 minuti arriviamo al parcheggio e siamo tutti e due soddisfatti.

Hike partners: turistalpi
Communities: Hikr in italiano


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (1)


Post a comment

Poncione says:
Sent 29 April 2024, 16h30
Sempre in gamba Enrico! Ciao


Post a comment»