COVID-19: Current situation

Monte Monarco e il collegamento diretto alla falesia della Valganna


Published by antonios59 , 6 May 2021, 22h25.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 6 May 2021
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:00
Height gain: 923 m 3027 ft.
Height loss: 923 m 3027 ft.
Route:15,9 km Sentieri e tratti T4 ripidi e senza traccia
Access to start point:Da Varese a Induno Olona
Access to end point:Idem

L'idea era ancora quella. Collegare le montagne sui 2 lati della Valganna senza altro asfalto che non un semplice attraversamento della statale. Visto che Emiliano aveva già risolto il quesito a sud : cioè alle Grotte di Valganna, ora mi premeva trovare una analoga soluzione più a nord in zona accesso miniere. E il sentierino di accesso alle falesie della Valganna si avvicinava moltissimo al soprastante sentiero alto Passo del Vescovo- Montallegro ( versante Valganna ). 
Questo è l'antefatto. Ma si sa che le esplorazioni vengono meglio dal basso ( troppo semplice, proviamo prima da sopra ). Quindi, last second decido di chiamare qualcuno per farmi compagnia. Incredibile, Marco è subito entusiasta e disponibile,, non sa dove andremo a cacciarci.
Partenza soft da Induno Olona via Negri, bel parcheggino. La partenza da lì era dettata dal voler fare la tratta della 3V dal capolinea della prima tappa. Ottimo farla arrivare a un parcheggio si chiederà qualcuno. Ma purtroppo era zona disco, e dopo un pezzo di strada ritorniamo a spostare l'auto a un parcheggio più in alto. Si prosegue per un viottolo sterrato che sbuca a lato del castello di Frascarolo. Appena oltre il quale si piega su di una sterrata a destra, si passa da un enorme masso erratico ( ma che aveva errato ben poco essendo di porfido di Cuasso ), oltre si trascura una deviazione a destra per poi prendere la seconda a destra che passa sotto la diga sull'altro lato della vallecola, che poi risale passando dal secondo laghetto e da una sorgente per poi salire a sinistra a Montallegro. Qui con sano masochismo seguiamo integralmente la Via Verde Varesina che con le sue ampie curve ci prova farci a fare una mezza maratona, sempre ben segnata in bianco/rosso, ignoriamo anche un bel taglio che ci porterebbe rapidamente sotto la vetta. Ma si sa chi la dura la vince, e alla fine siamo all'area pic nic 50 metri di dislivello  sotto  la vetta che il cartello indica già come Monarco ( forse in cima non c'era posto per il cartello, o no ? ). Passati dal rudere della Vedetta Prealpina arriviamo infine alla chiesetta sommitale 858 m. Qui scesi sul lato opposto alla sella dove sono all'opera con tagli forestali. Noi scendiamo a destra lungo la larga pista sempre con la 3 V fino ai cartelli sotto in piano sul lato Valceresio. Qui sarebbe bastato proseguire in giù sulla via sterrata aperta dai disboscatori e poi piegare per il Passo del Vescovo più sotto, macchè la 3V va subito a sinistra, sbarrata da 2 tronchi messi apposta e un sasso con scritto chiusa, ma è una sfida allora. Ci infiliamo proprio lì tra centinaia di alberi collassati, sotto sopra di lato fra le frasche o sotto di esse, chi la dura la vince, non so però quanto dura ma il tempo vola e infine arriviamo al Passo del Vescovo 500 metri lineari che sembravano chissà quanti. Dal Passo proseguiamo verso la Valganna e quando la strada comincia infine a scendere decisa, comincio a scrutare in giù le possibilità di traversare in falesia. Boh. A sinistra diventa subito un vallone. Meglio risalire un pò e andare verso il sentiero per Montallegro. Si passa da un roccolo di cacciatori e da un dossetto mi affaccio ancora giù. Qui si scende. Si va giù senza avere un idea precisa della posizione della falesia, quindi rimaniamo troppo a destra e tra cespugli e roccette arriviamo alla fine al pratone vicino alla statale, proprio dove sparte il sentierino per la falesia. Torniamo in su con questo e arriviamo sotto le pareti, belle e maestose, non pensavo così grande. La contorniamo a sinistra, dove c'è una ragazza che scala una via difficile e a fargli sicura c'è un amico dei miei figli ( piccolo il mondo ). Alla fine della parete il pendio sale bordeggiando le rocce e fantastico sale proprio dove volevo io senza troppe difficoltà, siamo ancora sul sentiero del traverso Vescovo-Montallegro lato Valganna. Pochi passi a destra e siamo su ai cartelli della follia, 3 cartelli escursionistici che indicano più o meno la stessa cosa in direzioni diverse, la comunità montana la prima volta si era rivolta a gente molto bizzarra per farsi progettare questi cartelli. Ma proprio da questi cartelli parte verso monte senza indicazioni una traccia con segni molto sbiaditi che percorre il costone Nord-Ovest del Dosso nord del Monarco ( recentemente descritto anche da Poncione-Emiliano ), salito per questa bella traccia fino alla sommità del Dosso Nord 806 m. Scesi a una selletta si risale al Dosso Centrale 822 ( da cui scende una via diretta al Passo del Vescovo ). Scesi alla fine alla Sella dove all'andata tagliavano gli alberi ( quella vicina alla cima principale del Monarco ). Qui intavoliamo un istruttivo colloquio con un esperto boscaiolo. Ora volevo mappare la bella mulattiera che aggira da qui il Monarco a ovest, ma una fitta rete di tronchi tagliati sono sulla nostra via. Alè altri decine di saliscendi e zig zag ma alla fine ne siamo fuori  e scendiamo veloci a beccare un tornante della strada salit al mattino, ma noi non la prendiamo, troppo pulita, ma proseguiamo con una multtiera sottostante, beln riconoscibile ma un pò in disuso  con qualche frasca sul percorso, che però è più diretta e passando da una piccola cava da dove scappa un capriolo,  arriva subito a Montallegro senza troppi ghirigori. Da qui non resta che seguire la strada dell'andata per chiudere il giro. O forse meglio dire il supplizio, anche se piacevole.

Hike partners: antonios59


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (1)


Post a comment

Poncione says:
Sent 7 May 2021, 22h12
Bravo Antonio, da tempo immemore cercavo anche io una possibile via dalla falesia, ma ho sempre rinviato.


Post a comment»