Traversata Martello-Caurga-Campanile


Published by Marco_92 , 15 June 2021, 16h29. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:30 May 2021
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: AD
Climbing grading: III (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Val Cama   CH-GR   I 
Time: 12:00
Height gain: 1700 m 5576 ft.
Height loss: 1700 m 5576 ft.

Giro stupendo in un ambiente assai poco frequentato che riempie tutto di un gran senso di avventura.
Il sentiero è molto chiaro fino alla Zeb, ma il bivacco può essere baipassato riducendo di un po sia sviluppo che dislivello.
Dal sentiero che conduce allo zeb  si stacca quello che porta alla bocchetta di Agnon anche se è assai poco chiaro e quasi sempre solamente una traccia.
Arrivati alla bocchetta inizia il divertimento vero e proprio e, prendendo il filo della cresta, si procede facilmente (max I) fino alla cima del Piz Martel (un poco di neve dura gli ultimi 30 metri ci costringe a ramponare).

Da questa cima comincia la traversata che porta prima al pizzo Caurga e poi al Campanile. Quasi tutta la via avviene per il filo di cresta che si abbandona solo per superare per cenge sul versante sud il Fil del Martel: poco prima del Pizzo Campanile si eleva questo sperone roccioso impossibile da non riconoscere di una difficoltà decisamente superiore a quella del resto della via che, per io più, è decisamente meglio evitare.
Superato il Fil del Martel, arrampicando senza più grosse difficoltà si arriva infine al Pizzo Campanile.

Per la traversata vanno messi in conto passaggi di circa III, due doppie di circa 10 l'una da attrezzare autonomamente, e l'assenza totale di chiodi, segnali e aiuti vari. Lungo il percorso si trovano alcuni vecchi cordini logori ai quali abbiamo deciso di non fare affidamento (ai quali ora si aggiungono alcuni dei nostri).

Arrivati al Pizzo Campanile si ha l'idea della fine delle difficoltà: in realtà, a nostro avviso il pezzo più complicato comincia ora (abbiamo forse sbagliato percorso??). Pur avendo difficoltà tecniche decisamente superiori, lungo la cresta si ha sempre ben chiaro quale sia il tracciato da seguire. La discesa dal pizzo avviene invece sempre per ripidi versanti erbosi alternati a cenge e saltini in roccia che mancano di una via vera e propria.
Le relazioni suggeriscono di scendere dapprima per il versante sud-ovest per superare la sommità rocciosa del pizzo per poi tagliare da ovest ad est per cenge e roccette puntando alla bocchetta di Lavreno.
Diversi cordini abbandonati possono confondere la via (alcuni suggeriscono calate in corda doppia per canalini dei quali però non è possibile stimare l'altezza), ma il percorso a noi più agevole è sembrato quello di tagliare per cenge tutto il versante sud del Pizzo per poi calarsi con una breve doppia alla bocchetta di Lavreno.

Dalla bocchetta si scendono gli sfasciumi per poi rintracciare le tracce di sentiero che portano a valle.

Giro veramente meraviglioso che regala emozioni dall'inizio alla fine. Indispensabile avere 30 metri di corda ed un surplus di cordini per proteggere la via, attrezzare le doppie ed, eventualmente, abbandonarne qualcuno.

Nota: il grado AD a nostro parere è abbastanza meritato. I passaggi di arrampicata non sono mai difficili, però la totale mancanza di attrezzatura in posto, la difficoltà in alcuni punti nel trovare la via e la lunghezza del percorso rendono tutta la traversata abbastanza complessa e faticosa. Per fare un esempio, reputiamo questa via nel suo complesso decisamente più impegnativa che qualcosa tipo la cresta integrale del soldato alla piramide Vincent.

Marco e Francesco

Hike partners: francesc92, Marco_92


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T4- PD- II
T4-
28 Jun 09
Piz Martel dalla valle del Dosso · ivanbutti
T4- F I
T4
T4- F

Comments (11)


Post a comment

Sent 15 June 2021, 16h49
Bellissima traversata! Complimenti!
Ciao.
ALE

Marco_92 says: RE:
Sent 15 June 2021, 17h31
Grazie!

Menek says:
Sent 15 June 2021, 17h01
quoto Ale...
ciao
Menek

beppe says: Bravissimi
Sent 15 June 2021, 18h10
Ciao
Beppe

danicomo says:
Sent 15 June 2021, 19h21
Bellissima..... molto bravi.
D

irgi99 says:
Sent 16 June 2021, 08h49
Splendida cavalcata in cresta! Bravi!
Irene

Marco_92 says: RE:
Sent 16 June 2021, 09h53
Grazie!!

Poncione says:
Sent 16 June 2021, 09h46
Bravissimi...
Riguardo la discesa più rapida dal Campanile in effetti c'è un breve canale/pendio che deposita nei pressi della bocchetta di Lavreno, reperibile da un'ampia cengia che risale a un evidente intaglio. Bisogna vedere se coi nevai residui sia possibile o meno...
Ciao

Marco_92 says: RE:
Sent 16 June 2021, 09h53
E' proprio come dici tu, però in discesa si spunta più bassi di quella cengia che quindi non si nota subito, mentre si è invitati a discendere dritti per gli altri canali assai meno "carini". Probabilmente salendo diretti al campanile si riesce a capire la via migliore da fare poi anche in discesa. Noi venendo dall'altra parte e spuntando li senza informazioni pregresse un po' di difficoltà a trovare la via le abbiamo avute.

Francesco says:
Sent 16 June 2021, 10h04
....E bravi, detto\fatto.
Il bivacco è stato sistemato ?

Marco_92 says: RE:
Sent 24 June 2021, 12h00
Hanno tamponato il problema con un telo tirantato per evitare l'infiltrazione di acqua e basta.
Peccato


Post a comment»