COVID-19: Current situation

Monte Magnodeno 1241 m e Corna Camozzera 1452 m


Published by cristina , 11 February 2020, 14h47. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 8 February 2020
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Access to start point:Milano-Lecco. Dopo la galleria del Monte Barro seguire le indicazioni per Bergamo. Poco prima di entrare a Calolziocorte svoltare a sinistra per Somasca di Vercurago. Posteggio alla Basilica di San Gerolamo.

Lungo e piacevole anello al cospetto del Resegone.

Lasciamo l’auto nel posteggio della Basilica di San Girolamo e grazie alla partenza, coniamo un nuovo aggettivo, poco “gibesca”, possiamo lasciarla quassù perché a breve la strada verrà chiusa in occasione della festa di San Girolamo.

Ci dirigiamo verso il Castello dell’Innominato deviando un poco prima. Al termine della stradina troviamo un cartello, sentiero chiuso causa presenza materiale franoso…andiamo a vedere perché non è la prima volta che cartelli simili vengono dimenticati…mettessero almeno un data!

Di fatto il sentiero è ben transitabile e sono state messe delle reti di contenimento, quindi o il cartello è stato dimenticato o sono ancora in attesa del permesso di agibilità….comunque si passa senza problemi.

Il divieto termina nei pressi della Croce di Vicerola dove parte il sentiero, questo sì malmesso, per il Monte Magnodeno. Sentiero che avrebbe solo bisogno di una ripulita e ribollata. Una volta in cresta il sentiero è sempre ben visibile e in buone condizioni. Passiamo vari cocuzzoli più o meno nominati. Il Tre Croci che tre anni fa aveva solo una croce ora è tornato ad averne tre…

Dal Monte Magnodeno proseguiamo lungo la bella Cresta della Giumenta fino al P.so del Fo’. Discesa alla Capanna Monzesi da dove proseguiamo per la Passata. Incrociamo due sky runner in sosta che ci suggeriscono un giro in zona, ancora qualche settimana, in attesa che le giornate si allunghino e poi potremmo pensarci…Proseguiamo per la Corna Camozzera. Il sentiero richiede ora un poco più di attenzione per alcuni passaggi facili ma esposti e per le pietre scivolose.

Tornati alla Passata scendiamo all’Alpe Piazza dove facciamo sosta pranzo. Nel frattempo arriva un local con sei micro cagnetti esagitati e molto interessati ai nostri zaini e panini. Dopo una veloce lotta per salvare il cibo veniamo invitati in casa per un caffè, caffè cui non riusciamo a rinunciare anche se il tempo stringe e il rientro è ancora lungo.

Dall’Alpe Piazza torniamo indietro per pochi metri fino a reincrociare la variante per Erve. Sentiero non segnato se non con qualche ometto ma sempre ben evidente che si congiunge a quello ufficiale nei pressi della Fonte San Carlo. Discesa quindi a Erve e risalita per strada asfalfata fino alla località Saina dove parte il sentiero/stradetta per la Croce di Vicerola. Riprendiamo il sentiero “chiuso” fatto in salita e passando dal Castello dell’Innominato, dove sembra stiano per iniziare dei lavori di manutenzione, torniamo al posteggio a festa finita.


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

GIBI says:
Sent 14 February 2020, 08h56
Hai pienamente ragione Cristina, zona sempre piacevole da percorrere in lungo e largo come sapete ben fare voi !

ciao Giorgio

cristina says:
Sent 14 February 2020, 09h42
Mi sa che questo week ci torniamo....

Come va?


Post a comment»