Short report 

Anticima Nord della Bassa di Folcra


Published by paoloski Pro , 28 June 2019, 11h33.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 3 May 2008
Ski grading: PD+
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Cristallina 
Time: 4:30
Height gain: 1120 m 3674 ft.
Height loss: 1120 m 3674 ft.
Access to start point:Gaggiolo, autostrada A2, uscita di Airolo, proseguire per la Val Bedretto e raggiungere Ossasco, grande parcheggio gratuito in paese.
Access to end point:Gita andata - ritorno.
Accommodation:Alberghetti ad Airolo ed in Val Bedretto.
Maps:CNS 265S e CNS 1251

Oggi torniamo in Val Bedretto, la settimana scorsa Roberto è venuto in esplorazione per salire al Pizzo Folcra, impresa rivelatasi un po' troppo complessa, però aveva portato a casa una bella discesa da una delle anticime di questa punta.
Siamo in sei, ci troviamo a Gaggiolo alle 6,30 e prima delle 8 abbiamo gli sci ai piedi e stiamo risalendo la Val Cristallina da Ossasco in direzione Sud, dapprima per il bosco rado poi, quando questo diviene più fitto, usufruendo della strada forestale che porta all'Alpe Cristallina, da qui, siamo a quota 1800 metri, svoltiamo verso Nord Ovest e rimanendo più o meno alla stessa quota, seguiamo la stradina che raggiunge Stabiello Grande a quota 1819 metri. Da qui puntiamo di nuovo verso Sud per affrontare un risalto boscato piuttosto ripido fino a raggiungere il pianoro di Foppe a quota 2020 metri, manteniamo la direzione, altro risalto ripido ed eccoci a Pian Milan con il suo laghetto che aggiriamo puntando alla nostra meta, l'anticima quotata 2432 metri del Pizzo Folcra, depositiamo gli sci e saliamo gli ultimi metri a piedi, il panorama è aperto solo verso Nord visto che a Sud il Pizzo Folcra preclude ogni visione, la vista verso il Gottardo e le cime della Val Bedretto però è veramente bella, la giornata poi è serena con solo qualche velatura in quota e la temperatura piacevole.
Ridiscendiamo al deposito sci, ci prepariamo e ci abbassiamo fino a Foppe, da qui non torniamo all'Alpe Stabiello ma per bei pendii ripidi scendiamo fino alla strada di collegamento fra questo alpeggio e l'Alpe Cristallina. Il pendio è talmente bello e, alle 9,45, in condizioni tanto ideali che ripelliamo per risalire ancora una volta questi 200 metri e goderci ancora una serie di curve.
Ora dobbiamo raggiungere il ponte di quota 1536 metri, per individuarlo, non è così visibile con la neve alta, studiamo la cartina e l'individuiamo grazie al grande elettrodotto che taglia la Val Cristallina da Est a Ovest: il ponte si trova appena a monte.
Lo attraversiamo e seguiamo per circa un chilometro la strada forestale, visto che però la neve è abbondante riusciamo a prendere il sentiero sulla sinistra che per bosco rado e prato ci riporta ad Ossasco senza dover seguire tutta la strada.

Bella gita, con dislivello limitato ma bei pendii e, soprattutto, un po' discosta dagli affollatissimi itinerari della valle.

Hike partners: paoloski


Gallery


Open in a new window · Open in this window