COVID-19: Current situation

Chüebodenhorn (3070 m)


Published by Michea82 Pro , 13 May 2020, 16h52. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 9 May 2020
Hiking grading: T4- - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Snowshoe grading: WT4 - High-level snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   CH-VS   Gruppo Pizzo Rotondo 
Time: 10:15
Height gain: 1482 m 4861 ft.
Height loss: 1476 m 4841 ft.
Route:13.6 km ( andata e ritorno dalla stessa via )
Access to start point:A2 direzione Basilea, uscire ad Airolo e prendere la cantonale per la Val Bedretto (verso la Nüfenen). Fermarsi e parcheggiare presso All'Acqua
Accommodation: Capanna Piansecco (al momento chiusa)
Maps:Swisstopo 1251 (Val Bedretto)

Primo 3000 in invernale sia per me, sia per mio fratello (davikokar).
Itinerario di alta montagna valutato come facile, ma non di certo una passeggiata scolastica. Infatti, nonostante lo sviluppo contenuto (13 km), altri fattori la rendono una gita di tutto rispetto: il dislivello complessivo di 1460 metri, la neve ben presente tra i 2000 e i 3000 metri, i tratti di pendenza importante nella salita tra il Gerenpass e la cima. È una meta molto gettonata, ma quel giorno é stata tutta nostra (nessun incontro).

Descrizione salita: 

Ci siamo incontrati presso l'ospizio di All'Acqua alle 07:15 a metà strada tra le nostre rispettive città (questo é uno dei motivi della scelta della meta). Le cime sono illuminate dal sole, la giornata si prospetta calda, ci sono circa 6 gradi, prevista cumulogenesi in Ticino e rovesci solo in serata. Le cime del crinale Gallina-Chüebondenhorn-Rotondo sono parzialmente avvolte dalle nubi. Confidiamo in un diradamento grazie al riscaldamento diurno. 

Ci avviamo lungo il sentiero facile a destra della carreggiata che, privo di neve, ci conduce alla Capanna Piansecco, segnalata dai cartelli già presso il parcheggio. Esso segue la valle del Riale di All'Acqua per poi risalirne il versante dx, nel bosco, fino alla Capanna. 

Vista verso NW dalla Capanna Piansecco: la vetta è avvolta dalla nebbia



Sono le 08.15, scegliamo di lasciare il sentiero estivo che si addentra nella valle perché é spesso interrotto da nevai inclinati con neve in condizioni limite, evitabili solo scalando rocce o calpestando cespugli. Siamo saliti a destra, varcando un promontorio da cui, poco più avanti, suppongo (ma non sono mai andato ) si stacchi la traccia per il Pizzo Rotondo. 
Il cielo diventa interamente grigio, l'aria è densa. A quota 2140 m ci riassettiamo indossando le ciaspole. Da qui la neve è sempre presente, piuttosto molle. Pensavo gelasse di notte ma probabilmente il cielo coperto ha impedito l'irraggiamento notturno e il conseguente raffreddamento del suolo. Nonostante ciò è ancora portante. Al ritorno mi aspettavo chilometri massacranti nel budino fino alla vita, ma fortunatamente non é stato così.

Seguiamo la valle lentamente, e ci avviciniamo al passo del Geren, presso il quale ci sorpende una fitta nebbia. Abbiamo impiegato 3 ore a raggiungerlo. L'ultimo pezzo è un bel pendio ripido lungo il quale abbiamo incontrato piccole valanghe scaricatesi in precedenza. Il pendio, visto da sotto sembra un muraglione. Risalirlo è comunque facile in quanto la pendenza in realtà è moderata. 

Ultimo balzo prima del Gerenpass



Alle 11:15 siamo dunque al Gerenpass, quota 2670, la nebbia ci impedisce la visione del lago, siamo un po' titubanti nell'affrontare la cima. Da qui io non sono mai proseguito pertanto studiamo bene la traccia gps su swissmap e la confrontiamo con quel poco di terreno che possiamo osservare. Nel cielo si intravvede il disco solare dietro la cappa di nebbia. Visto che ci mancano 400 m (relativamente pochi da risalire, ma sufficienti per sperare di superare il top della nube) e non è tardi, ci avviamo motivati dalla speranza di trovare la cima sgombra dalle nubi. Da subito incontriamo ripidi pendii che ci inducono ad utilizzare le piccozze. A quota 2850 m un passaggio ripido ci induce a lasciare le ciaspole, scalare alcune rocce per aggirarlo e indossare quindi, vista la crescente pendenza, i ramponi. Da qui poi risaliamo agevolmente altri punti ripidi fino alla ganda finale. Un ammasso di macigni molto semplice da percorrere, ma che allontana da noi la cima che credevamo dietro l'angolo, ci consente di raggiungere la crestina a 2 passi dalla vetta. Solo con gli scarponi qui perché la neve è stata trasportata e ne resta poca. 

Vista a  NW dal Chüebodenhorn 



La cima

La montagna è conquistata, siamo entusiasti. In Canton Uri è sereno, pertanto per buona parte della salita dal Gerenpass che si sviluppa sul confine, così come in vetta, abbiamo goduto di buona visibilità e anche del sole. 
Sono le 13.15, foto, pic-nic e dopo 30 minuti ci apprestiamo alla discesa. 
Stiamo relativamente poco tempo nel punto culminante della gita, dal quale ci rendiamo conto che ci aspetta un altrettanto impegnativo ritorno. 

La discesa

Riprendiamo i ramponi poco sotto e discendiamo verso il Gerenpass con facilità. I passaggi più ripidi li svolgiamo rivolti alla montagna come nella salita. 
Presto ci ritroviamo di nuovo un cielo plumbeo, ma con ampi squarci verso Uri. 
Possiamo ammirare il lago coperto di neve, l'affascinante zona del Geren dall'alto durante la discesa, e il Poncione di Cassina Baggio ergersi aguzzo dinnanzi a noi oltre il passo del Geren. Spettacolare vista nell'insieme. 

Il Geren Pass e dietro il Poncione di Cassina Baggio visti dal versante S del Chüebodenhorn (il lago rimane a destra non visibile nella foto)




La discesa prosegue verso Piansecco, manteniamo i ramponi e ci avviciniamo alla Capanna questa volta seguendo il sentiero estivo (pertanto con passaggi obbligati nei cespugli o in neve piena di buchi nei quali cadiamo qualche volta). 
Ultima pausa alla capanna, ci idratiamo bevendo dal fiume, e poi raggiungiamo l'auto alle 17.45. Da qui finalmente riusciamo a vedere la nostra montagna senza nubi. 
Ne osserviamo la forma, abbiamo per la prima volta una visione d'insieme della vallata e della sovrastante vetta imponente. Ci guardiamo, ci chiediamo come avessimo potuto essere stati lassù e constatiamo con un certo orgoglio di aver conquistato un bel 3000! 


Hike partners: Michea82, davikokar


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T4 F I
T4 F I
T4 I
WT4
8 Apr 17
Chüebodenhorn · Giaco
AD-

Comments (10)


Post a comment

igor says:
Sent 13 May 2020, 18h12
Bravi ! Almeno da voi la giornata era bella ! Malato ;) ah ah ...

Michea82 Pro says: RE:
Sent 13 May 2020, 19h21
Ahaha!! Sei voluto andare a fare le cose di pregio e ti sei beccato il nebbione potente. Viva il kuboden!

igor says: RE:
Sent 13 May 2020, 19h57
Questa non mi è piaciuta;: e neanche la nebbia ;)

Michea82 Pro says: RE:
Sent 13 May 2020, 19h59
Dai che la tua cima ce la facciamo assieme nebbia o non nebbia.

beppe says: Bravi
Sent 14 May 2020, 04h46
Il cubo sempre fantastico
Ciao
Beppe

Michea82 Pro says: RE:Bravi
Sent 14 May 2020, 08h37
Grazie Beppe! Confermo che è un bellissimo 3000. La discesa al Green ci ha regalato squarci e visioni suggestive. La meta è impegnativa ma non difficile ci tornerò in estate.

GIBI says:
Sent 15 May 2020, 22h39
Io l'ho fatto solo in estate e tutti mi dicono che invece in invernale è decisamente meno spacca-gambe, di sicuro c'è che guardando le vostre foto in questo periodo sembra tutto molto più affascinante ... Complimenti !

ciao Giorgio

Michea82 Pro says: RE:
Sent 16 May 2020, 08h18
Grazie Giorgio. Sì è vero. Con la neve è bello. Quest'anno ho scoperto e iniziato a praticare le cime in invernale per me è una novità e non è stato sempre facile. Per es al Claro mi sono imbegolato nella cresta nord ed erano quasi cazzi amari. Con Igor ho fatto il canale dell' Alpe Gelato un impresa memorabile. Il mondo lassù dà grandi emozioni. Ma adesso mi preparo per l'estate. Domani volevo fare il Rondadura ma ho il presentimento che la neve sia pericolosa, devi sentirtela di andare e stavolta rinuncio. Per cui sarà per un bel 2000 senza neve

gbal says:
Sent 17 May 2020, 12h12
Complimenti. Bella e affiatata coppia!

Michea82 Pro says: RE:
Sent 18 May 2020, 07h14
Grazie! E bella montagna!


Post a comment»