Cima Terre Fredde


Published by Alpingio , 14 January 2020, 23h38.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:12 January 2020
Ski grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:00
Height gain: 1100 m 3608 ft.
Height loss: 1100 m 3608 ft.
Route:15.6km a/r

Dopo qualche anno, torniamo anche qui, però vogliamo fare una cima mai fatta ovvero la Cima Terre Fredde, posta tra il Frerone e il Monte Laione.
Partiamo dal park di Bazena verso le 7.30 e seguiamo il mega traccione che ci porta alla malga di val fredda, prima di raggiungerla, prendiamo la deviazione a destra che taglia il pendio e che porta con lungo traverso alla sella posta tra il monte Mattoni e il monte Cadino.
Dalla sella senza togliere le pelli scendiamo per 100 mt e più su neve ghiacciata in direzione del Cornone di Blumone, con il senno di poi era meglio togliere le pelli!
Poi ripartiamo in piano e con qualche sali e scendi arriviamo a congiungerci con la traccia che sale dal Gaver.
La traccia qui inizia a salire bene maè talemente dura che ci impone di usare i rampanti.
Saliamo sino a 100 mt sotto il passo della vacca poi abbandoniamo la traccia princiapale e prendiamo una deviazione a sinistra che con qualche zig e zag ed un traverso ci porta in una valletta che conduce al lago cadino alto.
Finalmente vediamo la nostra meta!
Senza raggiungere il lago, con un traverso a sinistra ci portiamo quasi sotto le roccie della cima e da qui, in traverso, seguiamo le tracce che vanno a prendere la facile cresta nord.
Dalla cresta in breve siamo in vetta con vista bellissima sul lago della vacca e sul cornone di Blumone!

Ci prepariamo per la discesa e ritorniamo facilemente alla deviazione per il passo di val fredda, infatti decidiamo di rientrare da qui per evitare il lungo rientro dal percorso che abbiamo fatto all'andata.
Con lungo traverso in discesa ci portiamo sotto il passo di val fredda (da fare con neve assestata!) poi ripelliamo e saliamo di 100mt sino al colle, da qui scendiamo ed andiamo a recuperare le tracce di discesa del Frerone e racchettando in alcuni punti, poi ritorniamo alla malga di val fredda ed in breve poi al Park.

Bellissima gita, in uno degli ambienti simbolo della val camonica, neve per lo più trasformata e a tratti ventata, però ha mollato poco!

Con Paola

Hike partners: Alpingio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (12)


Post a comment

cristina says:
Sent 15 January 2020, 09h12
In questi giorni ho visto che sono stati in molti in zona, secondo te è possibile girarci senza ciaspole o sci, con i soli ramponi?

Gli ultimi orobici sono saliti così ma si parla di qualche settimana fa...Non abbiamo voglia di scarrozzarci le ciaspole sulle spalle per nulla...

Alpingio says: RE:
Sent 15 January 2020, 19h31
Oh si certamente, abbiamo visto molta gente con solo i ramponi!
Ciaooo ;)

cristina says: RE:
Sent 16 January 2020, 09h50
Immaginavo, peccato che questo week non sembra bello come i passati :-(

siso Pro says:
Sent 15 January 2020, 10h54
Che bella la Val Camonica in inverno!
Complimenti per la scelta.
Un caro saluto,
siso.

Alpingio says: RE:
Sent 15 January 2020, 19h32
Si hai proprio ragione Siso!
Grazie
Giovanni

Poncione says:
Sent 15 January 2020, 13h15
Bellissima zona, ci tornerei volentieri. Bravi.

Alpingio says: RE:
Sent 15 January 2020, 19h32
Si è proprio bella ed a torto ci vengo poco!
Grazie Emi
Giovanni

irgi99 says:
Sent 15 January 2020, 18h16
Wow bellissima uscita con le pelli!!!!

Alpingio says: RE:
Sent 15 January 2020, 19h33
Grazie Irene, speriamo però in un po di farina ora!
Ciao
Giovanni

Menek says:
Sent 15 January 2020, 18h49
Posti unici!

Alpingio says: RE:
Sent 15 January 2020, 19h35
Davvero! Questa volta ho sconfinato nel tuo giardino credo..!
Giovanni

Menek says: RE:
Sent 16 January 2020, 17h25
Esatto. :)))


Post a comment»