Punta Pisoni 1910 m Bivacco Rina 1720 - Valgrande


Published by Antonio59 ! , 5 May 2023, 13h00.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike: 3 May 2023
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 8:00
Height gain: 1595 m 5232 ft.
Height loss: 1595 m 5232 ft.
Route:16,92 km

Oggi giro con i colleghi. Si punta al bivacco Rina in Valgrande.
L'idea era di salire a Faievo in auto. Ma arrivati a Trontano e imboccata la sterrata il nostro autista ha un sussulto : la mia macchina su una sterrata giammai. Che cavoli pensavo io, cominciamo bene.
Invertita la marcia scendiamo a Trontano a prendere il sentiero più diretto, ma saranno 450 metri di dislivello in più.
Nella parte alta del paese in frazione Quara, parte il "Sentiero Natura" del Parco Nazionale, che passa in un bel bosco, a un albero monumentale di castagno, c'è anche un pannello didattico. Oltre i 700 metri attraversiamo 3 volte la strada, ma che cavoli, qui è perfettamente asfaltata. Ma allora erano solo i primi metri di sterrata.
Un pò per smaltire in anticipo il pranzo, un pò per autopunirsi per lo smacco carraio, a circa 900 metri di quota, un paio di tornanti sotto Faievo, si parte all'avventura.
Si sale su nel bosco poco inclinato e senza sentieri, sbuchiamo all'Alpe Gambatorta 1020 m. Da qui il bosco si impenna, per placare le ire del gruppo e non farli ammutinare, dico che stò seguendo un sentiero che esiste solo sulla Carta Nazionale Svizzera ( ma quando esisteva non si sa ). In effetti in un tratto troviamo anche alcuni piccoli bolli rossi che ridanno fiducia. Sbuchiamo in terreno meno inclinato dove ci sono alcuni ruderi che dovrebbe essere l'Alpe Cerisola e poco oltre altre baite diroccate: Alpe Arsa 1282.
Riprendiamo a salire un altro ripido pendio boscato e senza traccia verso sud. Passiamo a fianco a delle rocce, e più sopra in una larga trincea rocciosa. Infine sbuchiamo su una montagnetta : Sasso Drisioni 1487 m. Scendiamo a una sella, dove arriva da sinistra un sentiero, finalmente una traccia, e in breve siamo all'Alpe Drisioni 1488 m, con belle baite e in posizione panoramica. Sempre seguendo il costone, si arriva all'Alpe Nava 1728 e al successivo bivio. Qui perdiamo un pò di quota, per poi salire a sinistra la traccia che sale ripidamente il costone ovest fino alla Punta Pisoni 1910 m.
Si vede la in fondo la traccia di capre che sale il fianco destro del Tignolino di Trontano, la voglia di andare  a vedere c'è, ma il tempo no. Dobbiamo cucinare gli gnocchi al bivacco, se solo fossimo partiti 450 m+ più in alto.
Conclusione, cerchiamo una possibilità di discesa diretta verso il bivacco, senza tornare indietro a prendere il sentiero.
A destra scendono pietraie rododendrate, queste portano via tempo a discenderle. 
Si prosegue di cresta verso Tignolino Nord, dopo la sella ci si rialza di quota e dopo essere saliti più alti dei Pisoni, incontriamo la costa erbosa che si vedeva da lontano. Da qui scendiamo a destra il pendio erbato, cercando poi in basso di evitare il più possibile i cespugli, e infine si arriva sul sentiero ufficiale, ora basta fare ancora una risalita e siamo arrivati all'Alpe e al bivacco Rina.
Problemi di acqua non ce n'è, passa addirittura sul pavimento della baita.
Fortunatamente c'è un fornello a gas, perchè la stufa non scalda e non si può cucinare. Mi piacerebbe incontrare il suo progettista per chiedere lo scopo di tanta roba. La fiamma non arriva neanche sulla piastra ma entra in un tubo andando subito fuori, insomma va bene solo per rinfrescare l'ambiente nelle calde giornate estive :-)
Il ritorno avverrà dal sentiero ufficiale, che anche con delle risalite, porta al bivio per i Pisoni e al Passo di Nava, dove andiamo a destra by-passando l'omonima alpe. Da dove scendiamo a Pieso. Qui una baita di proprietà di un proto-leghista filo tedesco, reca la scritta "Nord Uber Alles" peccato che  i 2 puntini ( la Umlaut ) li ha messi sulla R di uber e non sulla U. Da mandare alla scuola serale :-)
A Pieso scendiamo col sentiero di destra che passa da Scapia e arriva al Rifugio Parpinasca ( chiuso oggi ). Con bella mulattiera scendiamo a Faievo e al suo parcheggio. Quindi tagliando alcune volte la strada ( desolatamente asfaltata ) su sentiero, andiamo a riprendere poi il sentiero natura che ci riporta a Trontano.

Hike partners: Antonio59 !


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»